CONVEGNO – Toniolo e Sturzo, l’impegno sociale dei cattolici

Mercoledì 12 febbraio 2020 alle ore 17,30 presso il Centro Culturale San Pierino (Via Taddei, 12 – Pisa)

Un convegno in collaborazione con CNA Pisa

Programma

Presentazione, Don Tiziano Minnucci 
Relazione, Dott. Leonardo Rossi – Università di Pisa
Intervento, Ing. Francesco Oppedisano – Presidente CNA Pisa
Conclusioni, S.E. Mons. Giovanni Paolo Benotto – Arcivescovo di Pisa

Per info: cell. 3408175152

Formazione professionale gratuita per le imprese con Fondartigianato

35 milioni di euro stanziati e 9 linee di finanziamento previste. 

A chi sono rivolti i progetti? 
Ad imprese di medie e grandi dimensioni, ma anche a microimprese (fino a 9 dipendenti).

Obiettivi
La formazione può essere diretta al miglioramento della gestione aziendale, all’innovazione organizzativa dell’impresa (innovazione di processo, di prodotti e di investimento tecnologico), all’adeguamento delle sue strategie commerciali, al consolidamento della sua presenza sul mercato, nonché alla crescita delle competenze dei lavoratori e delle loro prospettive professionali.

Prossime scadenze di presentazione
Variabili in base alla linea di finanziamento. A sportello fino ad esaurimento risorse e a scadenza semestrale.

Imprese destinatarie
Imprese che aderiscono al Fondartigianato (rivolgiti ai nostri uffici per effettuare o verificare l’iscrizione al fondo).

Beneficiari
Lavoratori dell’azienda destinataria, inquadrati in una delle seguenti forme contrattuali:
– contratto a tempo indeterminato
– contratto a tempo determinato
– contratto di apprendistato, part time – full time.

Durata dei progetti
12 mesi max

È obbligatoria la sottoscrizione di un accordo sindacale.

Importi
Variabili in base alla linea di finanziamento

Per informazioni e approfondimenti: 
COPERNICO FORMAZIONE – CNA PISA
Valentina Cesaretti – cesaretti@cnapisa.it tel. 050/876331
Eleonora Barbuto – barbuto@cnapisa.it tel. 050/876572

SCARICA LA LOCANDINA: Formazione professionale gratuita per le imprese con FondArtigianato

DIGITAL INNOVATION HUB – Prossimo incontro il 20 febbraio a Pontedera

Il secondo seminario si svolgerà presso la sede di Sede CNA Pontedera (via Brigate Partigiane, 2), il prossimo 20 febbraio ore 16.30.

Di cosa parleremo?
Credito Imposta, novità agevolazioni I.4.0, L.Sabatini e Formazione.

Programma:
ore 16.30 registrazione partecipanti
ore 16.45 Novità I.4.0 – Marcello Marzano, Studio MM
ore 17.10 – Il credito di Imposta R&S – Marlene Sotomayor, Finart CNA
ore 17.25 La Legge Sabatini – Serena Deales, Finart CNA
ore 17.35 Formazione gratuita per le tecnologie abilitanti I.4.0– Valentina Cesaretti, Copernico scarl
ore 17.45 possibilità di prenotare un incontro veloce con i consulenti

Se sei interessato a capire come sfruttare tutte le agevolazioni di Impresa 4.0 (acquisto macchianari, credito di imposta, formazione) questo seminario fa per te!

Per partecipare ti prego di procedere alla iscrizione CLICCANDO QUI

Se non hai potuto partecipare al seminario precedente puoi richiedere il materiale proiettato a: carli@cnapisa.it

Per qualsiasi informazione contattare:

Barbara Carli
carli@cnapisa.it
348 7807228

MAESTRO ARTIGIANO – CNA invita gli artigiani a richiedere la qualifica

CNA Pisa: È un’opportunità economica, oltre che un riconoscimento

Con il Maestro Artigiano, la Bottega Scuola costituisce uno strumento che la Regione Toscana, prima in Italia, ha valorizzato con la Legge n° 53 del 2008 ed il successivo Regolamento attuativo.

Chi è il maestro Artigiano?
Il Maestro artigiano è l’imprenditore artigiano in possesso di una particolare qualificazione professionale e con competenze tali da poter trasferire ad altri la conoscenza del mestiere.
“Maestro Artigiano” e “Bottega Scuola” diventano marchi registrati per l’artigianato di qualità. La Regione Toscana ha approvato – Delibera di giunta 406 del 16 aprile 2018- il loro disciplinare d’uso che permetterà agli artigiani di valorizzare e di promuovere tecniche e know how unici al mondo.
La qualifica di “Maestro Artigiano” deve infatti avere un’esperienza decennale, certificata e riconosciuta attraverso il conseguimento di premi, diplomi o attestati. Ma non solo, deve essere anche in grado di insegnare il mestiere. I “Maestri Artigiani” possono poi scegliere di accreditare i propri laboratori come “Botteghe Scuola”, ovvero luoghi di formazione con dimensioni, arredi e criteri economico-finanziari ben precisi. Avere la possibilità di essere qualificati come MA apre nuove possibilità di promozione dell’artigianato artistico ma soprattutto la possibilità di tramandare il proprio sapere attraverso la conoscenza, la manualità, l’esperienza delle botteghe.

Ad oggi, i Maestri Artigiani della Provincia di Pisa sono solo 25 e solo 6 del territorio del cuoio

È possibile richiedere la qualifica: si tratta oltre che di un riconoscimento, di un opportunità economica che il territorio non può farsi sfuggire.

La qualifica è rilasciata dalla Camera di Commercio, previo parere della CRAT.

La figura del maestro artigiano è di fondamentale utilità per la trasmissione di tanti saperi artigiani, per non disperdere tradizione, competenza e soprattutto passione ed anche per contrastare la crisi occupazionale giovanile.  Da qui l’esigenza di riconoscere la qualifica a quegli imprenditori che siano veramente in grado di tramandare conoscenze e competenze alle nuove generazioni”.

Come si consegue la qualifica di maestro Artigiano?
Per conseguire la qualifica di maestro Artigiano occorre possedere requisiti di anzianità professionale, di capacità professionale (desumibile dal conseguimento di premi, titoli di studio,  diplomi o attestati di qualifica, dall’esecuzione di saggi di lavoro o anche da specifica e notoria perizia e competenza) e di attitudine all’insegnamento.

Vuoi diventare “Maestro Artigiano”? CNA è pronta a supportarti. Partecipa ad uno dei seguenti incontri:

SAN MINIATO – 10 febbraio 2020 ore 14.30 presso saletta Ex Frantoio della Biblioteca Luzi -Loggiati di San Domenico, n. 12
CASCINA – 17 febbraio 2020 ore 14.30 presso la sala Gipsoteca, al 1° piano della Biblioteca Comunale- Viale Comaschi, 67
PONTEDERA – 24 febbraio 2020 ore 14.30 presso Saletta Carpi Comune Pontedera – Via Valtriani
VOLTERRA – 02 marzo 2020 ore 14.30 Sala Melani Casa Torre Toscano – P.zetta San Michele, 2

INDAGINE – Arriva il digitale per le PMI della filiera delle Costruzioni

Avviata indagine CNA per supportare il processo: come partecipare (scade il 14 febbraio!)

EBC – l’Organizzazione Europea che si compone di tutte le Associazioni imprenditoriali nazionali del settore delle costruzioni – di cui CNA Costruzioni è socio fondatore, sta realizzando un progetto europeo il cui obiettivo principale è quello di misurare e valutare la conoscenza delle MPI e degli artigiani edili sul tema della digitalizzazione nel settore delle costruzioni, al fine di individuare dispositivi e regole per affrontare al meglio tale sfida.

Tale progetto prevede tra le sue attività principali la realizzazione di una indagine specifica. Questa indagine si propone di analizzare la conoscenza e la situazione attuale della digitalizzazione nel settore delle costruzioni, con particolare attenzione alle micro e piccole imprese.  Essa si compone di 16 brevi domande (a scelta multipla) che non richiedono più di 10 minuti complessivi per essere completate. Il partenariato del progetto metterà inoltre in palio 5 tablet Samsung, che saranno assegnati a sorte a 5 fortunati partecipanti all’indagine (nel caso in cui si voglia partecipare a tale estrazione, si prega di inserire il proprio indirizzo e-mail alla fine del questionario).

L’indagine permetterà di:
*   raccogliere dati quantitativi e qualitativi sulla maturità digitale delle nostre imprese;
*   esaminare i dati e utilizzarli in discussioni a livello nazionale ed europeo. Ciò potrà risultare particolarmente utile considerando il numero crescente di obblighi normativi in materia di costruzione digitale (ad es. BIM per gli appalti pubblici);
*   sviluppare un manuale interattivo, con il possibile supporto della Commissione Europea, volto ad aiutare le MPI a migliorare la propria maturità digitale. 

Per realizzare quanto sopra descritto, CNA Costruzioni ed EBC hanno bisogno del vostro indispensabile aiuto!

Partecipa anche tu: basta rispondere alle domande, CLICCANDO QUI

 

Per informazioni: 

Elena Dal Canto
Coordinatrice CNA Costruzioni Pisa
dalcanto@cnapisa.it

DIGITAL INNOVATION HUB CNA PISA – Le opportunità della quarta rivoluzione industriale

Si parla molto di 4.0, ma troppo spesso le imprese fanno fatica a capire cosa sia davvero la rivoluzione digitale, quali siano le opportunità, come sfruttare i molti vantaggi che sono sul campo a disposizione delle imprese sia da un punto di vista normativo, che fiscale, e che prevedono notevoli opportunità anche in termini di agevolazioni e contributi, oltre che potersi orientare nelle offerte tecnologiche.

 La risposta di Cna a queste domande sono i Digital Innovation Hub.

A spiegare come sono organizzati e quali porte aprono sono stati il presidente CNA Pisa, Francesco Oppedisano, il direttore CNA Pisa Giuseppe Sardu, la Responsabile FINART CNA Chiara di Sacco e la coordinatrice dei DIH Barbara Carli (nella foto in alto da sinistra verso destra Chiara Di Sacco, Barbara Carli, Francesco Oppedisano, Giuseppe Sardu).

Cosa sono i Digital Innovation Hub?

Il Piano Industria 4.0, lanciato per la prima volta dal MISE nel novembre 2015, ha dato vita ad una rete infrastrutturale dell’innovazione digitale con l’obiettivo di creare strette interazioni tra ricerca e impresaformazione e lavoroinnovazione e territori.
Questa rete ruota intorno a due soggetti fondamentali:
•     i Competence Center, rappresentano poli di ricerca e innovazione legati, allo stesso tempo, alle università ed alle imprese e capaci di fornire altissime competenze sulle tecnologie 4.0
•             i Digital Innovation Hub (DIH) forniscono servizi alle imprese valorizzando e mettendo in rete i vari attori dell’ecosistema dell’innovazione digitale
All’interno di questa prospettiva, i Digital Innovation Hub costituiscono la vera e propria “porta” di accesso per le imprese al mondo 4.0 nella misura in cui mettono a loro disposizione servizi per introdurre tecnologie 4.0, sviluppare progetti di trasformazione digitale, accedere all’ecosistema dell’innovazione a livello regionale, nazionale ed europeo.

 CNA e i Digital Innovation Hub

La rete dei Digital Innovation Hub della CNA è parte del Network Nazionale promosso dal MISE e nasce con l’obiettivo di accompagnare le imprese nel passaggio al nuovo modello produttivo Impresa 4.0.

“I nostri obbiettivi – ha spiegato il presidente CNA Pisa Francesco Oppedisano – sono accompagnare le imprese nella comprensione della propria maturità digitale, nell’individuazione delle aree di intervento prioritarie e nell’utilizzo degli incentivi messi a disposizione dal Piano Impresa 4.0. Rafforzare le loro competenze sulle nuove tecnologie abilitanti e orientarle verso le strutture di supporto alla trasformazione digitale e i centri di trasferimento tecnologico; stimolarle e supportarle nella realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale”.

“I DIH rappresentano una opportunità per l’incontro di offerta e domanda di innovazione – è entrato nel merito il Dg CNA Giuseppe Sardu – Per professionisti e aziende fornitori di tecnologie abilitanti, servizi innovativi e digitali è possibile iscriversi all’Albo Fornitori Qualificati CNA Hub 4.0 della Toscana tramite l’HUB di Pisa. Per le imprese che cercano servizi, tecnologie e consulenze specializzate in chiave Impresa 4.0, ma non solo, la possibilità di trovare in un unico luogo l’offerta selezionata del mercato, aggregata e monitorata da CNA”.

Chiara di Sacco ha illustrato sia le consulenze FINART CNA per favorire l’accesso alle nuove tecnologie e la partecipazione ai bandi con agevolazioni e contributi, oltre che le consulenze fiscali e tributarie di CNA Servizi per sfruttare al meglio tutti i vantaggi fiscali e le opportunità (Nuova Sabatini, Crediti di Imposta etc).

Barbara Carli dopo aver chiarito che al DIH “possono iscriversi sia le imprese fornitrici delle tecnologie nell’Albo Fornitori qualificati che ovviamente le imprese che intendono acquistare tecnologie e/o servizi innovativi, poi è entrata nel merito dei servizi del Digital Innovation Hub di CNA Pisa:

·             ALBO FORNITORI QUALIFICATI,

·             INNOVAZIONE E RICERCA, (innovazione tecnologica e digitale, ricerca e sviluppo, brevetti e certificazioni)

·             FORMAZIONE E COMPETENZE,

·             CONSULENZA FINANZIARIA/CREDITO/FISCALE

 

Calendario EVENTI BANDI – DIGITAL INNOVATION HUB

1 Innovazione e Tutela: i bandi marchi+3, Brevetti+, disegni+4 e il bando innovazione giovedì 6 febbraio sede CNA Pisa

ore 16.30 registrazione partecipanti

ore 16.45 Strumenti agevolativi per l’innovazione Marlene Sotomayor Finart

ore 17.15 Focus su tutela marchi, brevetti e disegni Avv. Marika Bruno BBP Legal

ore 17.40 Focus bando innovazione B – Federico Ruberti – Presidente Nextin

ore 18.30 possibilità di prenotare un incontro veloce con i consulenti

Aperitivo

2. Credito Imposta, novità agevolazioni Ind.4.0, L. Sabatini
giovedì 20 Febbraio Sede CNA Pontedera – via Brigate Partigiane

ore 16.30 registrazione partecipanti

ore 16.45 Novità I.4.0 – Marcello Marzano – Studio MM

ore 17.10 – Il credito di Imposta R&S – Marlene Sotomayor –  Finart

ore 17.25 La Legge Sabatini – Serena Deales – Finart

ore 17.35 Formazione gratuita per le tecnologie abilitanti I.4.0 – Valentina Cesaretti – Copernico scarl

ore 17.45 possibilità di prenotare un incontro veloce con i consulenti

Aperitivo

3. Il nuovo Bando Ricerca e Sviluppo
giovedì 5 marzo sede CNA Pisa – Via G. Carducci, 39, San Giuliano Terme

ore 16.30 registrazione partecipanti

ore 16.45 Il nuovo Bando ricerca e sviluppo – Marlene Sotomayor

ore 17.15 match making con aziende fornitrici di tecnologie I.4.0

Aperitivo

BANDI – Al via il bando Brevetti +

Ripartono gli incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti. 

A partire dalle ore 12 del 30 gennaio, micro, piccole e medie imprese con sede in Italia, comprese le startup innovativepossono presentare domanda per il bando Brevetti +, l’incentivo finalizzato a sostenere l’acquisto di servizi specialistici per la valorizzazione economica di un brevetto.

La misura, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e gestita da Invitalia, ha una dotazione finanziaria di 21,8 milioni di euro. Nello specifico, è prevista la concessione di un contributo a fondo perduto fino a 140mila euro, nel limite dell’80% dei costi ammissibili, per servizi specialistici relativi a industrializzazione e ingegnerizzazione, organizzazione e sviluppo e trasferimento tecnologico. Il contributo sale però al 100% per gli spin-off accademici e le iniziative realizzate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Possono richiedere le agevolazioni le imprese che possiedono almeno uno dei seguenti requisiti:

  • titolari o licenziatari di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia successivamente al 1° gennaio 2017
  • titolari di una domanda nazionale di brevetto per invenzione industriale depositata successivamente al 1 gennaio 2016 con un rapporto di ricerca con esito “non negativo”
  • titolari di una domanda di brevetto europeo o di una domanda internazionale di brevetto depositata successivamente al 1 gennaio 2016, con un rapporto di ricerca con esito “non negativo” che rivendichi la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto
  • imprese in possesso di una opzione o di un accordo preliminare che abbia per oggetto l’acquisto di un brevetto o l’acquisizione in licenza di un brevetto per invenzione industriale, rilasciato in Italia successivamente al 1 gennaio 2017, con un soggetto, anche estero, che ne detenga la titolarità
  • imprese neo-costituite in forma di società di capitali, a seguito di operazione di Spin-off universitari/accademici.

Ai fini dell’ammissibilità, le spese vanno sostenute dopo la presentazione della domanda di agevolazione.

Le domande – da presentare tramite la procedura informatica disponibile sul sito di Invitalia – saranno ammesse secondo l’ordine cronologico di presentazione.

XXX Concorso nazionale Professione Moda Giovani Stilisti – Scopri il Bando e partecipa

È stato pubblicato il bando del XXX Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti – RMI 2020.  Lo storico concorso di CNA Federmoda conferma la collaborazione con ALTAROMA e TheOneMilano e si arricchisce della partnership con ARTISTAR JEWELS. Per questa edizione il concorso si articolerà su sette sezioni di prodotto (abbigliamento; abbigliamento bambino; pellicceria; maglieria; intimo e mare; pelletteria e calzature; gioielleria e bigiotteria). Per i vincitori delle sezioni, borse di studio e stage presso le imprese del settore.

Sarà possibile candidarsi fino al 3 aprile 2020.

La fase finale della manifestazione si svolgerà nel prossimo mese di luglio a Roma nell’ambito di ALTAROMA e rappresenta una importante vetrina per le nuove promesse del settore, un momento che vedrà, come consuetudine, gli studenti selezionati impegnati in una serie di workshop ed eventi, con la presenza di docenti del sistema moda.

Il vincitore dell’edizione 2020 del concorso riceverà il Premio Speciale LECTRA per il Design: una licenza Kaledo Style con relativa formazione, del valore complessivo di 6mila euro.

Al concorso potranno partecipare tutti gli studenti iscritti ad Istituti pubblici e privati o presso Facoltà universitarie e che non abbiano compiuto il 25° anno di età al 31.12.2019. Un comitato tecnico di esperti del settore selezionerà tutte le proposte pervenute e designerà i concorrenti destinati a partecipare al workshop e alla manifestazione conclusiva del concorso.

CLICCA QUI PER: scaricare il bando, il questionario informativo, la lettera ai dirigenti scolastici degli istituti e delle scuole e la scheda autorizzazione per studenti minorenni. 

CNA Pisa diventa sportello Pegaso per iscrizioni alla famosa Univesirtà ON LINE

Un servizio in più presso le sedi CNA di Pisa. In virtù di un accordo nazionale tra l’Università Telematica Pegaso e CNA, tutte le sedi territoriali di CNA possono raccogliere le iscrizioni universitarie per conto di Pegaso. Tutte le sedi CNA sono automaticamente accreditate per raccogliere le iscrizioni, Il costo medio per ogni anno di laurea ammonta a € 3000, ma gli iscritti attraverso la CNA (soci o non soci che siano) possono usufruire di sconti importanti.

Per informazioni: 

Valentina Cesaretti
cesaretti@cnapisa.it
050 876331 

Una Laurea anche per gli artigiani? Perché no!

Adesso è possibile con la Formazione gratuita di ARTEX che rilascia CFU ARTEX

Gli imprenditori dell’artigianato artistico e tradizionale toscano possono usufruire dell’accordo d’intesa tra Università Mercatorum e Artex che vuole offrire la formazione, l’orientamento professionale, l’aggiornamento e la riqualificazione, con particolare attenzione alla formazione superiore dei lavoratori e degli imprenditori delle imprese rappresentative del “Made in Italy” in Italia e nel Mondo.

Il progetto è promosso dalla Regione Toscana e in collaborazione con CNA Toscana.

I corsi sono completamente gratuiti e al termine vengono rilasciati i Crediti Formativi Universitari spendibili anche per completare il percorso di laurea.

Si usufruisce del corso completamente on line e gli esami si possono dare a Montecatini (sede della Camera di Commercio accreditata).

Dal momento che i percorsi rilasciano i crediti universitari, l’accesso è consentito a chi è in possesso di diploma. 

Questo il link per iscriversi ed avere info (ogni corso ha la sua scheda ed il modulo di iscrizione: https://www.unimercatorum.it/ricerca/progetti/artex.

Per info: 

Valentina Cesaretti
cesaretti@cnapisa.it
050 876331