• credito - conta su cna



  • no allo split payment

  • finart
  • petizione carrozzerie


  • Burocrazia - Conta su CNa








  • rappresentanza - conta su cna

     

  •  

    internazionalizzazione - conta su cna
Stampa

Svolgi il Servizio Civile presso la CNA di Pisa!

on . Postato in Altro

Ancora pochi giorni per fare domanda: la scadenza è stata prorogata al giorno 8 LUGLIO 2016

Svolgi il Servizio civile alla CNA di Pisa: disponibili posti per 2 giovani tra i 18 e i 28 anni di età

Di cosa si tratta? Il Servizio Civile è un’occasione per crescere personalmente, ma soprattutto un’esperienza interessante, utile per sé stessi e per gli altri. Inoltre un anno di volontariato può rappresentare l’occasione ideale per entrare nel mondo del lavoro e conoscerne le opportunità. 

Quale progetto? CNA Pisa aderisce al progetto “Cittadini Sereni” nell’ambito del Servizio Civile Nazionale. Con questa iniziativa intende quindi contribuire a sostenere la popolazione anziana promuovendo l’invecchiamento attivo e in buona salute.

Come? Sotto gli interessati potranno trovare le schede per capire meglio questa opportunità. Condizione è avere fra 18 e 28 anni. Per la provincia di Pisa sono disponibili 2 posti nella sede di Pisa (via Carducci, 39 - Località La Fontina - San Giuliano Terme). 

Durata e compenso - La durata del Servizio Civile è di 12 mesi e prevede un compenso mensile di € 433,80.  

Stampa

NUOVO CODICE APPALTI - Appello di CNA Pisa a Comuni e stazioni appaltanti

on . Postato in Altro

"Aprire ora i cantieri e dare il via agli affidamenti altrimenti sarà troppo tardi!"

CNA Pisa lancia un appello a Comuni ed Enti Locali: far ripartire appalti e commesse pubbliche al più presto

Non sono solo gli effetti dei patti di stabilità e il prosciugamento delle risorse a disposizione che già hanno falcidiato negli ultimi dieci anni il volume di commesse. Adesso un ulteriore rallentamento è stato determinato dalla entrata in vigore del nuovo Codice Appalti, prima per le incertezze sulle norme, poi per le difficoltà di interpretazione di approcci anche molto innovativi rispetto al recente passato.

“Con le elezioni alle spalle e proprio ripartendo dal nuovo Codice è necessario far partire appalti e cantieri. – così il presidente della CNA provinciale di Pisa Matteo Giusti spiega il senso dell’appello -. Non si deve usare come alibi il fatto che il nuovo Codice Appalti ancora non è completo al 100% perché mancano i decreti attuativi. In Italia manca sempre un decreto attuativo e non può essere questo l’alibi. Inoltre il Codice è per stessa ammissione del legislatore immediatamente applicabile. Quello che può essere specificato e modificato, ed anche corretto secondo il nostro giudizio, va affrontato e risolto e c’è ancora molto lavoro davanti. Ma quello che conta oggi è che il nuovo codice è operativo e può, anzi deve essere messo subito alla prova”.

Stampa

NUOVO CODICE APPALTI - A LUGLIO UN CONVEGNO organizzato da CNA Pisa

on . Postato in Altro

SAVE THE DATE!

Il 20 Luglio 2016 parleremo del Nuovo Codice Appalti insieme ad esperti, amministratori e tecnici.

 

Stampa

Premi di risultato e welfare aziendale Detassazione estesa anche alle partecipazioni agli utili. Il deposito del contratto va al 15 luglio 2016

on . Postato in Altro

DA CNA NAZIONALE

Premi di risultato e welfare aziendale

Detassazione estesa anche alle partecipazioni agli utili. Il deposito del contratto va al 15 luglio 2016

 

Rilevanti le misure fiscali disposte dalla legge di stabilità 2016 per le retribuzioni premiali e per lo sviluppo del welfare aziendale, inteso come attribuzione di opere, servizi e somme sostitutive (c.d. benefit) di rilevanza sociale.

Si assiste, infatti, per il 2016 alla reintroduzione di un sistema di tassazione agevolata, consistente nell’applicazione di un’imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle relative addizionali del 10% per i premi di risultato del settore privato entro il limite di importo di 2.000 euro lordi elevato a 2.500 euro per le aziende che coinvolgono i lavoratori nell’organizzazione del lavoro con reddito inferiore a 50 mila euro, ricalcando la struttura delle misure già predisposte in passato, ma con importanti elementi di novità.

Le novità di quest’anno prevedono l’estensione del beneficio alla partecipazione agli utili da parte dei lavoratori e la possibilità, a richiesta dei lavoratori, di ricevere i premi sotto forma di benefit detassati.

Accesso utenti registrati