GUSTO TOSCANO – La Nazione e CNA insieme per raccontare gli artigiani dell’agroalimentare 

La qualità del made in Tuscany in vetrina. Anzi, sotto la luce dei riflettori della cronaca. Per raccontare un universo sconfinato fatto di professionisti artigiani che ogni giorno si impegnano con passione per rappresentare il meglio del ‘Gusto Toscano’.

Si chiama proprio così il gioco promosso da La Nazione e Cna Toscana e rivolto a tutte le imprese del comparto dell’agroalimentare regionale. Aziende che hanno l’ambizione di rappresentare la ‘toscanità’ nel prodotto offerto e nel garbo verso la clientela.

Sono due categorie artigiane che possono partecipare alla sfida.

Categoria salato: forni artigianali e panetterie; pastifici artigianali; pizzerie artigianali (al taglio, da asporto, al tavolo); salumerie, macellerie, norcinerie; altri produttori di alimenti di origine animale e vegetale; ristoranti e trattorie con prodotti locali; frantoi; caseifici.

Categoria dolce: pasticcerie artigianali, biscottifici, cioccolaterie; gelaterie artigianali; torrefazioni; produzioni di miele; mulini artigianali; produzioni artigianali di the e bevande.

Ogni giorno – a partire da sabato 12 ottobre – La Nazione pubblicherà sulle pagine di ciascuna delle dieci edizioni regionali (ovvero Firenze, Empoli, Pisa-Pontedera, Pistoia-Montecatini, Prato, Lucca, Viareggio, Grosseto-Livorno, Siena, Arezzo e Massa Carrara) un tagliando attraverso il quale i lettori potranno votare il proprio artigiano del ‘Gusto Toscano’ preferito. Sulle pagine del giornale poi saranno raccontati quotidianamente i protagonisti della sfida attraverso la pubblicazione di una intervista e della relativa foto.

Ogni settimana – a partire da martedì 29 ottobre per Firenze e mercoledì 30 ottobre per le altre edizioni – saranno pubblicate le classifiche provvisorie in base ai coupon giunti nelle redazioni de La Nazione o nelle sedi locali di Cna attraverso la posta o la consegna a mano.

Anche i lettori potranno prendere parte attivamente al gioco: scrivendo infatti il proprio nome, cognome e recapito mail o telefonico potranno essere estratti per una serie di premi finali. Più tagliandi invieranno o consegneranno dunque, maggiori chance avranno di vincere.

L’iniziativa Gusto Toscano si concluderà a metà dicembre con la pubblicazione dell’ultimo tagliando il giorno lunedì 16 dicembre. La classifica definitiva sarà stilata domenica 22 dicembre, mentre le premiazioni dei vincitori del contest (imprese e lettori) avverranno dopo le festività natalizie.

Alla presentazione dell’iniziativa a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della Regione Toscana, sono intervenuti l’assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo, la direttrice de La Nazione Agnese Pini, il presidente di Cna Toscana Andrea Di Benedetto, il direttore di Cna Toscana Nicola Tosi e il presidente Cna Alimentare Toscana Roberto Rappuoli.

Gli imprenditori della Provincia di Pisa che volessero candidarsi e partecipare all’iniziativa possono inviare una mail con i propri contatti ai seguenti riferimenti oppure rivolgersi direttamente ad una sede Cna:

Sabrina Perondi
perondi@cnapisa.it

Made in Italy e l’indicazione di origine dei prodotti alimentari

Come indicare l’origine dei prodotti alimentari nell’etichetta

QUANDO?
Venerdì 11 ottobre 2019 alle ore 15:30 – 18:00

DOVE?
CNA Pisa (Via Giosuè Carducci, 39 – 56010 Ghezzano)

Il seminario è gratuito ma si richiede la registrazione CLICCANDO QUI

Le nuove regole europee scattano ad aprile 2020

Il Regolamento esecutivo prevede che i produttori saranno obbligati a fornire in etichetta le informazioni sull’origine, solo quando il luogo di provenienza dell’alimento è indicato – o anche semplicemente evocato – in etichetta e non è lo stesso di quello del suo ingrediente primario. Ad esempio: se un pacco di pasta lavorata in Italia riporta il tricolore dovrà indicare se l’origine del grano è estera, se cioè “l’ingrediente prevalente”  proviene da altro paese. Così come un salume dovrà specificare l’origine della carne suina proviene dalla Germania o dalla Polonia e sulla confezione si fa riferimento con “segni, simboli” all’italianità del prodotto. Diventa legge l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti per valorizzare la produzione agroalimentare nazionale e consentire scelte di acquisto consapevoli ai consumatori contro gli inganni dei prodotti stranieri spacciati per Made in Italy. La norma consente di estendere a tutti i prodotti alimentari l’obbligo di indicare in etichetta il luogo di provenienza geografica.

PROGRAMMA

15.30 Registrazione partecipanti

15.45 Saluti iniziali del Presidente CNA Pisa, Matteo Giusti

16.00 “Il Made in Italy e le indicazioni di origine dei prodotti agroalimentari” Dr. Oreste Gerini, Direttore della Direzione Generale della Prevenzione e del contrasto alle frodi agroalimentari del Mipaaf

16.30 “Il Regolamento UE 775/2019 relativo all’indicazione di origine degli ingredienti primari” Dr. Valerio De Vitis QTA Consulting srl

17.00 “Le indicazioni della Commissione Europea al Regolamento 775/2018”

Dr. Gabriele Rotini Responsabile CNA Agroalimentare Nazionale

17.30 Conclusioni del Presidente CNA Agroalimentare Pisa, Marco Morelli

Il seminario è gratuito ma si richiede la registrazione CLICCANDO QUI

Artigiani e microimprese spingono la crescita degli occupati

L’artigianato e le micro imprese trainano la crescita dell’occupazione nel secondo trimestre del 2019. Dalla Nota congiunta sull’occupazione diffusa oggi da IstatMinistero del lavoroInpsInail e Anpal emerge che il saldo tra le attivazioni e le cessazioni nel corso di un anno è positivo, pari a 271mila posizioni lavorative dipendenti. Il contributo principale arriva dalle imprese fino a 9 dipendenti con un incremento di 161mila posizioni lavorative per effetto di 2 milioni e 336mila attivazioni e 2 milioni e 175mila cessazioni.

L’andamento conferma la vitalità di artigiani e piccole imprese anche in una fase stagnante dell’economia ma è fondamentale che l’agenda economica del governo dedichi risorse e politiche a favore del mondo dell’artigianato e delle piccole imprese.

Continua a leggere sul sito nazione di CNA CLICCANDO QUI

CREABELLEZZA 2019 – A Pisa la 2^ edizione del Concorso Nazionale a tema di Trucco e Parrucco

Un evento unico nato a Pisa nel 2002 di CNA Benessere per Acconciatori ed Estetiste

A Pisa il 7 ottobre 2019 presso il Centro Meeting “Gusto in Tempo”, adiacente il B&B Hotel di Ospedaletto-Pisa (via Scornigiana,1) dalle ore 9,00 alle ore 17,00, si rinnova l’appuntamento con CREABELLEZZA 2019, nata originariamente a Pisa nel 2002 e poi cresciuta fino all’attuale 15^ edizione e diventare un format adottato anche a livello nazionale da CNA .

Nel tempo sono cambiate le formule, ma sempre al centro dell’obiettivo c’è quello di offrire un momento di aggiornamento tecnico e professionale, di proporre spunti sulle tendenze del mercato, sulle mode e sulle ultime novità, ai professionisti del settore benessere, acconciatura e estetica.

Gli organizzatori Carlo Musto, Presidente Acconciatura CNA Pisa e Antonella Orsini, Presidente Estetica CNA Pisa con il coordinatore dell’Unione Benessere Marcello Bertini hanno allestito una giornata densa di momenti diversi che coniuga l’espressione dell’arte del benessere a 360 gradi: infatti non mancheranno anche momenti di musica, musical, cabaret e body painting.

“CNA Benessere e Sanità della provincia di Pisa,- spiegano gli organizzatori, ha organizzato l’edizione “Crea Bellezza 2019“, come un seminario di moda, capelli, estetica e trucco cui è affiancato parallelamente un concorso, ispirato al mondo del cinema, aperto alle imprese e alle scuole di settore della provincia. Questo sarà il momento più spettacolare: un talent show, ovvero una sfida a colpi di talento, creatività e passione per far emergere gli hairstylist e i make-up artist di domani e confermare artisticamente i valori dei professionisti delle nostre imprese locali. Bisogna inoltre ricordare che quest’anno celebrando i 70 anni di Cna Pisa, essa è proprio la risultante di una azione associativa che ha le sue più antiche radici nella Società di Mutuo Soccorso tra Parrucchieri per Uomo del Comune di Pisa, sorta a difesa di quella categoria nel lontano 1896. Infatti il nucleo portante del gruppo di artigiani che nel 1949 costituirono la CNA di Pisa era composto prevalentemente da Barbieri. Qualche anno dopo furono create anche La Cooperativa Rifornimento Parrucchieri e le Accademie degli Acconciatori per Uomo (ANAM) e per Donna (UNFASS)”.

Il presentatore della giornata è Marco Vincent (collaboratore di Tv 50Canale Pisa) ed interverranno al meeting oltre agli acconciatori ed estetiste di Pisa e provincia con gli addetti ai lavori, anche altri colleghi della Toscana ed oltre (come ad esempio ospiti di Cna Nazionale). I giurati esperti del settore per il concorso sono espressione dei vertici di Cna locale, regionale e nazionale dei settori di acconciatori, estetica e moda.

Partecipano al talent oltre ad una rappresentanza di imprese pisane anche 6 Scuole di acconciatori ed estetiste del territorio della provincia di Pisa. Creabellezza 2019 beneficia del patrocinio di: Regione Toscana, Provincia e Comune di Pisa, Camera di Commercio di Pisa, Camera Italiana dell’Acconciatura.

Il talent seguirà lo schema già sperimentato con successo lo scorso anno dove i team in gara sono formati da parrucchiere, estetista e modella. “Come Cna Benessere Pisa tra l’altro, con grande orgoglio – sottolineano Orsini e Musto-  difenderemo il titolo nazionale in carica vinto nella sezione scuole, nella finalissima di Roma lo scorso dicembre. Il nostro scopo  – specificano Carlo Musto ed Antonella Orsini – non è solo quello di sensibilizzare i futuri nuovi talenti del settore a vivere la professione con passione e spirito di collaborazione , sapendo che, comunque andrà, per la loro dedizione ed il loro impegno, sarà un successo, ma anche che il successo professionale non arriva appunto senza passione, dedizione ed un costante aggiornamento. Il tutto unito alla capacità di lavorare in team, una dote indispensabile nel settore benessere. Ed è questo lo spirito più autentico di Creabellezza il talent organizzato da CNA Benessere e Sanità Nazionale per far emergere i talenti della professione del benessere (acconciatura ed estetica) e per dare una occasione di aggiornamento a chi lavora nel settore”. Matteo Giusti presidente CNA Pisa ha sottolineato “il valore locale e nazionale di un evento nato a Pisa che non è mai rimasto fermo su una formula, ma coerentemente con il suo intento di fornire i trend più profondi che muovono queste professioni, ogni volta si trasforma e sperimenta formule ed esperienze nuove”.

Programma LUNEDÌ 07 OTTOBRE 2019

ore 9,00  Registrazione dei partecipanti

ore 9,30 Presentazione della giornata e breve intervento degli invitati.

ore 10,00 (Sala Acqua) Inizio del Concorso Nazionale Crea Bellezza’19

(Sala Sole) Show Moda Capelli – Nuove Tendenze della Donna SENSUS

ore 11,00 spazio sponsor

ore 11,10 Momento musicale con Jordan Howl, cantautore ambient/elettronico.

ore 11,20 Flash Creativo Trucco con la Make up Artist di  ICONA MILANO

ore 11,50 coffee break in collaborazione con “I Piaceri del Palato” di Pisa

ore 12,00  ricreazione: “salsa baciata condivisa” con Bailando Academy

ore 12,15 L’Uomo: Barba&Capelli di Federico Lucchese Man Stylist pluripremiato e Campione del Mondo”.

ore 12,45 Sfilata finale di tutti i lavori di Sensus, Icona e Lucchese

ore 13,00 pausa pranzo offerto dagli sponsor

ore 14,00 momento musicale con il cantante Jordan Howl

ore 14,15 Esibizione finale in pedana dei concorrenti al Talent Crea Bellezza

ore 14,45 Performance di Body Painting Creation di Sabina Cecconi e sfilata di tutti i lavori del talent con esibizione della Stilista Cristina Biondi.

ore 15,00 Cabaret di comici by “HURRICANE” made in Puglia

ore 15,45 spazio sponsor

ore 15,55 Musical “Grease” del gruppo Bailando Academy di Milano

ore 16,10 Proclamazione dei vincitori del Talent: categorie Imprese e Scuole

ore 16,30 Premiazione e saluti

 

I Saloni di Acconciatura e i Centri Estetici che volessero iscriversi all’Evento, ad ingresso libero, possono contattare:

– Carlo Musto Presidente Acconciatori CNA Pisa 3470668321 – carlomusto@live.it

– Antonella Orsini Presidente Estetiste CNA Pisa – antonella.orsini.65@alice.it

– Marcello Bertini Coordinatore CNA Benessere 3487916309 – bertini@cnapisa.it

Convenzione CNA Pisa con CLAS concessionaria Renault Dacia

Il 26 settembre scorso durante il Seminario #FGAS è stata presentata la convenzione con CLAS Concessionaria Renault Dacia di Livorno, Pisa, Cecina.

Se hai un’azienda o sei libero professionista associato CNA scopri gli sconti esclusivi per te di Renault su: http://www.renaultclas.it/

OPPORTUNITÀ – Polo Tecnico Professionale della Valdera Meccanica

Un’opportunità per gli studenti, per le imprese, per il mondo della formazione, per tutto il settore della Meccanica

Si è tenuta la presentazione ufficiale del progetto. Nella foto il Prof. Marco Lorenzetti Iti,  Pros.ssa Missaggia Ipsia P§acinotti, e Matteo Giusti, Presidente CNA Pisa.

Cosa è un Polo Tecnico Professionale (PTP)?

PTP sono reti formalizzate tra soggetti pubblici e privati che includono istituti tecnici e/o professionali, imprese, organismi di formazione professionale e ITS e favoriscono un’offerta formativa qualitativamente migliore e più rispondente alle esigenze del tessuto produttivo attraverso l’integrazione delle risorse professionali, strumentali e finanziarie. In Toscana, all’avvio dell’anno scolastico 2014-2015, si sono formalmente costituiti 25 Poli Tecnico Professionali, nelle seguenti 5 filiere produttive: agribusiness, turismo e beni culturali, sistema moda, meccanica, nautica.

Di cosa si occupa il PTP Valdera Meccanica?

È un Polo Tecnico Professionale che ha l’obiettivo di aiutare il contatto tra studenti, mondo della formazione e imprese del sistema della Meccanica del territorio della Valdera, rafforzare le azioni di comunicazione tra i diversi soggetti pubblici e privati coinvolti; realizzare azioni di formazione e aggiornamento dei docenti, rafforzare l’orientamento all’innovazione e alla ricerca delle aziende. Fanno parte del polo Valdera Meccanica i seguenti soggetti: Scuole (I.T.I “G. Marconi”, IPSIA “A. Pacinotti”), AM TESTING srl, CATARSI ING. PIERO E C. S.R.L, COPERNICO – SOCIETÀ CONSORTILE A RESPONSABILITÀ LIMITATA, PROVINCIA DI PISA, COMUNE DI PONTEDERA, DONATI S.R.L, PONTLAB S.R.L, PONTEDERA & TECNOLOGIA SOCIETÀ CONSORTILE A RESPONSABILITÀ LIMITATA (PONT-TECH SCARL), C.N.A ASSOCIAZIONE PROVINCIALE DI PISA, FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MANUTENZIONE INDUSTRIALE (ITS PRIME)

Quali iniziative realizzerà il PTP Valdera Meccanica nei prossimi mesi:

1. La creazione di un osservatorio permanente, che curi la realizzazione e il successivo aggiornamento di indagini e ricerche per la rilevazione dei fabbisogni territoriali, dei livelli di competenza e degli esiti occupazionali dei diplomati PTP, con particolare attenzione alla definizione dei profili formativi di nuove figure professionali. L’obiettivo dell’osservatorio sarà di raccogliere e analizzare le esigenze formative aziendali, i TREND tecnologici di maggiore interesse per le aziende e quindi capire la reale spendibilità dei titoli di studio nel mercato del lavoro, e le prospettive di sviluppo delle professioni connesse al settore della Meccanica.

2. La realizzazione di 2 incontri scuola aperta per ogni istituto partner del PTP: (I.T.I “G. Marconi”, IPSIA “A. Pacinotti”). In questi incontri avranno un ruolo significativo le imprese e i rappresentanti delle imprese presenti nel Polo. La realizzazione di incontri orientativi per ragazzi delle classi III delle scuole di primo ciclo (aperto a ragazzi, genitori e docenti) finalizzati a Informare sui percorsi che esistono all’interno delle scuole che sono all’interno del PTP, sull’iscrizione, su come scoprire professioni e scuole e riguardo la riforma scolastica.

4. Iniziative finalizzate alla promozione degli strumenti del sistema duale, quali alternanza scuola – lavoro, tirocini, apprendistato.

5. Incontri aperti anche a soggetti del territorio (ad esempio Centri per l’impiego, Agenzie Interinali, Associazioni Giovanili) di informazione e rafforzamento del sistema duale negli altri istituti e aziende coinvolte nel Polo.

6. Definizione di incontri tematici a sportello presso ogni Istituto presente nel PTP, dove un rappresentate per ogni soggetto appartenente al Polo presenta le opportunità post-diploma (IFTS, ITS, Servizio Civile, Tirocini, Università).

Gli studenti, le famiglie, le imprese e in generale tutti gli operatori del comparto agroalimentare e agroindustriale sono invitati a partecipare agli incontri e alle attività previste. Per seguire le attività del PTP Valdera Meccanica sarà presto disponibile il sito www.ptp-valdera.it.

CNA Fita – Non all’abolizione dei sussidi all’autotrasporto

E vanno evitati in ogni modo aumenti delle accise

CNA Fita è del tutto contraria alla eventuale abolizione delle misure di sostegno a favore dell’autotrasporto. La bozza del decreto sul clima prevederebbe la progressiva cancellazione dei sussidi fiscali considerati dannosi per l’ambiente, tra cui quelli per l’autotrasporto merci. Un provvedimento negativo per l’intero settore.  In particolare il rimborso delle accise sul gasolio per autotrazione che consente agli autotrasportatori italiani di contenere il divario rispetto al prezzo pagato in altri Paesi. Qualunque riduzione delle agevolazioni non può avvenire se non dopo l’eliminazione di tutte le componenti accessorie che gravano sulle accise. Un lungo elenco in cui compaiono ancora il finanziamento della guerra d’Etiopia del 1935 e la crisi di Suez del 1956”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA)

CREABELLEZZA 2019 – Torna il talent show di CNA per far emergere hair stylist e make-up artist di domani

A Pisa il 7 ottobre 2019 presso il B&B Hotel dalle ore 9,00 alle ore 17,00

È un evento a carattere nazionale creato da Cna, attraverso le articolazioni di mestiere CNA Acconciatori e CNA Estetica, che offre agli acconciatori, alle estetiste ed ai make up artist la possibilità di esprimere la loro vena artistica e di presentare i loro lavori più creativi, in una competizione volta ad individuare gli stilisti della bellezza , delle tendenze attuali e di domani.

Scopri di più sul sito nazionale dedicato al talent show CLICCANDO QUI

Per partecipare i candidati devono iscriversi al Talent per mezzo del modulo di iscrizione e sostenere una prima prova di trucco ed acconciatura in pedana nella propria Regione o in una limitrofa. I vincitori di ciascuna competizione regionale parteciperanno ad una competizione finale nazionale che avrà luogo a Roma il 28 ottobre 2019.

La tappa pisana si terrà lunedì 7 ottobre al B&B Hotel. 

Per tutti i titolari di centri di estetica e saloni di acconciatori che volessero avere informazioni inerenti il Talent Show CREA BELLEZZA 2019, possono contattare:

  • Carlo Musto Presidente Acconciatori Pisa 3470668321 carlomusto@live.it
  • Antonella Orsini Presidente Estetiste Pisa antonella.orsini.65@alice.it
  • Marcello Bertini Coordinatore Sindacale CNA Pisa 3487916309 bertini@cnapisa.it

Per registrarsi all’evento CLICCARE QUI

TAX FREE DAY – A Pisa il giorno di liberazione dal fisco nel 2019 è arrivato il 5 agosto

Indagine CNA sul peso del fisco sulle imprese italiane

Ci vogliono ben 218 giorni dall’inizio dell’anno a Pisa per pagare tasse e imposte, e ne rimangono quindi 147 per il resto. Il Tax Free Day, il giorno di liberazione dalla Tasse, per i pisani nel 2019, è stato il 5 agosto. Con un lieve miglioramento rispetto allo scorso anno, visto che nel 2018 era stato necessario arrivare fino al 12 agosto. Una settimana in meno dunque grazie all’effetto deducibilità al 50% almeno dell’IMU sugli immobili strumentali, i famosi capannoni, croce e delizia per tutte le imprese. Una misura peraltro ottenuta grazia alla pervicace azione a livello nazionale da CNA che la chiedeva da anni. Deducibilità che è già stata programmata passare al 100% entro il 2023. Lo afferma l’indagine che è ormai diventata un appuntamento fisso della CNA con il Rapporto 2019 “Comune che vai fisco che trovi”, realizzato dall’Osservatorio permanente CNA sulla tassazione delle Pmi.

La città di Pisa si piazza 79° in graduatoria nazionale fra i 141 Comuni considerati (tutti i capoluoghi, più alcuni altri) e vede arretrare di una settimana il Tax Free Day, appunto dal 12 al 5 agosto, grazie ad un Total Tax Rate, ovvero il peso complessivo di tutte le forme di imposte e tasse sul reddito disponibile, che si attesta al 59,8% pari appunto a 218 giorni su 365 nei quali si lavora per il Fisco. O sei giorni su dieci, se si preferisce.

“Apprendiamo con un minimo di sollievo anche questo pur lieve miglioramento – ha commentato il Presidente CNA Matteo Giusti – Ma non ci interessa dare patenti di buoni e cattivi a seconda delle stagioni politiche o di chi governa il singolo Comune. Ciò che ci interessa mettere in luce con questa indagine a livello nazionale che parte dai dati raccolti localmente è il peso eccessivo del fisco sulle imprese italiane. Un peso che troppo spesso si aggiunge al peso della burocrazia ed è male accompagnato anche da servizi pubblici troppo spesso non soddisfacenti (sanità, istruzione, trasporti…..). Il nostro paese ha bisogno di una svolta che può essere data solo se si rimettono al centro le imprese, che sono il motore del paese.”

Chiave di lettura delle schede Comune

Le 141 schede di lettura – una per ciascun Comune analizzato nel Rapporto – riportate nelle pagine che seguono, integrano le principali informazioni emerse dalle analisi afferenti ai comuni. A parte le informazioni generali di “Total Tax Rate” e relativo “Tax Free Day” come pure il posizionamento in classifica secondo le proiezioni per l’anno 2019, sono inclusi un grafico ed una tabella (allegati) che meritano di essere commentati per meglio comprendere il loro contenuto informativo. Nella tavola sono rappresentati i valori dei singoli tributi dovuti dall’impresa nei diversi anni considerati. Con riferimento all’anno 2019 troviamo tre valori. Il primo valore (2019) è quello che fa riferimento alle proiezioni per l’anno 2019 ed include la deducibilità IMU dal reddito d’impresa al 50%. Il secondo valore (2019 IMU100%) si riferisce al “Total Tax Rate” calcolato considerando la deducibilità IMU al 100% riconosciuta dalla norma solo al 2023. Infine, il terzo

valore, (2019-MiniIRES) fa riferimento all’impresa che, per il 2019, sceglie di applicare la Mini-IRES quale metodo di tassazione dei redditi d’impresa. Nella parte bassa della tabella sono evidenziate alcune differenze tra le diverse misure per mettere in risalto diversi aspetti. Quindi, ad esempio le variazioni dei tributi dovuti e del Total tax Rate nelle ipotesi in cui l’impresa sceglie di applicare la Mini-IRES (Var. 2019 MiniIRES) ovvero la riduzione dei tributi dovuti e del “Total Tax Rate” con la deducibilità dell’IMU al 100% (Var. 2019(IMU 100%).

A parte queste informazioni si nota anche la variazione dei tributi dovuti dall’impresa durante tutto il periodo considerato nelle analisi (Var. 2019/2011), ovvero, le differenze nelle somme dovute sulla base dell’ultimo anno precedente a quello in corso (cfr. var. 2019/2018). Nel lato destro della tavola sono riportate le analoghe informazioni, questa volta in termini di incidenza sul “Total Tax Rate” dell’impresa, distinguendo le informazioni per ambito impositivo (erariale, regionale e comunale). Oltre alla tabella, nelle schede è anche incluso un grafico che evidenzia l’andamento nel periodo 2011-2019 dei diversi ambiti impositivi di cui si compone il “Total Tax Rate” complessivo del Comune, includendo anche l’andamento del reddito disponibile come contraltare. Al fine di agevolare la lettura delle informazioni, è stato data rappresentazione grafica degli effetti della deducibilità dell’IMU dal reddito d’impresa al 100%.

Fonte CNA: Centro studi – Osservatorio della tassazione sulla piccola impresa – Rapporto 2019

Leggi il rapporto 2019 CLICCANDO QUI

PREMIO CAMBIAMENTI 2019 – Iscrizioni aperte fino al 30 settembre

Sei una start up nata costituita dopo il 01-01-2016?

Per te in palio 20 mila euro, un bel viaggio, masterclass formative e tanto altro offerto dai partner di CNA.

Mettiti alla prova con Cambiamenti 2019, il grande concorso nazionale che scopre, premia e sostiene le migliori imprese italiane nate negli ultimi tre anni (dopo il 1° gennaio 2016) che hanno saputo riscoprire le tradizioni, promuovere il proprio territorio e la comunità, innovare prodotti e processi e costruire il futuro.