“Nonni per le città” – Sottoscritto un protocollo d’intesa tra Anci e CNA

Pensionati e amministratori comunali insieme contro il degrado e per il recupero degli spazi urbani. Sottoscritto un protocollo d’intesa tra Anci e CNA per il programma “Nonni per le città”

Il protocollo d’intesa, tra CNA e Anci, ‘Nonni per le città’, ha l’ambizione di contribuire a quel lavoro di cucitura delle relazioni che fanno delle nostre città, delle comunità. In questo delicatissimo ruolo che i sindaci già assolvono, per dovere di mandato e con passione, i concittadini con più anni sulle spalle possono essere alleati preziosi. Anche e proprio in un dialogo opportuno e fecondo con i più giovani”. L’ha dichiarato il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, in occasione della firma del protocollo con il presidente di CNA pensionati, Giovanni Giungi.

Il documento avvia una collaborazione per mettere in campo interventi di amministrazione condivisa e partecipata in collaborazione con la popolazione più anziana. Cura e rigenerazione dei beni comuni, contrasto al degrado e recupero dello sviluppo degli spazi urbani sono gli obiettivi al centro del protocollo che ha lo scopo di investire sul concetto di cittadinanza promuovendo un invecchiamento attivo della popolazione e la trasmissione del saper fare artigiano.

Nei Comuni italiani saranno promossi progetti da portare avanti insieme, CNA pensionati e amministratori locali, per sperimentare buone prassi che, con il contributo di Anci, possano propagarsi di città in città. “Vogliamo rappresentare un presidio attivo sul territorio in termini sia culturali che sociali – spiega Giungi – una presenza che possiamo far valere, nei parchi, nelle piazze ma anche accanto al grande patrimonio di beni culturali di cui è ricco il nostro Paese. Il mondo dell’artigianato e delle Pmi, infatti, intende dare il proprio contributo su molti fronti: il mantenimento e la riqualificazione urbana, per esempio, oppure l’esperienza del ruolo di sentinelle dei beni culturali. Ci piacerebbe anche coinvolgere le scuole nell’ottica della trasmissione dei saperi fra anziani e giovani come abbiamo già avuto modo di fare grazie al nostro progetto ‘Fra generazioni’ che tanto successo ha avuto in tutta Italia”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA)

Crespina, realizzazione nuova scuola secondaria: piccoli “ispettori” crescono

È da tanto che ne sentono parlare, e finalmente hanno anche potuto vedere con i loro occhi come procedono i lavori. Sono stati direttamente i futuri frequentanti del nuovo plesso scolastico, i bambini ed i ragazzi delle scuole primarie di Crespina Lorenzana a svolgere un sopralluogo per verificare l’andamento dei lavori di realizzazione della nuova scuola secondaria. Ispettori inusuali dunque per il cantiere del Comune di Crespina Lorenzana dove è risultata aggiudicataria dell’appalto per la costruzione una associazione temporanea di imprese locali.

 Venerdì 7 Giugno presso il cantiere della nuova scuola di Crespina (via Valdisonzi – Sp 35) i bambini, la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo G. Mariti Daniela Pampaloni i docenti della scuola e le famiglie interessate hanno visitato il cantiere e sono stati accolti dal Sindaco Thomas D’Addona e dal nuovo assessore ai servizi scolasticiFrancesca Bernardini.

L’area ovviamente è stata messa in sicurezza e gli ospiti hanno potuto verificare con i propri occhi come sta venendo su la loro nuova scuola. Molte domande cui hanno risposto l’Ing. Michele Spagnoli di GCT e dell’Ing. Riccardo Castelli da parte degli alunni incuriositi dalle pareti di legno e da come verranno, a lavori ultimati anche gli spazi esterni, per la ricreazione e le attività all’aperto. Apprezzata anche la merenda a base di pizzette e bibite.

I COMMENTI

“Siamo molto soddisfatti dell’andamento dei lavori- ha dichiarato l’Ing. Michele Spagnoli Presidente del Consorzio Grandi Costruzioni del Tirreno che sta eseguendo l’opera dopo essersi aggiudicato l’appalto in ATI con Costantini Sistema Legno La Cost Srl (mandataria), Met srl, e BP Benassi srl – nonostante il continuo maltempo che fino ad ora ci ha creato non poche difficoltà. Fortunatamente grazie alla accelerazione inziale siamo perfettamente in linea con il cronoprogramma dei lavori. Certo ora speriamo nel bel tempo perché agevoli l’andamento dei lavori, poiché alcune operazioni non potrebbero essere svolte sotto la pioggia”.

“Anche con questo, ennesimo, concreto esempio – ha commentato il presidente CNA Matteo Giusti che accompagnerà la visita al cantiere – si sta facilmente dimostrando che quando sono le imprese di un territorio a eseguire i lavori, rispetto dei tempi e qualità, sono sempre al primo posto”.

Non nasconde la soddisfazione il Sindaco Thomas D’Addona, appena rieletto“Iniziammo la scorso mandato, cinque anni fa, con l’esito clamoroso della verifica sismica che comportò la chiusura della vecchia scuola – ricorda il Sindaco-; si creò una grave emergenza che abbiamo fronteggiato realizzando in sole 5 settimane una scuola provvisoria. Oggi possiamo iniziare questo nuovo mandato con la visita al cantiere per la costruzione della nuova scuola, assieme ai bambini, grazie a CNA. Questo significa due cose: che in questi anni abbiamo lavorato molto bene e che quando un Comune si lega alle imprese e alle risorse del territorio si possono raggiungere risultati straordinari”.

CIFRE E TEMPI

L’investimento complessivo per la nuova scuola è pari a di €3,2 milioni è stato stanziato per il nuovo complesso scolastico, futura sede della Scuola Secondaria di primo grado. Molto legno e materiali naturali, tanto verde, grandi spazi interni comuni e tutte le più moderne tecnologie per il risparmio energetico e la domotica, completamento in tempi ridotti, circa un anno e mezzo, con fine lavori prevista a Settembre 2020, in tempo per l’avvio del successivo anno scolastico 2020/21.

Si tratta di un edificio di ultima generazione progettato per garantire alte prestazioni energetiche e classificato come intervento di riqualificazione a energia quasi zero (nZEB). L’edificio è realizzato con sistemi innovativi mirati alla sostenibilità ambientale alla ecocompatibilità ed alla sicurezza, con ottimo comportamento delle strutture in caso di sollecitazioni sismiche. Il lotto su cui sarà realizzato l’edificio ha una superficie complessiva di circa 7.700 mq mentre l’intero edificio scolastico avrà una superficie utile di circa 1265 mq.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

PIZZA PISA FESTIVAL – Esiti del Premio Trofeo San Ranieri Contest

A trionfare è stata… la pizza!

In attesa della seconda ed ultima serata di questo primo PizzaPisaFestival, durante la giornata i maestri pizzaioli si sono sfidati nel contest ‘Trofeo San Ranieri Miglior Pizza’; e scatenati nel preparare impasti morbidi, perfettamente lievitati, rapidi da cuocere e croccanti al punto giusto, da sciogliere in bocca arricchiti da una sfrenata varietà di condimenti uno più ghiotto ed originale dell’altro.

A testimoniare la ricchezza e la varietà delle pizze in gara fra i venti pizzaioli che si sono iscritti al Contest pisano, oltre alla giuria sono stati i non pochi appassionati che hanno assistito alle due mattinate dedicate alla gara che hanno potuto assaggiare gli ‘spicchi’ che non erano serviti alla giuria per assegnare i punteggi. Con una apposita scheda voto infatti i giurati dovevano dare un voto da 1 a 10 all’aspetto, al profumo, all’impasto, alla cottura all’equilibrio fra gli ingredienti ed anche ad un aspetto poco indagato nel mondo dei professionisti della pizza, ovvero l’arte di saper raccontare il proprio prodotto ed il proprio lavoro a coloro che la pizza si accontentano di… mangiarla.

Giuria in grande imbarazzo nel selezionare i migliori prodotti per la bravura di tutti i contendenti E voti altrettanto in equilibrio con pochi punti di scarto fra i concorrenti.

A decidere quindi sono stati pochissimi dettegli. Ma la graduatoria. si sa, ad un certo punto va compilata ed ecco i verdetti. A premiare i vincitori l’assessore Rosanna Cardia del Comune di Pisa, il direttore di Confcommercio Federico Pieragnoli, il vicepresidente CNA Pisa Marco Ammannati.

Diego Boni vincitore del premio per il miglior utilizzo prodotti territorio; Antonio Boscolo ha ricevuto il Premio per il miglior impasto ed anche quello per il 3 posto assoluto, mentre al secondo posto si è piazzato Antonio Buonaugurio (con la sua pizza al Caciocavallo ‘apPisa’, con il gioco di parole fra appeso -in gergo partenopeo- come deve essere un caciocavallo come si deve) e naturalmente l’omaggio alla città ospitante. Infine al primo posto si è piazzato Manuel Maiorano che si è meritato il premio più ambito, ‘nonostante’ la giovane età e la tutto sommato non lunga esperienza, come ha detto il presidente di Giuria Luigi Ricchezza. Oltre alla soddisfazione i vincitori si portano a casa (con un po’ di fatica!) un totale di 750 chili di farina offerta da Grandi Mulini Italiani ed anche un cesto con i prodotti del territorio Pisano del consorzio Toscana Sapori. E stasera aperti gli stands fino a tardi per aspettare anche gli spettatori della attesa partita del Pisa contro la Triestina per il turno di andata della finale di Play off per la promozione in serie B.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

PIZZA PISA FESTIVAL – Apertura straordinaria fino a tardi per aspettare i tifosi dopo la partita

Si è aperto ieri mattina con le prima fasi del contest Trofeo San Ranieri da assegnare al miglior pizzaiolo. E vista la novità della coincidenza con la finale Play off del Pisa, gli stand rimarranno aperti fino a notte fonda per aspettare i tifosi del Pisa dopo la fine della partita.

Gradito l’abito da sera: ovvero rigorosamente qualcosa di nerazzurro! Inaugurazione ufficiale ed apertura al pubblico invece a partire dalle 17.

pizza pisa festivalIl Pisa Pizza Festival è frutto di una nuova collaborazione fra CNA e Confcommercio Pisa, la compartecipazione della Camera di Commercio di Pisa, il patrocinio del comune di Pisa, gli sponsor Banca di Pisa e Fornacette, Unipol Sai Assicurazioni, formaggi Famiglia Busti, Grandi Molini Italiani.   L’ingresso è gratuito e c’è la possibilità di degustare e assaggiare direttamente presso i vari stands.

L’evento si è aperto martedì con il contest Trofeo San Ranieri, ma la premiazione è prevista oggi (mercoledì) alle 15,30 per il piazzaiolo più talentuoso, a insindacabile giudizio di una Giuria tecnica di qualità. A seguire, sono tanti gli appuntamenti da non perdere: dai laboratori per bambini, agli show-cooking, dai Master Class ad un convegno finalizzato ad approfondire la conoscenza delle farine. 

PROGRAMMA Mercoledì 05 giugno

9.30 – 14.00 Contest
15.30 premiazione Premio Trofeo San Ranieri Contest
16.00 Convegno Farine “Le farine…un’evoluzione in atto”
18.00 apertura stands gastronomici e Laboratori
18.00 Pizza al Tegamino
19.00 Master class “A lezione di Lievito Madre”
20.00 Pizza napoletana e fritta
21.00 Show Cooking a 4 mani con chef stellato Fabrizio Girasoli, conduce Claudio Mollo
Dalle 22,30 Operazione Pizza Post Stadio

Ore 16 CONVEGNO SULLE FARINE “Le farine…un evoluzione in atto”

Tavola Rotonda con: Prof. Andrich (UNIPI); Luigi Ricchezza (Tecnico Linea Pizzeria GMI); Stefano Gatti, panificatore; Gabriele Rotini, responsabile CNA Agroalimentare Nazionale; Stefano Bernardeschi, panificatore CNA Agroalimentare Pisa; Nicola Giuntini ,vice pres. vicario ASSIPAN Confcommercio;

Rachele Borelli, presidente ASSIPAN Confcommercio Pisa;

conduce Claudio Mollo, giornalista enogastronomico

CONTEST

pizza pisa festivalTrofeo San Ranieri per la “miglior pizza” Il contest per il pizzaiolo più talentuoso

giuria tecnica Sarà composta da:

Presidente di Giuria Luigi Ricchezza

4 Chef Debora Corsi e Maria Probst* il 4/6;

Daniele Fagiolini e Stefano Pinciaroli il 5/6

2 Giornalisti (Margherita Mattei e Luca Managlia o Claudio Zeni)

2 Pizzaioli Mario Cipriano 3 spicchi Gambero Rosso e Gabriele Dani 1 spicchio Gambero Rosso

Fornitori di settore Stefano Busti di Formaggi Famiglia Busti,Enrica Calchini di PachinEat, Antonio Valente Distributore di Latticini, Edo Volpi di Vapori di Birra. Maggiori info sui personaggi coinvolti sul sito www.pizzapisafestival.it

PREMIAZIONE mercoledì 5 giugno alle ore 15:30

1^ premio “Miglior pizza” PREMIO SAN RANIERI (premio 350 kg Farine GMI)

2^ premio (premio 250 kg Farine GMI)

3^ premio (premio 150 kg Farine GMI)

Verrà consegnato ai primi 3 classificati un cesto di prodotti del territorio.

Verranno consegnate ai primi 3 classificati tre targhe e tre attestati;

tutti i partecipanti riceveranno gli attestati di partecipazione.

I premi verranno consegnati da:

Sindaco di Pisa, Michele Conti,

Presidente di Giuria, Luigi Ricchezza (Tecnico Linea Pizzeria GMI)

Presidente CNA Matteo Giusti

Presidente Confcommercio Federica Grassini

Responsabile Vendite Linea Pizzeria GMI, Matteo Rebek

SHOW COOKING

ore 18 Pizza al Tegamino a cura di Gabriele Dani

ore 19 Lezione di Lievito Madre a cura di Stefano Bernardeschi e Stefano Gatti

ore 20 Pizza Napoletana e fritta con Giovanni Santalpia

ore 21 Show cooking “a 4 mani”: Luca D’Auria e Fabrizio Girasoli, (1 stella Michelin proprietario del Ristorante Butterfly Lucca).

STANDS PRODUTTORI

Birrificio di Buti (birra)

Vapori di Birra (birra)

Opificio Birraio (birra)

Agrisole (vino)

Famiglia Formaggi Busti (formaggi)

Pachineat (conserve pomodoro) Vecchiano Pachino

L’Oro della Toscana (olio) Casciana T.

Balestri Davide (Salumi) 

STANDS PIZZERIE

Pizzeria F.lli D’Auria

Pizzeria Da Tony

Pizzeria Stinchi

Pizzeria Martino

Pizzeria A Modo Mio

Pizzeria Officina della Pizza

PIZZA PISA FESTIVAL – 4 e 5 giugno 2019, Stazione Leopolda a Pisa

Pisa – Si inaugura martedì 4 giugno, alla Stazione Leopolda, il Pizza Pisa Festival, la due giorni promossa da Confcommercio Provincia di Pisa e Cna. Tantissime le iniziative, sin dal mattino,  all’interno della kermesse dedicata al celebre piatto famoso in tutto il mondo, tra contest, assaggi di pizze orginali, showcooking e approfondimenti vari, grazie alla presenza di maestri piazzaioli e famosi gourmet. Ingresso gratuito con la possibilità di pizza e altri prodotti in degustazioni.  Il Pisa Pizza Festival si aprirà con il contest Trofeo San Ranieri, la gara che eleggerà il pizzaiolo più talentuoso. A decidere  il vincitore una giuria presieduta da Luigi Ricchezza, 4 chef inseriti nella prestigiosa guida Gambero Rosso, food blogger e giornalisti di settore.  L’inaugurazione alla presenza delle autorità è in programma alle ore 17, mentre già nel primo pomeriggio protagonisti saranno i bambini con il laboratorio di Stefano Bernardeschi, dove i più piccoli impareranno a impastare e creare simpatiche forme con il pane.   Dalle 18 “Cecina e Pizza pisana” saranno le protagoniste dello show cooking a 4 mani. Imperdibile il master Class “La Pizza fatta in Casa” a partire dalle ore 20. L’evento è realizzato con il patrocinio del Comune di Pisa, la compartecipazione della Camera di Commercio di Pisa / Terre di Pisa, i partner Banca di Pisa e Fornacette, Formaggi della Famiglia Busti, Agenzia Unipol Sai assicurazioni, Grandi Molini Italiani.

Tante anche le iniziative previste per mercoledì 5, con il convegno sulle farine, le lezioni sul lievito madre,  gli show cooking “Pizza Napoletana e fritta” e “Pizza al Tegamino”.

Le pizzerie partecipanti: Pomodoro e Mozzarella – F.lli D’Auria, Pizzeria Da Toni, Pizzeria Da Martino, Pizzeria Stinchi, Pizzeria A Modo mio, Pizzeria l’Officina della Pizza, Pizzeria Farina del Mio Sacco. 

Per maggiori informazioni visita il sito dell’evento: www.pizzapisafestival.it