BANDI – Al via il bando Brevetti +

Ripartono gli incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti. 

A partire dalle ore 12 del 30 gennaio, micro, piccole e medie imprese con sede in Italia, comprese le startup innovativepossono presentare domanda per il bando Brevetti +, l’incentivo finalizzato a sostenere l’acquisto di servizi specialistici per la valorizzazione economica di un brevetto.

La misura, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e gestita da Invitalia, ha una dotazione finanziaria di 21,8 milioni di euro. Nello specifico, è prevista la concessione di un contributo a fondo perduto fino a 140mila euro, nel limite dell’80% dei costi ammissibili, per servizi specialistici relativi a industrializzazione e ingegnerizzazione, organizzazione e sviluppo e trasferimento tecnologico. Il contributo sale però al 100% per gli spin-off accademici e le iniziative realizzate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Possono richiedere le agevolazioni le imprese che possiedono almeno uno dei seguenti requisiti:

  • titolari o licenziatari di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia successivamente al 1° gennaio 2017
  • titolari di una domanda nazionale di brevetto per invenzione industriale depositata successivamente al 1 gennaio 2016 con un rapporto di ricerca con esito “non negativo”
  • titolari di una domanda di brevetto europeo o di una domanda internazionale di brevetto depositata successivamente al 1 gennaio 2016, con un rapporto di ricerca con esito “non negativo” che rivendichi la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto
  • imprese in possesso di una opzione o di un accordo preliminare che abbia per oggetto l’acquisto di un brevetto o l’acquisizione in licenza di un brevetto per invenzione industriale, rilasciato in Italia successivamente al 1 gennaio 2017, con un soggetto, anche estero, che ne detenga la titolarità
  • imprese neo-costituite in forma di società di capitali, a seguito di operazione di Spin-off universitari/accademici.

Ai fini dell’ammissibilità, le spese vanno sostenute dopo la presentazione della domanda di agevolazione.

Le domande – da presentare tramite la procedura informatica disponibile sul sito di Invitalia – saranno ammesse secondo l’ordine cronologico di presentazione.

L’Italia si conferma un Paese spaccato in due

Cresce ancora il divario tra Nord e Sud in termini di ricchezza economica.

È quanto emerge dal rapporto Istat sui Conti economici territoriali del 2018, secondo cui il Pil italiano è aumentato dell’1,4% nel Nord-Est, trainato dalla prestazione dell’industria (+3,2% rispetto al 2017) e dai risultati positivi delle costruzioni (+2,3%) e dell’agricoltura (+3,1%). Il dato è salito dello 0,7% nel Nord-Ovest e nel Centro, dovuto soprattutto a una frenata delle costruzioni e dei servizi.

La crescita più lenta si registra nel Mezzogiorno, dove il prodotto interno lordo è aumentato solo dello 0,3% rispetto al 2017, meno quindi della media nazionale (0,8%).

Significativo il gap a livello di Pil procapite, che vede in cima alla graduatoria l’area del Nord-Ovest con un valore in termini nominali di oltre 36mila euro, quasi il doppio di quello del Mezzogiorno, pari a circa 19mila euro annui.

Se ti interessa continua a leggere CLICCANDO QUI

CRESCITA – L’Italia a passo di lumaca

L’Italia si conferma fanalino di coda tra i paesi europei per tasso di crescita.

Le nuove stime elaborate dal Fondo Monetario Internazionale confermano il passo da lumaca dell’economia del Belpaese. Per il 2020 la crescita del Pil sarà intorno allo 0,5% dopo lo 0,2% dell’anno da poco alle spalle e sullo 0,6-0,7% nei prossimi anni.

Le previsioni del Fmi certificano dunque la debole crescita potenziale del paese e sono fondate su un contesto di stabilità. “L’avverarsi di shock, come un’escalation delle tensioni commerciali, una frenata negli scambi con i principali partner o eventi geopolitici – avverte il Fmi – potrebbero comportare prospettive molto più deboli”. Il Fmi torna a sottolineare il prolungarsi della stasi della produttività, in particolare nel settore dei servizi più che nella manifattura. Con l’effetto di schiacciare anche la crescita potenziale.

Il nuovo rapporto del Fondo Monetario offre anche una analisi e propone una serie di ricette per favorire una crescita più dinamica. A iniziare dal fisco. Il Fmi sollecita la riduzione della tassazione sul lavoro che deve essere bilanciata con un ampliamento della base imponibile e con un intervento sull’Iva. Il rapporto si sofferma su previdenza e reddito di cittadinanza

Ti interessa? Continua a leggere CLICCANDO QUI

XXX Concorso nazionale Professione Moda Giovani Stilisti – Scopri il Bando e partecipa

È stato pubblicato il bando del XXX Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti – RMI 2020.  Lo storico concorso di CNA Federmoda conferma la collaborazione con ALTAROMA e TheOneMilano e si arricchisce della partnership con ARTISTAR JEWELS. Per questa edizione il concorso si articolerà su sette sezioni di prodotto (abbigliamento; abbigliamento bambino; pellicceria; maglieria; intimo e mare; pelletteria e calzature; gioielleria e bigiotteria). Per i vincitori delle sezioni, borse di studio e stage presso le imprese del settore.

Sarà possibile candidarsi fino al 3 aprile 2020.

La fase finale della manifestazione si svolgerà nel prossimo mese di luglio a Roma nell’ambito di ALTAROMA e rappresenta una importante vetrina per le nuove promesse del settore, un momento che vedrà, come consuetudine, gli studenti selezionati impegnati in una serie di workshop ed eventi, con la presenza di docenti del sistema moda.

Il vincitore dell’edizione 2020 del concorso riceverà il Premio Speciale LECTRA per il Design: una licenza Kaledo Style con relativa formazione, del valore complessivo di 6mila euro.

Al concorso potranno partecipare tutti gli studenti iscritti ad Istituti pubblici e privati o presso Facoltà universitarie e che non abbiano compiuto il 25° anno di età al 31.12.2019. Un comitato tecnico di esperti del settore selezionerà tutte le proposte pervenute e designerà i concorrenti destinati a partecipare al workshop e alla manifestazione conclusiva del concorso.

CLICCA QUI PER: scaricare il bando, il questionario informativo, la lettera ai dirigenti scolastici degli istituti e delle scuole e la scheda autorizzazione per studenti minorenni. 

CNA Pisa diventa sportello Pegaso per iscrizioni alla famosa Univesirtà ON LINE

Un servizio in più presso le sedi CNA di Pisa. In virtù di un accordo nazionale tra l’Università Telematica Pegaso e CNA, tutte le sedi territoriali di CNA possono raccogliere le iscrizioni universitarie per conto di Pegaso. Tutte le sedi CNA sono automaticamente accreditate per raccogliere le iscrizioni, Il costo medio per ogni anno di laurea ammonta a € 3000, ma gli iscritti attraverso la CNA (soci o non soci che siano) possono usufruire di sconti importanti.

Per informazioni: 

Valentina Cesaretti
cesaretti@cnapisa.it
050 876331 

Una Laurea anche per gli artigiani? Perché no!

Adesso è possibile con la Formazione gratuita di ARTEX che rilascia CFU ARTEX

Gli imprenditori dell’artigianato artistico e tradizionale toscano possono usufruire dell’accordo d’intesa tra Università Mercatorum e Artex che vuole offrire la formazione, l’orientamento professionale, l’aggiornamento e la riqualificazione, con particolare attenzione alla formazione superiore dei lavoratori e degli imprenditori delle imprese rappresentative del “Made in Italy” in Italia e nel Mondo.

Il progetto è promosso dalla Regione Toscana e in collaborazione con CNA Toscana.

I corsi sono completamente gratuiti e al termine vengono rilasciati i Crediti Formativi Universitari spendibili anche per completare il percorso di laurea.

Si usufruisce del corso completamente on line e gli esami si possono dare a Montecatini (sede della Camera di Commercio accreditata).

Dal momento che i percorsi rilasciano i crediti universitari, l’accesso è consentito a chi è in possesso di diploma. 

Questo il link per iscriversi ed avere info (ogni corso ha la sua scheda ed il modulo di iscrizione: https://www.unimercatorum.it/ricerca/progetti/artex.

Per info: 

Valentina Cesaretti
cesaretti@cnapisa.it
050 876331

Semplificare il Fisco? Le proposte di CNA

Abrogare tutti gli adempimenti diventati superflui e l’Irap, profonda revisione del decreto fiscale, esonero dall’obbligo di memorizzazione elettronica dei corrispettivi per gli imprenditori che operano presso l’abitazione del cliente o in forma ambulante. Sono alcune delle misure proposte dalla CNA per la semplificazione del fisco in occasione del tavolo a palazzo Vidoni, alla presenza del Ministro della Funzione Pubblica Fabiana Dadone e del Capo di Gabinetto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Luigi Carbone. Si tratta del primo di una serie di incontri dedicati alle semplificazioni fiscali per le imprese. Tema d’interesse prioritario sul quale, da tempo, CNA sollecita un intervento organico da parte delle istituzioni.

Ti interessa? Continua a leggere CLICCANDO QUI

DIGITAL INNOVATION HUB – Ciclo di eventi

Innovazione e Tutela: i bandi marchi+3, Brevetti+, disegni+4 e il bando innovazione

Il Piano Industria 4.0, lanciato per la prima volta dal MISE nel novembre 2015, ha dato vita ad una rete infrastrutturale dell’innovazione digitale con l’obiettivo di creare strette interazioni tra ricerca e impresa, formazione e lavoro, innovazione e territori.

Questa rete ruota intorno a due soggetti fondamentali:
• i Competence Center, che inizieranno le loro attività alla fine del 2018, rappresentano poli di ricerca e innovazione legati, allo stesso tempo, alle università ed alle imprese e capaci di fornire altissime competenze sulle tecnologie 4.0
• i Digital Innovation Hub (DIH) forniscono servizi alle imprese valorizzando e mettendo in rete i vari attori dell’ecosistema dell’innovazione digitale
All’interno di questa prospettiva, i Digital Innovation Hub costituiscono la vera e propria “porta” di accesso per le imprese al mondo 4.0 nella misura in cui mettono a loro disposizione servizi per introdurre tecnologie 4.0, sviluppare progetti di trasformazione digitale, accedere all’ecosistema dell’innovazione a livello regionale, nazionale ed europeo. CNA dispone di un Albo fornitori qualificati, di consulenze specifiche per innovazione tecnologica ricerca e sviluppo brevetti e certificazione.

Per saperne di più partecipa agli incontri in programma il primo dei quali è

 

Giovedì 6 febbraio
sede CNA Pisa – Via G. Carducci, 39, San Giuliano Terme

ore 16.30 registrazione partecipanti

ore 16.45 Strumenti agevolativi per l’innovazione aziendale – Marlene Sotomayor    Finart

ore 17.15 Focus sulla tutela di marchi brevetti e disegni – avv. Marika Bruno – BBP Legal

ore 17.40 Focus bando innovazione B – Federico Ruberti  – Presidente Nextin

ore 18.30 possibilità di prenotare un incontro veloce con i consulenti

Aperitivo

L’evento è gratuito ma è richiesta la registrazione CLICCANDO QUI

Premiazione Gusto Toscano Pisa

Grande successo di partecipazione per la iniziativa organizzata da CNA Pisa e il quotidiano La Nazione per far emergere le molte aziende di eccellenza nelle produzioni alimentari.

Mercoledì 15 gennaio si è tenuta la premiazione del contest “Gusto Toscano”, iniziativa promossa e coordinata da CNA Toscana in collaborazione con La Nazione nella sede della CNA di Pisa a La Fontina.

La classifica dei partecipanti ha visto il coinvolgimento di 69 imprese del territorio pisano.

I primi tre classificati sono:
1° Osteria Lago Ponte d’Oro di Arena Metato
2° Enomacelleria Lo Scalco di San Miniato
3° Pizzeria da Lara di Pisa

Ai tre vincitori verranno consegnati i seguenti premi: 

1° classificato : smartbox con viaggio per 2 persone + voucher servizi* consulenza Cna € 500

2° classificato : voucher servizi* consulenza Cna € 300

3° classificato : voucher servizi* consulenza Cna € 200

Soddisfazione da parte di tutti partecipanti per la riuscita della presidenza iniziativa che La Nazione ha spostato per due mesi dedicando alle attività coinvolte articoli e foto, tratteggiando un panorama produttivo che crea posti di lavoro salva le tradizioni enogastronomiche locali e mantiene le caratteristiche tipiche di un territorio sempre più apprezzato anche dai turisti.

A premiare i tre vincitori e i primi dieci classificati fra i 69 partecipanti il Presidente CNA Francesco Oppedisano e Daniele Fagiolini Portavoce HoReCa e l’Assessore alle attività produttive del Comune di Pisa Paolo Pesciatini e naturalmente il Capo servizio de La Nazione di Pisa Guglielmo Vezzosi.

Erano presenti alla premiazione anche Roberto Rappuolo portavoce CNA Toscana alimentare CNA,  la Vicesindaco di San Miniato Elisa Montanelli e la Vicesindaco di San Giuliano Terme Lucia Scatena.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

Master in design per l’artigianato: aperte le iscrizioni fino al 24 gennaio

Design del prodotto e strategie per l’innovazione artigianale

Il Master Accademico di I livello in Design per l’artigianato – design del prodotto e strategie per l’innovazione artigianale ha l’obiettivo di sviluppare professionalità in grado di valorizzare il settore dell’artigianato artistico contemporaneo.

Il master è offerto dall’Accademia di Belle Arti di Firenze e dall’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Firenze in collaborazione con CNA Toscana e si propone di formare progettisti e figure professionali specializzate nella gestione di prodotti e servizi utili a creare innovazione nel settore dell’artigianato. Il percorso formativo guarda, quindi, alla fusione dell’antico fare artigianale con i nuovi processi di produzione e di comunicazione offerti dalla digital fabrication e dal web.

Il master è stato attivato per la prima volta nell’anno accademico 2019/2020. Per partecipare occorre inviare domanda di ammissione entro il 24 gennaio 2020. L’inizio delle lezioni è previsto il mese di febbraio 2020.

Per iscrizioni e maggiori informazioni consultare il bando CLICCANDO QUI