REGIONE TOSCANA – Nuova Ordinanza su adesione protocolli di sicurezza

Nuove disposizioni cantieri

Le modifiche sono state introdotte da due delibere approvate dalla Giunta Regionale

Ci sarà più tempo per inviare i protocolli anti-contagio alla Regione Toscana da parte delle imprese che hanno ripreso l’attività. Soprattutto i documenti potranno essere inviati anche per email. La novità è prevista da una delibera approvata dalla giunta su proposta dell’assessore Bugli.

Con ordinanza del 3 maggio, la Regione aveva imposto ai datori di lavoro di redigere un protocollo di sicurezza che recepisse le misure di contenimento previste in modo da garantire la tutela della salute dei lavoratori. Ero state riscontrate difficoltà per molte imprese ad effettuare la compilazione online, come richiesto dall’ordinanza. Adesso la procedure è stata semplificata: oltre che poterlo fare on line, all’indirizzo https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari, il protocollo potrà essere inviato per mail all’indirizzo di posta elettronica protocolloanticontagio@regione.toscana.it. Non saranno accettati documenti inviati per Pec.

“Il confronto continuo che abbiamo con le categorie economiche e le organizzazioni sindacali – commenta Bugli – è molto positivo, non solo per valutare insieme le scelte da fare in questa fase così delicata, ma anche per verificare con loro i miglioramenti che è necessario introdurre puntando in particolare al massimo della semplificazione delle procedure”

Protocolli anticontagio erano stati previsti, con l’ordinanza n.38, anche per le imprese che il 18 aprile già avevano riaperto. La scadenza per inviarli era il 18 maggio, adesso il termine è stato prorogato al 31 maggio. Per le altre attività non ci sono invece modifiche: la compilazione del protocollo dovrà ancora avvenire entro trenta giorni dalla riapertura.

Cambiano anche le disposizioni per cantieri: quanto previsto dall’ordinanza n. 40 del presidente della Regione riguardo il distanziamento tra i lavoratori e la misurazione della temperatura corporea sono state superate infatti dal decreto del presidente del consiglio del 26 aprile. Anche in questo caso è una delibera della giunta che aggiorna le norme, la quale ribadisce la distanza tra i lavoratori di almeno un metro o altrimenti l’obbligo di indossare mascherina ed altri dispositivi di protezione e l’obbligo di controllo della temperatura all’ingresso del cantiere e il divieto di accedervi per chi l’avesse superiore a 37,5 gradi. (testo tratto dal sito della Regione Toscana)


Il Protocollo può essere trasmesso a Regione Toscana con le seguenti modalità:

compilazione on line sul sito https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari

In questo caso il format del protocollo si aprirà automaticamente a video, durante la compilazione, con contenuti uguali a quelli riportati negli allegati alla presente delibera;

trasmissione tramite e-mail all’indirizzo protocolloanticontagio@regione.toscana.it , compilando, per l’attività di competenza, lo specifico format. In tal caso alla mail dovrà essere allegato, oltre al protocollo, la copia del documento di identità in corso di validità del firmatario del protocollo; farà fede per la dimostrazione dell’avvenuta trasmissione, la copia della mail di trasmissione;

– non sono accettati protocolli trasmessi con PEC. 2.

Ai fini della trasmissione tramite e-mail del protocollo anti-contagio si fa riferimento a 3 diversi documenti:

– Format per tutte le attività lavorative che non prevedano rapporti con la clientela;

– Format per attività commerciali;

– Format per uffici privati, libere professioni e lavoratori autonomi

Li puoi scaricare qui: https://www.regione.toscana.it/-/ordinanze-della-regione-toscana

Non mancheranno i casi dubbi, informati presso il tuo coordinatore di mestiere.