Love To Italy incontra Consorzio Tocana Sapori

Si è svolto nei giorni scorsi l’incontro tanto atteso tra aziende pisane del settore agroalimentare e l’agenzia di importazione verso il mercato USA “Love To Italy – Italian Food Experience”
L’incontro è stato molto partecipato dalle aziende del Consorzio Toscana Sapori di CNA Pisa, e non solo, aziende incuriosite dall’opportunità di esportare i propri prodotti di eccellenza marchiati “Made in Italy” nel mercato statunitense.

Sono arrivate aziende da tutto il territorio pisano. Svariati i settori merceologici rappresentati. Tutte le aziende intenzionate a capire cosa il mercato statunitense offre loro.

Cosa offre? Il mercato statunitense presenta in questo momento incredibili opportunità per l’export e la vendita di prodotti alimentari italiani. I dati lo dimostrano in modo molto evidente.

La vendita di prodotti alimentari italiani negli Stati Uniti ha sfiorato i 6 miliardi di dollari nel 2016

Tuttavia, al di là del dato in sé, quello che è importante notare è il mutamento del modello di consumo di prodotti alimentari da parte dei consumatori americani.

Negli ultimi 10 anni c’è stato un forte orientamento verso cibi meno manipolati, più naturali, biologici, meno “industrializzati”

Questa tendenza ha favorito e continua a favorire la vendita di prodotti alimentari italiani di qualità: dal vino all’olio, alla pasta, alle conserve, sughi, marmellate e miele… Il consumatore americano si è accorto che il cibo Made in Italy è “buono”. Di tutto questo ne abbiamo parlato durante l’incontro con Il Presidente e Fondatore di Love to Italy – Italian Food Experience, Alessandro Sofroni.

Adesso non resta che volare verso la tanto attesa America

Per ulteriori informazioni: 

Sabrina Perondi 
Tel. 050878300

AMBIENTE sicurezza e norme igienico sanitarie – Più sereni con il check up gratuito di CNA

In materia di ambiente e sicurezza e di formazione obbligatoria, gli adempimenti sono tanti:

  • DVR
  • norme antincendio
  • formazione obbligatoria per tutte le figure previste
  • abilitazioni;

E ce ne sono ancora di normative igienico sanitarie e in materia di rifiuti ed emissioni, solo per citare le principali.

Essere incerti su quali siano davvero gli adempimenti necessari o non ricordarsi alcune scadenze è purtroppo scontato.

Per questo la CNA ti mette a disposizione un check up gratuito per individuare quali sono gli obblighi della tua impresa senza fare cose inutili o eccessivamente onerose e permetterti così di essere sempre in regola, e non rischiare di incorrere in sanzioni pecuniarie sia di natura amministrativa che penale.

Vuoi usufruire del check up gratuito che CNA mette a disposizione di tutti i soci?

Scrivi subito alba@cnapisa.it oppure desideri@cnapisa.it

Le consulenze sono erogate dall’ufficio Ambiente e Sicurezza CNA in collaborazione con la ditta BASIC QSA convenzionata con noi per tutti gli aspetti legati alle seguenti materie:

  • sicurezza sui luoghi di lavoro
  • sicurezza alimentare
  • formazione
  • pratiche antincendio, pratiche edilizie e avvio attività
  • verifiche antisismiche, verifiche impianti (elettrici idraulici etc)
  • certificazioni di sistema e di prodotto, perizie

Quando?

Tutti i martedì il personale BASIC  è  disponibile o presso le sede CNA de La Fontina o su appuntamento.

Come si fissa un appuntamento?

Per fissare un appuntamento contattare Linda Desideri

desideri@cnapisa.it
tel. 050876366

 

SERVIZI ALLA COMUNITÀ – Il DDL concorrenza è finalmente diventato legge – Iniziativa il 21 settembre a Pontedera

Oggi, con buona pace delle lobby assicurative, le disposizioni su RC Auto sanciscono una volta per tutte il principio della libera scelta dell’assicurato di riparare l’auto presso l’autoriparatore di fiducia

Dopo un lungo iter, con 4 passaggi alle Camere, il Concorrenza diventa legge. Una legge che, doveva essere annuale, ci mette due anni e mezzo per vedere la luce la dice lunga sulla voglia di concorrenza della nostra classe dirigente

A partire dal 20 febbraio 2015, la CNA ha smosso mari e monti, incontri con imprese e parlamentari di tutta Italia e di qualunque schieramento, una petizione che ha raccolto migliaia di firme, un manifesto e campagne informative sparse per il territorio, audizioni ed emendamenti firmati e presentati da oltre 70 parlamentari. Per questo un ringraziamento particolare di tutta la CNA va all’On. Sara Moretto.

Insomma una vera e propria mobilitazione del sistema CNA, tutto. Oggi, con buona pace delle lobby assicurative, le disposizioni su RC Auto sanciscono una volta per tutte il principio della libera scelta dell’assicurato di riparare l’auto presso l’autoriparatore di fiducia, quindi nessuna imposizione sulla canalizzazione delle riparazioni, nessun divieto all’utilizzo della cessione del credito, con rilascio di regolare fattura, e ultimo, ma non meno importante, il diritto al risarcimento integrale del danno!

Infine, si dà mandato ad un tavolo dove associazioni di imprese, Ania e consumatori dovranno lavorare alla stesura di linee guida per definire strumenti e procedure per una “riparazione a regola d’arte”. Linee guida di cui il Ministero dello Sviluppo Economico dovrà garantire la massima diffusione, e che dovranno fare propri i principi dettati dalla legge.

Insomma una bella svolta!

Ora ci auguriamo che questo riporti tutti sulla terra, a scelte di buon senso. Ovviamente il nostro compito non può considerarsi finito.

INVITO

Seminario gratuito dal titolo La rappresentanza e il futuro dei mestieri dell’autoriparazione

Quando?

Giovedì 21 settembre alle ore 21,00

Dove?

Presso il Consorzio CO.RE.A.PI
A Pontedera in via Giovanni XXIII, 72/A

A chi è rivolto?

A meccatronici, centri di revisione, gommisti, carrozzieri

Scopri il programma

Ore 21.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 21.15 Saluti Maurizio Giunti Presidente CNA Meccatronici Pisa.

Ore 21.30 La rappresentanza dei mestieri dell’autoriparazione a livello nazionale (novità, problematiche, proposte).

Interviene: Antonella Grasso Coordinatrice nazionale CNA Autoriparazione

Ore 22.45 Dibattito

Ore 23.00 Conclusioni Gabriele Bottoni Presidente CNA Carrozzerie Pisa

Coordina Marcello Bertini, Responsabile Sindacale

Per informazioni: 

 

Marcello Bertini 

bertini@cnapisa.it

 

 

 

 

L’alabastro al femminile approda alla Biennale di Venezia

Cooperativa Artieri Alabastro di Volterra: saranno in anteprima il 29 settembre presso il Palazzo dei Priori le sculture realizzate per la Biennale di Venezia

 

Per la 57° Biennale di Venezia prendono forma, dall’incontro tra l’artista Antoaneta Dzoni (nella foto in alto) e gli alabastrai della Cooperativa Artieri Alabastro di Volterra (di cui la Presidente, Silvia Provvedi, nella foto qui accanto), le sculture che manifestano la storia singolare di un territorio unico e di una città capitale, per origine e maestria, della pietra più versatile: Volterra.

Le opere in alabastro di Antonaeta Dzoni saranno presenti al Premio Internazionale D’Arte Contemporanea “Viva Arte Venezia – Esposizione Internazionale 2017” dal 14 al 21 Ottobre 2017, a Palazzo Albrizzi (Venezia) con Prince Art Sostenitore del Padiglione Nazionale del Guatemala alla 57° Esposizione Internazionale di Arte “La Biennale di Venezia”.

Ti interessa? Allora ti invitiamo alla presentazione pubblica

Quando?
Venerdì 29 settembre 2017, ore 11.00 nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo dei Priori,
 saranno “disvelate”, con ulteriori sorprese, le opere che voleranno verso Venezia, sulla scena del mondo.

“La presentazione in anteprima a Volterra vuole essere un omaggio al territorio nel quale è nata la lavorazione dell’alabastro e alle maestranze che lavorano la pietra”, come precisa la CNA di Pisa, ente promotore, con il Patrocinio del Comune di Volterra.

Una volontà chiara e concreta quella di CNA: valorizzare l’intero comparto dell’artigianato, capace di mettersi a disposizione di artisti, designer e architetti per realizzare opere uniche, e capace di portare il nome di Volterra e dei territori di riferimento in tutto il mondo a maggior ragione attraverso la partecipazione a eventi prestigiosi come la “Biennale di Venezia”.

La presentazione dei lavori sarà rivolta in particolare al mondo dell’arte ed ai giornalisti del settore, ma anche ad artisti e designer che potranno, dopo l’evento, visitare i laboratori, conoscere gli artigiani e sondare le innumerevoli lavorazioni favorite dalla versatilità della materia.

Una delle idee che circolano è la creazione, magari in collaborazione con il Consorzio Turistico della Val di Cecina o altri soggetti che vorranno collaborare, dei pacchetti turistici, nei quali verranno inseriti i circuiti d’arte ed enogastronomici e le indicazioni dei laboratori che daranno la disponibilità per accogliere i visitatori e mostrare come si lavora l’alabastro, pietra geologicamente giovane, ma usata da millenni come materia prima per la scultura.

All’ evento di presentazione in anteprima della scultura in alabastro per la Biennale naturalmente parteciperà Antoaneta Dzoni, artista affermata, “effervescente” come lo spumante, libera ricercatrice, macedone d’origine, in Italia dalla fine degli anni ’60, insieme agli scultori del colle etrusco, gli artigiani di Cooperativa Artieri Alabastro che hanno eseguito la lavorazione dell’opera in alabastro di Antoaneta.

Per ulteriori informazioni: antoanetadzoni.it – artierialabastro.it 

IMPIANTISTA 2.0 – Ottobre mese dedicato alla formazione

Scopri subito tutti i corsi pensati per te in collaborazione con il Centro Tecnologie per la Qualità della Vita – ISTI CNR

Un intero mese che CNA Pisa tramite Copernico, l’Agenzia Formativa, dedica alla formazione degli impiantisti, con particolare attenzione alle nuove tecnologie applicate al vivere quotidiano.

Questi  i corsi pensati per gli impiantisti ad ottobre:

  1. L’integrazione del impianti nel residenziale

    Quando?
    5 ottobre – dalle ore 17,00 alle ore 19,00

    Dove?
    Presso la sede CNA di Pisa (La Fontina)

  2. Impianti e cablaggio unificato

    Quando?
    12 ottobre – dalle ore 17,00 alle ore 19,00

    Dove?
    Presso la sede CNA di Pisa (La Fontina)

  3. La ventilazione meccanica controllata

    Quando?
    19 ottobre – dalle ore 17,00 alle ore 19,00

    Dove?
    Presso la sede CNA di Pisa (La Fontina)

Sei interessato? Vuoi saperne di più? 

Leggi subito la presentazione dei corsi e iscriviti: Programma Corsi Impiantista 2.0

 

Pisa Tattoo Convention 2017 – Dal 15 al 17 settembre al Palazzo dei Congressi

CNA “evento che fa crescere l’immagine di Pisa città per giovani”

Pisa Tattoo convention, dal 15 al 17 settembre al Palazzo dei Congressi: un evento che fa crescere l’immagine di Pisa come di una città a misura di giovani.

Nuove mode, come i tatuaggi e non solo gli atout classici per Pisa come cultura, studio e nuove tecnologie, arricchiscono le già notevoli offerte e le occasioni in altri ambiti. “È un movimento giovanile, quello del tattoo, ma non solo – osserva il presidente CNA Pisa Matteo Giusti – in ogni caso è un trend in crescita e come tale porta un beneficio alla immagine di Pisa città smart e legata al ‘nuovo’. Ricerca, produzioni di qualità, nuove tecnologie tutto può contribuire e giova a questa positiva immagine della citta e del suo territorio, unita al fattore turistico: tutti ingredienti che recano benefici al tessuto produttivo della città che dobbiamo continuare a coltivare e far crescere”.

Guido Morelli, referente per il mestiere dei tatuatori, membro della presidenza Unione Benessere e Sanità in seno alla CNA di Pisa, che patrocina e supporta il Pisa Tattoo Convention, lo descrive in questi termini:

“La manifestazione Tattoo Convention è un valore aggiunto per la città, peraltro totalmente autofinanziata. Porta giovani e cattura un pubblico aggiuntivo rispetto alla stagione estiva e turistica in via di rallentamento. Inoltre si tratta di un evento che serve da una parte alle persone che vogliono avvicinarsi al mondo del tatuaggio, come sbocco professionale e lavorativo, verso cui proporre una idea corretta del lavoro del tatuatore, dare una corretta rappresentazione della nostra professione, per stare nelle regole e vedere crescere in tutti i sensi questa attività. Dall’altra la convention è anche una vetrina per proporsi al pubblico. E per i frequentatori è un evento dove si possono vagliare, valutare, approfondire tutti gli aspetti e gli stili, le novità e le garanzie per arrivare a farsi il desiderato tatuaggio che è un gesto molto significativo e impegnativo per il singolo. Essendo una cosa che rimane nel tempo è una scelta che deve essere fatta con piena consapevolezza, convinzione e con cognizione di causa, con la certezza del massimo delle garanzie e del rispetto delle regole deontologiche, amministrative ed igienico sanitarie”.

“Per i tatuaggi si sono rotti i tabù da molti anni, – conclude Morelli – grazie anche a queste manifestazioni dove sono pretesi il rispetto di tutti i requisiti e di tutte le garanzie: anche così si combatte l’abusivismo, le pratiche clandestine che hanno relegato a lungo questa arte nei ‘bassifondi’, mentre proprio alzando il livello e portando il tutto alla luce del sole il fenomeno, negli ultimi anni, è cresciuto ed è stato totalmente sdoganato. Il salto di qualità si è avuto proprio da quando è diventata una professione, una cosa seria, esercitata con il primo obiettivo di aver come punto fondativo il rispetto della salute del cliente, per le modalità, gli strumenti ed i materiali usati”.

Per maggiori informazioni: 

CLICCARE QUI: http://www.pisatattooconvention.com/edizione_2017/

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

 

INDUSTRIA 4.0 E INNOVAZIONE DIGITALE – Progetto formativo gratuito

CNA Pisa in collaborazione con l’Agenzia formativa Copernico scarl sta preparando un progetto formativo rivolto alle imprese (PMI ed artigiani) relativamente a Industria 4.0 ed innovazione digitale

CNA Pisa sta promuovendo l’adesione al progetto da parte delle imprese interessate all’argomento e che già stanno realizzando attività o stanno per farlo o che sono semplicemente interessate all’argomento e stanno valutando l’applicabilità del paradigma 4.0 all’interno della propria impresa.

La partecipazione al progetto è gratuita

Le imprese potranno aderire al progetto compilando un semplice format (qui: MODULO ADESIONE IMPRESA) da inviare compilato acarli@cnapisa.it oppure al fax 050 876595.

Cosa prevede questo progetto?

Il progetto formativo prevede un percorso di iniziative territoriali nelle Province di Pisa e di Lucca per illustrare le finalità di Industria 4.0 ed inoltre la realizzazione di:

  1. corsi di formazione in aula
  2. interventi di accompagnamento personalizzato per ogni singola azienda
  3. consulenza persnalizzata agli imprenditori
  4. oltre a iniziative di animazione territoriali

Di cosa parlerà?

Le tematiche oggetto dei corsi e delle consulenze saranno:

  • Innovazione Tecnologica
  • Innovazione Organizzativa
  • Innovazione Gestionale
  • Innovazione di Processo/Prodotto
  • Modelli di business innovativi
  • Sviluppo di un sistema di Commerciale Digitale

Ancora più nello specifico i corsi tecnologici riprenderanno i filoni delle “tecnologie abilitanti” di Industria 4.0 (Advanced manufacturing solution, Additive manufacturing, Augmented reality, Simulation,Horizontal e vertical integration, Industrial internet, Cloud, Cyber-security, Big Data Analytics).

A cosa serve? 

Si tratta di una buona occasione per conoscere nel dettaglio le opportunità che le aziende possono avere con l’applicazione del paradigma di industria 4.0, con particolare attenzione alla possibilità:
  1. acquisto nuovi macchinari e possibilità di applicare un iperammortamento fino al 250% (purchè i macchinari abbiano determinate caratteristiche)
  2. inserimento in azienda di nuovi sw (gestionali, archivi digitalizzati, e-commerce..etc) con super ammortamento
  3. possibilità di cumulare queste agevolazioni con altre agevolazioni dia del sistema dei contributi a fondo perduto che con altre agevolazioni fiscali come il credito di imposta

Si tratta di misure particolarmente interessanti ed il corso, copo una breve parte d’aula, prevede dei percorsi personalizzati in azienda, quindi con rilascio di un documento che descriverà cosa sarà possibile realizzare e cosa sarà possibile ottenere come contributo/credito imposta.

Come si aderisce?

Le imprese potranno aderire al progetto compilando un semplice forma (qui: MODULO ADESIONE IMPRESA) da inviare compilato acarli@cnapisa.it oppure al fax 050 876599 – la prenotazione NON è vincolante, quindi chi non potrà partecipare al corso nel momento della sua organizzazione non avrà alcun problema.

Per ulteriori informazioni: 

 

Barbara Carli 

cari@cnapisa.it
348 7807228

 

 

 

CNA CINEMA – Debutto alla Mostra di Venezia per dare voce alla filiera che fa grande il cinema

Obiettivo: rappresentare la filiera del cinema indipendente Made in Italy, dalle imprese dell’audiovisivo agli artigiani dei costumi, dalle scenografie all’ICT per gli effetti speciali

Una rete diffusa di oltre 1.000 imprese tra Veneto, Lazio, Toscana, Emilia-Romagna e Basilicata, che fanno parte della filiera del cinema indipendente Made in Italy, dalle imprese dell’audiovisivo agli artigiani dei costumi, dalle scenografie all’ICT per gli effetti speciali.

È questo il tessuto che punta a rappresentare CNA Cinema e Audiovisivo, che ha detuttato nell’ambito della 74ma Mostra Internazionale del Cinema di Venezia ieri (1 settembre) con un incontro ospitato dallo spazio della Regione Veneto presso l’Hotel Excelsior del Lido.

Imprese, cultura, sviluppo economico, scuola, turismo, territorio e Made in Italy sono stati i temi trattati nella tavola rotonda in cui sono intervenuti, oltre a Corazzari, Mario Perchiazzi, Presidente di CNA Cinema e Audiovisivo Roma e Lazio, Stefania Ippoliti, Presidente Italian Film Commission, Roberta Novielli, Università Ca’ Foscari, Filippo dalla Villa, Presidente Nazionale di CNA Comunicazione e Angelo Zanellato Presidente della Rovigo Film Commission.

Ne è scaturito un dibattito franco sullo stato di salute delle imprese del settore, sulle esigenze di riconoscimento, promozione e finanziamento degli attori della filiera,  sulla necessità di fare sistema ed allargare la platea degli attori della rappresentanza nell’obiettivo di riuscire a coprogettare politiche pubbliche più efficaci ed aderenti ai bisogni dei soggetti economici che lavorano nell’impresa cinematografica italiana.

In particolare Mario Perchiazzi ha affrontato il tema primario delle risorse, a partire dalla necessità di trasferire i costi fissi di alcuni enti pubblici – tra cui ‎Istituto Luce, Biennale Cinema e Centro Sperimentale di Cinematografia, che attualmente gravano sul plafond dei sostegni selettivi – sulle spese generali del Mibact. Questioni di pari rilevanza sono quelle relative all’analisi del rispetto del criterio dell’“eccezione culturale” dei decreti attuativi attesi proprio nei prossimi giorni della Mostra .Infine auspica che il  Ministro Franceschini trovi una soluzione equilibrata in merito al peso dei criteri artistico-culturali nel “calcolo dei sostegni automatici” la cui rilevanza è stata positivamente fissata al 70% in una prima bozza di decreto.

Stefania Ippoliti Presidente dell’Italian Film Commission ha sottolineato con piacere ed entusiasmo il ruolo di CNA Cinema, soprattutto nel rafforzare la presenza capillare nelle regioni delle Film Commission e dare impulso e sostegno al settore per competere a livello internazionale.

Roberta Novielli, direttrice del Master of Fine Arts in Filmmaking, promosso da Ca’ Foscari Challenge School, ha sottolineato l’importanza della relazione tra scuola e università con le imprese di CNA Cinema ed Audiovisivo ed ha presentato il progetto di video tutorial educativi per i turisti come potente strumento di valorizzazione del territorio, supporto a giovani professionisti e aiuto alla città di Venezia. Si tratta di una campagna di “educazione turistica” col tema “come rispettare Venezia”, che si svilupperà tramite alcuni video tutorial realizzati da studenti di Ca’ Foscari. Un’idea, nata al Master, in collaborazione con CNA Veneto Comunicazione e Municipalità di Venezia. I video, che saranno distribuiti attraverso agenzie turistiche, compagnie aeree e navali, e diffusi nei social networks, informeranno chi visiterà la città lagunare sui comportamenti corretti da seguire. “Utilizzeremo la chiave dell’ironia e varie tecniche di ripresa, inclusa l’animazione” ha spiegato Novielli,. I temi dei tutorial saranno i trasporti, la raccolta dei rifiuti, il pranzo al sacco, l’interazione con i veneziani, il divieto di balneazione. Tredici studenti realizzeranno ciascuno un video di circa un minuto, con la supervisione del regista giapponese Hiroki Hayashi.

Filippo dalla Villa, Presidente di CNA Comunicazione nazionale e veneto, ha concluso sottolineando l’importanza dello sforzo di contaminazione tra le filiere del cinema, della comunicazione e della manifattura, per andare nella direzione di promuovere le competenze, le persone e le professionalità che contribuiscono fattivamente, con il know how, i prodotti e i servizi che realizzano, a dare sostanza e identità all’immagine del Made in Italy.

Questo di Venezia per CNA Cinema e Audiovisivi alla Mostra del Cinema di Venezia vuole diventare un  appuntamento fisso. Il prossimo anno sarà presentato un “Dossier Audiovisivo” che intende realizzare in collaborazione con l’Italian Film Commission, la Conferenza Stato Regioni, ANCI ed Unioncamere, per fotografare il complesso delle misure e delle risorse messe a disposizione del settore non soltanto a livello nazionale, ma attraverso le Regioni, i Comuni e il sistema camerale.

(Fonte: Ufficio stampa CNA)

PUBBLICITÀ SULLA STAMPA LOCALE – Una nuova legge permette di avere un credito di imposta fino al 90% della spesa sostenuta

Sì, da giugno è possibile fare pubblicità sulla stampa locale e accedere ad un vantaggioso credito d’imposta

Sulla Gazzetta Ufficiale (Supplemento ordinario n. 31 alla G.U. n. 144 del 23 giugno 2017) è stata pubblicata la Legge 21 giugno 2017, n. 96 di conversione in legge, con modificazioni, del Decreto legge n. 50/2017, che stabilisce, tra le altre cose, incentivi fiscali sulle campagne pubblicitarie.

A quanto ammontano gli incentivi? 

Gli incentivi sono:

  • del 75% per le grandi imprese
  • del 90% per le PMI (piccole e medie imprese), microimprese e start up innovative

A chi è rivolta questa misura? 

Imprese e lavoratori autonomi, inclusi i liberi professionisti.

Cosa riguarda?  

Investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, il cui valore superi almeno dell’1% quelli, di analoga natura, effettuati nell’anno precedente.

A quanto ammontano gli incentivi

Dal 75% per le grandi imprese elevato al 90% per le microimprese, piccole e medie imprese e start up innovative, calcolato sul valore incrementale degli investimenti effettuati.

Periodo interessato da questa misura 

Investimenti pubblicitari effettuati dal 24 giugno 2017 a fine anno, incrementali rispetto a quelli di analoga natura fatti nell’anno precedente.

Come vengono erogati gli incentivi? 

Credito d’imposta utilizzabile in compensazione nella dichiarazione redditi dell’anno 2018.

Come? 

Mancano ancora delle norme applicative con dei decreti che dovranno uscire nelle prossime settimane.

Per maggiori informazioni: 

 

Maurizio Bandecchi 

bandecchi@cnapisa.it
348 780 7224

 

 

 

 

 

INDAGINE CNA BALNEATORI – Un’estate speciale per le spiagge.

Tra giugno e agosto 90 milioni di presenze negli stabilimenti italiani

Per il turismo balneare italiano è un’estate indimenticabile. Che sta battendo tutti i record con numeri da capogiro. Tra giugno, luglio e agosto gli stabilimenti in riva al mare hanno registrato 90 milioni di presenze, segnando una impennata del 16% rispetto ai 75,6 milioni del 2016. A rilevarlo una indagine di CNA Balneatori condotta tra 457 titolari di stabilimenti balneari, aderenti alla Confederazione, di 59 località costiere italiane.

Emilia-Romagna sul podio più elevato

Va all’Emilia-Romagna la medaglia d’oro per la crescita in confronto all’estate scorsa grazie a un exploit del +25%. La tallonano Puglia (+23%) e Sicilia (+22%). Quindi, nell’ordine, Liguria e Sardegna (+19%), Toscana e Veneto (+18%), Calabria e Campania (+16%), Friuli Venezia Giulia (+15%), Abruzzo e Lazio (+14%), Marche (+13%) e Molise (+10%).

Fino a un turista su cinque straniero

I turisti stranieri negli stabilimenti balneari italiani sono stati mediamente il 12% nel trimestre clou delle vacanze estive, marcando una crescita del 5% sul 2016. Ma nel ponte di Ferragosto hanno raggiunto la media record del 20%: un turista su cinque non era italiano.

Il traino dell’on line

Un dato che caratterizza l’estate 2017 è il prepotente emergere delle prenotazioni on line con punte quasi del 12% sul totale in Emilia-Romagna e di oltre il 10% in Sicilia, seguite da Puglia, Friuli Venezia Giulia e Veneto.

Turismo esperienziale

Un’altra novità di questa estate è rappresentata dall’irrompere del turismo esperienziale. Il vacanziere non si contenta più del binomio sole-mare. Tanto che un terzo dei turisti balneari ha deciso di accoppiare allo stabilimento balneare escursioni per conoscere il territorio circostante, visitare borghi, apprendere de visu attività e tradizioni locali.

Documenti allegati: graficiesplicativiindaginecnabalneatori

(Fonte: CNA)