CNA PISA: “Prorogare gli ammortizzatori sociali con causale Covid-19 fino alla conclusione dello stato di emergenza”

Anche CNA Pisa con una nota stampa – e sulla falsa riga dell’intervento fatto da CNA Nazionale – ritiene necessaria la proroga, anche per i prossimi primi mesi del nuovo anno, degli ammortizzatori sociali con causale COVID-19.

Una misura necessaria visto il perdurare dello stato di emergenza, l’aumento esponenziale dei contagi anche nella nostra Regione e, soprattutto, nella nostra Provincia e le incertezze che ne derivano in ordine ad una sicura ma non imminente ripartenza. Il perdurare dello stato di emergenza e le difficoltà in cui continuano a versare imprese e lavoratori dell’artigianato richiedono un ulteriore sforzo per sostenere la ripartenza ma, soprattutto, per garantire la tenuta di intere filiere produttive”.

L’associazione di categoria pisana del resto rappresenta non solo il mondo dell’artigianato ma intere categorie di lavoratori – dall’artigianato all’edilizia passando per ristorazione, impiantisti e settore del benessere senza dimenticare il comparto turistico assai colpito da ben due anni di emergenza sanitaria e relativa normativa vigente volta a scongiurare spostamenti e viaggi per contenere la diffusione dei contagi.

“La proroga degli ammortizzatori sociali – conclude CNA Pisa – consentirebbe anche una adeguata fase di transizione verso le positive novità introdotte dalla riforma degli stessi che ha colto l’obiettivo di creare un sistema più equo e più efficacemente in grado di accompagnare le trasformazioni del mercato in una fase assai complicata”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)