Erasmus+ AriTsan, un progetto europeo per la valorizzazione e la salvaguardia del mondo artigiano attraverso la tecnologia

Mestieri a rischio estinzione: la santacrocese Nkey rilancia con Erasmus+ AriTsan, un progetto europeo per la valorizzazione e la salvaguardia del mondo artigiano attraverso la tecnologia

Scongiurare la scomparsa della figura dell’artigiano, dei vecchi mestieri ma anche del prezioso patrimonio culturale del nostro Paese cercando un solido alleato nella tecnologia. È l’obiettivo – ma soprattutto il concreto impegno – dell’azienda informatica santacrocese Nkey che, anche per contrastare gli effetti economici provocati dalla pandemia, sta coinvolgendo realtà artigiane locali nel progetto Erasmus+ ArITsan.

Finanziato da fondi europei, ArITsan nasce da una riflessione dell’associazione rumena capofila, ProXpert, sulla precarietà del settore artigiano europeo che, ad ogni latitudine senza eccezione alcuna, sta attraversando una fase di elevata criticità. Un progetto ampio, a cui partecipano sette partner europei (oltre Italia e Romania anche Malta, Regno Unito, Polonia, Portogallo e Spagna) che mira a promuovere l’alfabetizzazione imprenditoriale e nuovi approcci educativi all’informatica e al digitale pensati appositamente per artigiani senior. Del resto l’eredità culturale di ogni paese, primo fra tutti l’Italia, non può prescindere dal prezioso patrimonio artistico custodito dagli artigiani più anziani che, inevitabilmente, stanno da tempo facendo i conti con un modello di imprenditoria sempre più informatizzato e digitale che, senza un’adeguata guida, rischia di confinarli ai margini del mondo imprenditoriale costringendoli a chiudere i battenti e a disperdere il loro prezioso patrimonio culturale e artigianale.

Carla Sabatini

Ecco che proprio partendo da questi presupposti, Carla Sabatini (nella foto a fianco), una dei quattro soci fondatori della santacrocese Nkey nonché membro di presidenza CNA Pisa area cuoio, ha preso le redini del coordinamento del team italiano individuando un target di artigiani senior che possieda solide competenze artigianali ma non adeguate competenze ITC. In questo modo, contando sull’appoggio e il contributo di Cna Pisa e della sua agenzia formativa Copernico, ha promosso la loro partecipazione ad attività educative volte a migliorare le competenze informatiche e digitali, spiegando altresì il potenziale dell’e-commerce e del variegato patrimonio “unito nella diversità” dell’Unione Europea.

Un maestro d’ascia, uno scultore d’arte sacra ma anche un artigiano della conceria e un riparatore di strumenti vintage: questi i primi mestieri incontrati e coinvolti per capire da vicino le necessità e le opportunità da offrire a queste figure con l’obiettivo di non disperdere il prezioso patrimonio dell’artigianato artistico toscano e per sostenere le loro attività.

Elisa Scardigli

“Data la storia dell’artigianato italiano e la ricchezza della tradizione artigiana presente proprio qui, nella nostra zona del cuoio, mi sono subito state chiare le opportunità che può offrire un progetto come ArITsan che ci permetterà di lavorare per il territorio portando alla luce le reali difficoltà dei nostri artigiani. Ringrazio Barbara Carli, direttrice esecutiva di Cna Pisa e Valentina Cesaretti (nella foto a fianco) responsabile agenzia formativa Copernico per il prezioso contributo offertoci. Il nostro team è partito dal settore più locale, quello conciario, per raccontare la storia di Enrico Volterrani, titolare della conceria Prima Pelle, poi è stata la volta dell’artigiano lucchese Martino Landi, scultore di arte sacra e del livornese Fulvio Pacitto, l’ultimo maestro d’ascia che ha fatto del legno il suo lavoro e la sua vita. Infine, sempre a Livorno, abbiamo incontrato Gian Luigi Cirelli, uno dei pochissimi riparatori di strumenti musicali elettrici vintage rimasti in Italia. Dall’incontro con queste figure abbiamo potuto capire le reali mancanze e necessità dei nostri artigiani e da qui ripartiamo, attraverso ArITsan, con l’obiettivo di salvaguardare e tutelare le loro attività e la nostra tradizione dell’artigianato artistico italiano” interviene Carla Sabatini.

“Spesso la debolezza dell’artigiano sta nella difficoltà di proporsi in un mercato in continuo cambiamento, nel far riconoscere il proprio valore e nel passare il proprio sapere.  Utilizzare il digitale, per trasmettere l’importanza del talento delle proprie mani può dare un contributo tangibile per salvare le attività artigianali di eccellenza dal rischio di scomparsa che le minaccia” commenta Elisa Scardigli (nella foto a fianco), presidente di Zona Area Cuoio

Valentina Cesaretti

A concludere Valentina Cesaretti, responsabile agenzia formativa Copernico: “In questi ultimi anni, anche a causa della pandemia che ha completamente cambiato il modo di fare acquisti, abbiamo compreso sempre più la necessità per il mondo dell’artigianato e della piccola e media impresa di strutturare nuove modalità di approccio al cliente nella vendita. Non basta più la qualità artigianale, per essere attrattivi. Oggi è necessario utilizzare nuovi strumenti digitali e sviluppare determinate competenze informatiche per raggiungere potenziali clienti ed essere attrattivi. Proprio per questo CNA e l’Agenzia Copernico hanno puntato molto a strutturare percorsi di consulenza e formazione in tale ambito, cercando di offrire alle aziende strumenti di promozione e marketing altamente innovativi. L’idea è quella di continuare su questa strada, aprendoci anche al confronto con altri partner ed esperienze europee”.

 

 

 

Info e maggiori dettagli:

www.ar-its-an.org

www.nkey.it

sabatini@nkey.it / 393.1914422

Webinar gratuito – Trasporto e raccolta rifiuti

Trasporto e raccolta rifiuti: Webinar gratuito a cura di Copernico-Cna Pisa in collaborazione con ECIPA Nazionale

Il prossimo 8 giugno 2021 a cura di Copernico-Cna Pisa in collaborazione con ECIPA nazionale. Non solo per chi ricopre il ruolo responsabile tecnico della gestione rifiuti.
Il webinar è infatti rivolto a a tutte le imprese e gli enti che, in base alla loro attività di raccolta, trasporto di rifiuti pericolosi e non pericolosi, di bonifica dei siti, dei beni contenenti amianto, di commercio ed intermediazione dei rifiuti senza detenzione dei rifiuti stessi sono iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali e devono altresì prevedere la nomina del Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti.

Quando
8 giugno 2022

Durata
1 ora

A chi è rivolto
Oltre ai responsabili tecnici gestione rifiuti, a tutti gli Enti e le imprese che si occupano di:

  • trasporto rifiuti pericolosi e non
  • bonifica siti e beni contenti amianto
  • di commercio e intermediazione dei rifiuti senza detenzione

La presenza del Responsabile Tecnico in azienda è una delle condizioni essenziali per l’iscrizione all’ Albo Gestori Ambientali

Linda Desideri

Un tema delicato e quanto mai attuale che deve rispondere ad una precisa normativa in vigore.
Il compito del responsabile è infatti, ad oggi, quello di svolgere azioni dirette ad assicurare la corretta organizzazione nella gestione dei rifiuti da parte dell’impresa e di vigilare sull’adeguata applicazione della normativa di riferimento. “La presenza del Responsabile Tecnico in azienda è una delle condizioni necessarie – specifica Linda Desideri, Coordinatrice Ufficio Ambiente & Sicurezza Cna Pisa, nella foto –  a quest’ultima per essere iscritta regolarmente all’ Albo Gestori Ambientali. Con l’introduzione della nuova normativa oggi vigente sono cambiati i requisiti per il Responsabile Tecnico delle imprese che gestiscono rifiuti”.

Ecco che per ottenere l’abilitazione alla professione occorre infatti sostenere obbligatoriamente un “ESAME DI VERIFICA di idoneità professionale” presso l’ALBO GESTORI AMBIENTALI.

COPERNICO, Agenzia Formativa di CNA, in collaborazione con ECIPA nazionale, ha sviluppato un percorso formativo GRATUITO, altamente specializzato, finalizzato a formare e preparare i soggetti interessati a sostenere la verifica di idoneità al ruolo di Responsabile Tecnico di imprese che effettuano la gestione dei rifiuti.

Il corso durerà un’ora e fornirà tutte le informazioni necessarie sul “Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti” avviando un percorso formativo rivolto a liberi professionisti, titolari d’azienda e personale tecnico operante in aziende iscritte o in procinto di iscriversi all’Albo Nazionale delle Imprese che effettuano la gestione dei rifiuti.

Per iscrizioni basta registrarsi a questo link: https://forms.gle/PGoqhsCd8Urhzece8

Info:
Linda Desideri
Coordinatrice Ufficio Ambiente & Sicurezza
Coordinatrice Ufficio Privacy
Tel. 050/876366 – 378 3023222

COPERNICO – Corso di formazione sul corretto utilizzo del cronotachigrafo

Al via le lezioni per tutti i conducenti e le imprese di trasporto

Ancora formazione e aggiornamenti a cura di Copernico, l’agenzia formativa di CNA Pisa

In partenza, attraverso lezioni online della durata complessiva di 8 ore, il corso dedicato a tutti i conducenti dei mezzi dotati di cronotachigrafo.

A cosa serve
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti infatti ha regolamentato la formazione relativa ai conducenti ed al controllo sulla loro attività. Attraverso l’assolvimento dell’obbligo formativo, le imprese di autotrasporto possono dimostrare in caso di controllo su strada che le infrazioni commesse dai propri conducenti, in riferimento al mancato rispetto della normativa sui tempi di guida e riposo, non possono essere attribuite a loro inadempienza, chiedendo così l’annullamento della sanzione a carico dell’impresa.

Valentina Cesaretti – Agenzia Formativa Copernico – CNA Pisa

A chi è rivolto
“Il corso – informa con una nota Copernico – è rivolto ai conducenti di mezzi dotati di cronotachigrafo delle imprese di autotrasporto (di merci conto proprio, conto terzi e trasporto persone). La normativa parla di “conducenti” per cui vale anche per i Titolari e i Padroncini.  Al termine delle lezioni verrà rilasciato un attestato individuale di partecipazione (valido 5 anni), unitamente ad un manuale contenente adeguate istruzioni circa le norme di comportamento a cui l’autista dovrà attenersi nella guida (valido 1 anno)”.

Docente
Il docente che terrà le lezioni sarà il dottor Luigi Michelini, Presidente del Centro Studi Cesare Ferrari, Consulente automobilistico, insegnante e istruttore di scuola guida.

“I benefici  – conclude la responsabile di Copernico, Valentina Cesaretti – sono la possibilità di esonero, in caso di infrazioni lievi, della sanzione ex art. 174.c 14 Cds a carico dell’impresa”.

Il corso si svolge in collaborazione con Upa Furno Saltarelli (Studio di consulenza Automobilistica)

 

 

Riferimento c/o Upa Furno Saltarelli sas:
Sig. Michele Bulleri telef. 0509656279 oppure scrivi email a michele@upapisa.it

Per iscriversi:
Eveli Ramacciotti | Tel. 050/876326 | e-mail: ramacciotti@cnapisa.it

ITS Prodigi – Presentata a Pisa la scuola per professionisti ICT e digital

Prima giornata di orientamento per gli studenti dell’IIS L. Da Vinci–Fascetti di Pisa

Formazione, sbocchi occupazionali e digitalizzazione ma anche possibilità per gli studenti di incontrare le imprese, capire le opportunità di inserimento professionale nonché le nuove frontiere del digitale.

È stato presentato ufficialmente questa mattina all’I.I.S L. Da Vinci – Fascetti di Pisa l’ITS Prodigi, il percorso post diploma di alta qualità sui temi dell’ICT e del digitale volto a creare figure in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico-produttivo del territorio e sviluppare metodi per l’innovazione delle imprese.

Durante questa prima giornata di orientamento rivolta agli studenti e alle studentesse delle classi quarte e quinte indirizzo informatica, oltre ad una prima parte introduttiva e teorica, sono stati organizzati anche dei gruppi di lavoro durante i quali gli alunni hanno potuto incontrare da vicino le aziende approfondendo temi centrali quali sbocco occupazionale e capacità professionali richieste dal mondo delle imprese.

Ad introdurre la giornata è stata Paola Castellacci, presidente dell’ITS Prodigi, per poi proseguire con l’intervento da remoto di Valentina Cesaretti, direttrice Agenzia Formativa Copernico, uno dei soggetti promotori di ITS) e Barbara Carli, responsabile CNA Digitale Pisa.

Dopo aver approfondito tematiche interessanti inerenti il percorso di ITS, le figure professionali che vengono formate e le opportunità che offre il mondo del digitale, gli studenti hanno incontrato il Polo Tecnologico di Navacchio, Netresults, Net7 e Nextwork ascoltando e toccando con mano le esperienze di imprenditori digitali che hanno raccontato la loro visione e i prossimi obiettivi tesi a sviluppare nuovi metodi per l’innovazione delle imprese.

Per i nostri ragazzi l’ITS Prodigi è una grande opportunità

“Per i nostri ragazzi l’ITS Prodigi è una grande opportunità poiché, da un lato, appare come la naturale prosecuzione del loro percorso di studi, dall’altro si pone l’obiettivo di essere di alta qualità, lavorando sui temi dell’ICT e del digitale, per creare figure in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico-produttivo del territorio – interviene il Dirigente Scolastico dell’ IIS Da Vinci – Fascetti, Federico Betti -. Per l’IIS “L. Da Vinci-Fascetti” è, poi, una soddisfazione particolare essere la scuola che inaugura il percorso di presentazione/orientamento agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado: le nostre 4^ e 5^ informatici hanno partecipato a questo incontro con le imprese, che è servito da presentazione ma anche da stimolo, affinché i ragazzi riescano a proseguire il proprio percorso formativo attraverso una scelta consapevole”

A concludere il presidente di CNA Pisa, Francesco Oppedisano: “L’incontro tra scuola e impresa ha un’importante valenza formativa ed occupazionale ma, soprattutto, esprime un grande valore simbolico perché rappresenta il presente ed il futuro del nostro territorio che finalmente si prendono per mano e si coordinano per lavorare sinergicamente allo sviluppo economico della nostra regione. Si tratta, quindi, di un primo incontro che dovrà necessariamente diventare sistematico e strutturale. Desidero ringraziare il corpo docente de l’I.I.S L. Da Vinci – Fascetti di Pisa e, in generale, tutti i professori che daranno un contributo attivo, per il loro ruolo che è e sarà determinante nella costruzione di un territorio che sia in grado di garantire ai ragazzi un futuro lavorativo gratificante”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

 

Agenzia Formativa Copernico: aperte le iscrizioni al corso di preparazione all’esame per l’idoneità di Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti

Corso di preparazione all’esame per l’idoneità di Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti: ecco l’offerta dell’Agenzia Formativa Copernico

Con il regolamento dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali, diventato operativo a partire dal 16/10/2017, non si prevede più la qualificazione dei responsabili tecnici con la partecipazione ai corsi obbligatori, ma tramite il superamento di verifiche organizzate dall’Albo Gestori, mediante esami scritti composti da 80 domande a quiz a risposta multipla: 40 relativi al modulo base e 40 al modulo specialistico.

Scopri di più CLICCANDO QUI

80 domande a quiz a risposta multipla: 40 relativi al modulo base e 40 al modulo specialistico

Copernico, agenzia formativa di CNA Pisa, organizza i corsi preparatori alle verifiche.
Si ricorda che è dispensato dalle verifiche solo il legale rappresentante dell’impresa che abbia ricoperto e ricopra contemporaneamente anche il ruolo di Responsabile Tecnico e che abbia maturato almeno un’esperienza ventennale.

I percorsi formativi sono rivolti a coloro che per assumere il ruolo di Responsabile Tecnico devono affrontare la:

verifica iniziale: in caso di nuova carica (nuovo Responsabile Tecnico) oppure in caso di nuova categoria per Responsabile Tecnico già iscritto al 16/10/2017

verifica di aggiornamento: a partire dal febbraio 2022 ed entro il termine del periodo transitorio (ottobre 2023) tutti i Responsabili Tecnici già iscritti all’Albo Gestori alla data del 16/10/2017 devono affrontare tale verifica per confermare l’abilitazione.

I corsi dell’agenzia formativa di Cna Pisa sono strutturati in un modulo base per chi deve sostenere la verifica di aggiornamento (20 ore) e un modulo base per chi deve sostenere la verifica iniziale (24 ore) e in moduli specialistici per la categoria 8 (20 ore) e le categorie 1-4-5 (20 ore), conformemente alla struttura della verifica.

I moduli possono essere frequentati anche singolarmente. I corsi non sono obbligatori e non sono abilitanti

Scopri di più CLICCANDO QUI

Per informazioni:

Ufficio AmbienteLinda Desideri | Tel. 050/876366 | e-mail: desideri@cnapisa.it
Agenzia Formativa CopernicoEleonora Barbuto | Tel. 050/876572 | e-mail: barbuto@cnapisa.it

Fondazione ITS Prodigi: tra i membri del comitato promotore CNA Pisa e la sua agenzia di formazione Copernico

Fondazione ITS Prodigi: benvenuto al primo percorso ITS nell’area ICT e digitale in Toscana

Lunedì 13 dicembre ad Empoli si è tenuta la presentazione ufficiale e la conferenza stampa.

ITS Prodigi – Comitato Promotore

Un percorso post diploma di alta qualità sui temi dell’ICT e del digitale volto a creare figure in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico-produttivo del territorio e sviluppare metodi per l’innovazione delle imprese: è questo l’obiettivo della Fondazione ITS Prodigi, costituita e presentata ufficialmente ieri mattina con una conferenza stampa – nei locali dell’Auditorium SeSa di Empoli – alla quale hanno partecipato anche il presidente della giunta regionale Eugenio Gianni, l’assessora regionale Alessandra Nardini e una folta rappresentanza di CNA Pisa.

Un traguardo importante ottenuto grazie alla sinergia di 30 soggetti tra istituti di istruzione superiore, università, associazioni di categoria, aziende e comuni, che hanno individuato in questo nuovo percorso ITS nell’area ICT e digitale, fino a questo momento mancante in Toscana, uno strumento per lo sviluppo della competitività e dell’occupazione nel territorio regionale.

Il nome “Prodigi” intende richiamare il concetto dell’empowerment dei ragazzi che usciranno dalla Scuola, ma è anche un acronimo per “Professione digitale”.

L’ITS Prodigi permetterà, infatti, la formazione di Tecnici Superiori con elevate competenze tecniche e tecnologiche. I percorsi avranno una durata biennale o triennale per un totale di 1800/2000 ore. Nello svolgimento delle attività didattiche almeno il 30% della durata dei corsi è svolto in azienda e almeno il 50% dei docenti proviene dal mondo del lavoro. L’ITS “Prodigi” avrà una dislocazione interprovinciale: la sede principale sarà a Empoli e le altre due saranno dislocate tra Pisa e ad Arezzo.

In questo modo “Prodigi” sarà in grado di svolgere la propria attività formativa in tutta la Regione.

Tra i membri del comitato promotore anche CNA Pisa e la sua agenzia formativa Copernico rappresentati ieri dal direttore generale Giuseppe Sardu, dal presidente territoriale Francesco Oppedisano, dal direttore operativo Barbara Carli e dal direttore di Copernico Valentina Cesaretti che sono arrivati ieri ad Empoli insieme agli altri 29 rappresentati dei soci fondatori.

Francesco Oppedisano, presidente CNA Pisa

Nell’occasione della firma dell’atto costitutivo, i soci fondatori hanno nominato i componenti del Consiglio di Indirizzo, che ha nominato la Giunta Esecutiva e il presidente della Fondazione ITS Prodigi, Paola Castellacci.

“La fondazione dell’Istituto Tecnico Superiore Prodigi sulle tematiche del digitale è il primo passo verso una visione della Toscana quale punto di riferimento per la trasformazione digitale delle micro, piccole e medie imprese italiane. CNA Pisa porta in dote il forte orientamento alla contaminazione digitale di tutti i mestieri avviato ormai molti anni fa e dimostra il suo coinvolgimento nel progetto, schierando figure di massimo rilievo come il direttore operativo Barbara Carli e il direttore dell’agenzia formativa Copernico Valentina Cesaretti. La formazione continua sarà il pilastro principale ed insostituibile del progresso dell’economia in direzione human centric e gli investimenti in questo ambito vedranno crescite costanti nei prossimi anni. Trasformare questi investimenti in crescita economica sana e sostenibile sarà l’ambizioso compito di istituzioni come l’ITS Prodigi. Doveroso ringraziare l’assessora regionale all’istruzione, formazione e lavoro Alessandra Nardini per l’impegno profuso e il costante sostegno, il nostro direttore generale Giuseppe Sardu per l’impagabile contributo nell’ideazione del progetto ed augurare un buon lavoro a tutta la squadra” ha detto Francesco Oppedisano, presidente territoriale CNA Pisa.

Superbonus e Impresa 4.0: qui si gioca la ripresa del Paese

Il Superbonus 110% e Impresa 4.0 possono rappresentare gli elementi trainanti ai quali incardinare le politiche di ammodernamento del Paese accompagnando il rafforzamento del tessuto produttivo con un’attenzione particolare al sistema della micro e piccola impresa. E’ quanto sostiene la CNA in un articolo pubblicato su Il Foglio.

Il Piano 4.0, secondo l’Associazione, ha dimostrato di essere un efficace strumento testimoniato dalla crescita degli investimenti delle imprese del 3,5%, ha quindi innescato una prima inversione di marcia, ma occorre più tempo e strumenti più incisivi per consolidarne l’efficacia.

Il Superbonus 110%, si legge nell’articolo, rappresenta invece l’evoluzione dei vari incentivi avviati nel 1998 proprio su impulso della stessa Associazione. Se l’Italia intende centrare il target al 2030 in termini di taglio di emissioni, il Superbonus è l’unico strumento possibile. Sul piano economico, sostiene la CNA, ha le potenzialità per innescare quella scossa di cui l’Italia ha un tremendo bisogno per ripartire. Proprio per questo CNA ha elaborato una serie di proposte per potenziare e migliorare l’incentivo.

Clicca qui per leggere l’articolo.

La formazione delle aziende torni in presenza

Distanziati, ma in aula

“Ripristinare la possibilità di svolgere attività formativa in azienda anche con modalità in presenza”: questa la richiesta che CNA rivolge al Governo dopo la lettura del DPCM appena approvato dal Consiglio dei ministri (art.1 comma 10 lettera S.), che mantiene il divieto di svolgere l’attività formativa in azienda.

La sospensione delle attività di formazione in aula sull’intero territorio nazionale e l’obbligo di svolgere i corsi esclusivamente con modalità a distanza, introdotti del precedente DPCM, e oggi confermati, hanno impattato negativamente sull’attività formativa in azienda in un periodo in cui la stessa è, invece, più che mai necessaria.

Solo attraverso interventi formativi da porre in essere sin d’ora sarà, infatti, possibile fronteggiare il disallineamento tra le figure presenti nel mercato del lavoro e quelle richieste dalle imprese e, conseguentemente, la crescita del tasso di disoccupazione atteso per i prossimi mesi.

Occorre prepararsi per affrontare le sfide che ci attendono, supportando con interventi formativi i soggetti che rischiano di perdere la propria occupazione e sostenendo le imprese, specialmente quelle che si vedranno costrette ad attuare processi di riconversione.

Risulta, peraltro, difficile comprendere per quale ragione lo svolgimento dell’attività formativa in azienda non sia ammessa, neppure nel rispetto delle misure precauzionali e di distanziamento sociale già adottate per lo svolgimento dell’attività lavorativa. Il rispetto delle stesse consentirebbe, infatti, lo svolgimento delle attività di formazione senza alcun rischio per i lavoratori.

CNA quindi chiede di rimuovere tale divieto, consentendo la formazione in azienda anche con forme in presenza.

Compie venti anni Copernico, l’Agenzia Formativa di CNA Pisa

“In venti anni molti traguardi ed altrettanti nuovi obiettivi”. Copernico diventa anche Agenzia per il Lavoro

 Il 3 ottobre 2020 l’Agenzia Formativa Copernico Scarl della CNA di Pisa ha compiuto 20 anni di attività. “Venti anni durante i quali sono stati tagliati molti traguardi ed altrettanti sono i nuovi obiettivi che abbiamo davanti” ha commentato Francesco Oppedisano, presidente CNA Pisa nonché presidente di Copernico Scarl.

Un’attività nata e cresciuta dentro la CNA di Pisa, organizzando e gestendo attività e corsi di formazione professionale e ricerca. In venti anni sono state molte le esperienze comprese le attività formative in convenzione con Enti pubblici come Provincia e Regione. “Nell’arco della sua attività ventennale – ha osservato Giuseppe Sardu direttore Generale della CNA di Pisa – Copernico ha progettato e organizzato in prevalenza interventi ad hoc concordati con le aziende o sulla base dei bisogni occupazionali rilevati sul territorio, attraverso numerose azioni di rilevazione delle tendenze economiche locali. Da qualche anno l’agenzia si è dotata anche di un proprio catalogo stabile di corsi diretti alla formazione sul Testo Unico in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08) e altre norme relative all’ igiene degli alimenti e sicurezza alimentare”.

“Copernico garantisce tutt’ora, – ha aggiunto Valentina Cesaretti direttrice di Copernico – forte di una esperienza pluriennale ed attraverso un costante rapporto con il mondo delle imprese e con altre agenzie formative, scuole o istituti di ricerca, la progettazione di interventi di formazione mirati e specifici per le esigenze individuate, reperendo e coordinando le risorse più adeguate sul territorio. Proprio il legame con il territorio ci permette di essere sempre al fianco delle piccole e medie imprese, degli artigiani e dei cittadini che vogliono intraprendere professioni legate ai nostri ambiti di riferimento”.

“Copernico si è data alcuni nuovi obiettivi per il futuro – ha dichiarato Francesco Oppedisano – Recentemente, infatti, l’agenzia si è accreditata anche come agenzia del lavoro, cominciando ad occuparsi concretamente di orientamento al lavoro e alla formazione ed all’attività di raccolta domanda e offerta di lavoro. A questo scopo possiamo accogliere annunci, raccogliere candidature, effettuare colloqui di preselezione effettuare ricerche e monitoraggi sull’andamento del mercato del lavoro. Questo servizio ci permette di offrire servizi ancora più puntuali alle imprese che si rivolgono a noi per la ricerca di manodopera e personale specializzato. L’ulteriore step sarà quello che vedrà Copernico impegnato in attività di progettazione di percorsi di alta formazione di livello internazionale. La volontà è quella, infatti, di misurarsi con bandi europei che ci permettano di allargare gli orizzonti anche al di là del nostro territorio”.

Per festeggiare l’iniziativa Copernico pubblicherà a partire dai prossimi giorni mesi sulla propria pagina Facebook CNACopernico una serie di contributi interni ed esterni che ci offriranno una serie di spunti interessanti sul mondo del lavoro e della formazione. Ad alternarsi in brevi interviste saranno, infatti dipendenti e collaboratori, i docenti, i partners e alcune imprese che hanno fruito dei servizi di Copernico.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

SUPERBONUS 110% – Venerdì 25 settembre primo appuntamento per approfondire

CNA Pisa e l’Agenzia Formativa Copernico, in collaborazione con l’ordine degli Architetti della Provincia di Pisa organizzano il corso superbonus 110% caratteristiche e opportunità

 

OBIETTIVO
Il corso, dedicato al Superbonus 110%, vuole essere un’occasione per fare il punto sugli interventi edilizi di efficientamento energetico e di riduzione del rischio sismico agevolabili attraverso un’analisi delle novità introdotte dal Decreto Rilancio.

DESTINATARI
Il corso è rivolto agli iscritti all’ordine degli architetti. Il corso prevede il rilascio di crediti formativi.

Relatori

Ing. Carlo Pagliai urbanistica

Prof. Avv. Ivan Libero Nocera

Dott. Maurizio Bandecchi Resp. Superbonus CNA Pisa

Rag. Pietro Bonini Responsabile Caaf CNA Pisa

ARTICOLAZIONE DIDATTICA

Venerdì 25 settembre 2020 ore 14.30-18:30 (modulo 1): modulo base (4 ore) – rilascio di n. 4 crediti formativi

– Costo € 20 IVA compresa

– L’evoluzione normativa: i bonus preesistenti al D.L. 34/2020

– Distinzione tra Sismabonus ed Ecobonus 110%

– Le condizioni suppletive energetiche e urbanistiche di accesso

– Caratteristiche edifici oggetto del provvedimento

– tra Condominio e proprietà esclusive

– Condizioni e soggetti ammessi al beneficio

– i restanti bonus ammessi alla Cessione del credito e sconto in fattura

 Venerdì 2 ottobre 2020 ore 14.30-18:30 (modulo 2): modulo di approfondimento (4 ore) -rilascio di n. 4 crediti formativi – € 20 IVA compresa

– Condizioni essenziali: la conformità urbanistica

– Demolizione e ricostruzione (cenni al D.L.

“Semplificazioni n. 76/2020)

– Ruderi e unità collabenti;

– Sicurezza dei cantieri e D.Lgs. 81/2008

– il ruolo dell’Agibilità ante e post opera

– Provvedimenti attuativi e prezzari, e la Circolare 24/E

– Ruolo del professionista tecnico asseveratore

– Regime sanzionatorio e contenzioso tributario

PROMO € 30 IVA compresa prezzo riservato a chi partecipa ad entrambi i moduli

SEDE DEI CORSI
Fino a 40 iscritti c/o Sala Bonsignori CNA Pisa, via Carducci n. 39. E’ possibile fruire la formazione su piattaforma on line, per coloro che non potranno partecipare in presenza.

ISCRIZIONE
Per iscriversi CLICCA QUI

Il corso sarà gratuito per gli imprenditori associati a CNA Pisa (senza rilascio crediti formativi)

 

PER INFO:
Agenzia Formativa Copernico
Eveli Ramacciotti
Tel. 050876326
ramacciotti@cnapisa.it