VERSAMENTI FISCALI DI GIUGNO – Accolta la richiesta di proroga di CNA

È stata accolta la nostra richiesta per lo slittamento della scadenza al 30 giugno per la liquidazione delle imposte sui redditi e dell’Iva

La nostra lettera al MEF per chiedere la proroga

Nei giorni scorsi abbiamo scritto al ministro dell’Economia Roberto Gualtieri per chiedere una proroga, motivata dai ritardi nelle procedure di calcolo per la determinazione delle imposte a causa dei numerosi adempimenti conseguenti le nuove misure fiscali per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Accolta la richiesta di proroga

Il ministero dell’Economia ha reso noto che è in arrivo la proroga. In un comunicato il MEF ha indicato che per “tener conto dell’impatto dell’emergenza Covid-19 sull’operatività dei contribuenti di minori dimensioni e, conseguentemente, sull’operatività dei loro intermediari, è in corso di emanazione il Dpcm che proroga il termine di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte sui redditi e dell’Iva, per i contribuenti interessati dall’applicazione degli ISA, compresi quelli aderenti al regime forfettario.

Il nuovo termine per il versamento

Il termine di versamento in scadenza il 30 giugno sarà prorogato al 20 luglio, senza corresponsione di interessi. Accogliamo con soddisfazione il provvedimento, anche se rileviamo che sarebbe stato opportuno concedere più tempo.