ENOGASTRONOMIA – Consorzio Toscana Sapori dal 2 al 10 dicembre a “l’Artigiano in Fiera” a Milano

Edo Volpi, Presidente Consorzio Toscana Sapori: “A Milano con la qualità e la storia della Toscana”

Gli artigiani del gusto del Consorzio Toscano Sapori porteranno a Milano il made in Tuscany, anzi il “fatto in Toscana” con la qualità, le tradizioni e la storia della Toscana. Si tratta di uno degli eventi più importanti dell’anno, L’artigiano in Fiera, che si terrà a Milano dal 2 al 10 Dicembre. L’evento ha respiro internazionale, infatti gli artigiani che esporranno a Milano provengono da tutto il mondo ed è aperto a tutti e “ci aspettiamo di incontrare un grande pubblico – ha dichiarato Edo Volpi presidente di Toscana Sapori CNA – nel nostro stand i visitatori provenienti da tutto il mondo potranno conoscere i liquori Taccola, il tartufo toscano bio de ‘I tartufi di Teo’, i prodotti freschi de ‘La Casa del Pane’, alla pasta toscana Bertoli, alla cioccolata e pasticceria di “Le Bontà”  o infine alla birra toscana di ‘Vapori di Birra’ . L’artigiano in Fiera, come dice il nome stesso, è un evento estremamente interessante perché i prodotti non vengono solo esposti in modo anonimo bensì dietro al banco vi sono gli artigiani stessi. La possibilità di conoscere i protagonisti, gli autori delle produzioni, di scambiare opinioni e conoscenze sui prodotti, sul territorio di provenienza, sono ciò che rende una visita alla Fiera una esperienza unica, diversa dalle solite esposizioni e mercati. Per noi è un modo di farci conoscere e far apprendere al grande pubblico le particolari e suggestive storie e tradizioni che stanno dietro i nostri prodotti. A Milano verranno portati alcuni prodotti storici, infatti abbiamo una vasta gamma di proposte: liquori, tartufi, pasta, pane, birra e cioccolato”.

Gli artigiani toscani a “Artigiano in Fiera 2017”

I liquori toscani hanno una storia centenaria. Il liquorificio Taccola 1895 produce da quasi un secolo alcuni dei liquori toscani più diffusi, come il Sassolino o il Ponce. La lunga tradizione toscana del tartufo è rappresentata da I tartufi di Teo, azienda che per prima ha ricevuto la certificazione biologica per il tartufo in Italia. La Pasta Bertoli e La casa del Pane  di Francesco Gori porteranno il grano toscano in tutte delle sue forme. New Entry è la pasticceria torteria “Le Bontà di Marco Toschi” che con le sue praline di cioccolato e i suoi biscotti alle nocciole conquisterà ogni palato. Oltre ai liquori, tra le bevande artigianali Vapori di Birra che porterà una birra artigianale prodotta con l’aiuto dell’energia geotermica della zona di Larderello.

Dove trovarci:

Artigiano in Fiera  Stand C64 Padiglione 1; Fiera Milano Rho-Pero

Quando:
2-10 Dicembre 2017, dalle 10.00 alle 22.30

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – Voucher per la digitalizzazione delle PMI

Puoi ottenere un contributo massimo di 10mila euro per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici.

Il Ministero dello Sviluppo Economico stanzia 100milioni di euro per la digitalizzazione delle PMI.
Si tratta di una misura agevolativa, destinata alle micro, piccole e medie imprese, che prevede la concessione di un voucher di importo non superiore a 10mila euro, per realizzare interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

Scopri di più CLICCANDO QUI

BANDO ENERGIA 2017 – Aiuti a progetti di efficientamento energetico delle PMI

Puoi ottenere un contributo massimo del 40% delle spese sostenute per interventi di isolamento termico, sostituzione di infissi, impianti di climatizzazione, caldaie ecc…
Scadenza 28 febbraio 2018

Scopri tutti i dettagli adesso CLICCANDO QUI

Pubblicato il decreto per la riduzione del 7,22% dei premi INAIL nel 2017 alle imprese artigiane senza infortuni nel biennio 2015/2016

Il Ministero del Lavoro ha pubblicato nella sezione “Pubblicità legale” del portale del proprio sito  il Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze del 10 ottobre 2017 concernente la riduzione dei premi per le imprese artigiane ai sensi dell’art.1, commi 780 e 781 lettera b) della legge 27 dicembre 2006, n. 296, riferito all’annualità 2017, adottato sulla base della determinazione INAIL n. 331 del 28.08.2017, in cui si prevede che: «La riduzione spettante alle imprese artigiane che non hanno avuto infortuni nel biennio 2015/2016, ai sensi dell’articolo 1, comma 780 e 781, lett. b), della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 è stabilita in misura pari al 7,22% dell’importo assicurativo dovuto per il 2017.

Ti interessa? Continua sul sito di CNA nazionale CLICCANDO QUI

Consorzio I Navicelli, si riparte – Nuovi insediamenti per l’area del Canale dei Navicelli



3 nuove aziende insediate nell’Area della darsena dei Navicelli e numerosi contatti per gli ultimi spazi ancora da assegnare (rimane un solo lotto, proprio di fianco al canale di 1750 mq coperti più spazi esterni

Una nuova società è protagonista nelle prospettive di sviluppo dell’area della darsena dei Navicelli a Pisa. La Marika srl ha acquisito gli ultimi spazi rimasti liberi del Consorzio I Navicelli Sccpa promosso da CNA: si tratta di 4 lotti divisi in 5 unità funzionali per una superficie coperta di circa 6000 metri quadri  nel mese di settembre. Ed in soli due mesi ha già potuto assegnare ad altrettante società di grandi prospettive i prestigiosi spazi produttivi, realizzati dal Consorzio, che si affacciano sul canale dei Navicelli.

A presentare le 3 nuove imprese il presidente della Navicelli spa l’Ing. Giandomenico Cardi ed al Sindaco di Pisa Marco Filippeschi, Paolo Lombardi per la Marika srl ed il presidente CNA Matteo Giusti oltre a Maurizio Bandecchi e Agostino Bertini.    

Si è rimessa pertanto in moto una storia che si era interrotta nel 2010, quando, una volta ultimati i capannoni da parte del Consorzio promosso da CNA, per alcune aziende assegnatarie, a causa della crisi imperante, non fu possibile completare i programmi di investimento avviati, ed i lotti a loro assegnati sono rimasti vuoti sino ad ora. Per poterli ricollocare secondo l’originario progetto il Consorzio i Navicelli è dovuto passare attraverso una delicata operazione di riordino guidata da Maurizio Bandecchi (vicedirettore CNA) prima, e poi dal Dottor Agostino Bertini dello Studio Dreucci di Pisa.

Solo oggi grazie ad un’operazione, in collaborazione con gli  Istituti di credito coinvolti  è stato possibile creare le condizioni per nuovi insediamenti e nuove assegnazioni. Tale riassetto permette alla zona della darsena pisana di confermare il suo ruolo di area di grande interesse per le attività legate al mondo della nautica e non solo, grazie ai vantaggi  ed alle condizioni ideali di logistica e di interconnecting che attività quali la  meccanica, anche di precisione e le produzioni di carpenteria e di componentistica avanzata, richiedono.
Gli immobili rappresentano una risposta ai bisogni di insediamento per aziende che necessitano di una posizione strategica e baricentrica fra i grandi nodi infrastrutturali dell’area Pisana e livornese
(aereoporto, autostrada, ferrovia,  porto ed interporto) con il valore aggiunto fornito dall’affaccio sulla via d’acqua  del Canale dei Navicelli. I grandi spazi interni sviluppati nella realizzazione dei capannoni, anche in altezza (13 metri utili) e di ampi spazi di manovra in esterno con resedi private molto ampie e gli spazi comuni consortili (dove oggi sono disponibili ulteriori 5000 mq di area di stoccaggio) permettono tutto questo.
A breve nuove prospettive legate alla apertura dell’incile sull’Arno ed alla realizzazione di palancolature e banchine, anche per servizi di mobilità e per turismo, aprono ulteriori possibilità per tutta la zona a nord del tratto finale della SGC Fi PI Li che si innesta sulla Autostrada A12 . Non è un caso che il neo gestore degli spazi produttivi, Paolo Lombardi manifesti ottimismo  circa “l’assegnazione anche dell’ultimo lotto libero e della creazione di ulteriori progettualità su quest’area. Abbiamo molti contatti aperti e siamo certi che le cose potranno ancora svilupparsi, anche grazie al completamento del programma degli investimenti pubblici su questa zona  sia per il canale dei Navicelli che per le aree circostanti dotate di infrastrutture, senza i quali non avremmo deciso di percorrere questa nuova avventura. Oltre a dare loro pubblicamente il benvenuto, ringrazio anche le nuove imprese approdate a Pisa per la fiducia che ci hanno accordato. Ringrazio inoltre tutti i professionisti e le imprese impegnate nelle operazioni, già avviate, di messa a regime e agibilità dei lotti che contiamo di terminare in poche settimane”.

LE 3 IMPRESE SONO: AUSTIN PARKER, PHY YACHTS E ARTIMO.

ARTIMO, robotica e modellazioni alta precisione

Artimo srl è una società che crea modelli attraverso l’ausilio di un impianto Robotico con 8 assi (brevettato) di ultima generazione. Una possibilità unica per i vari settori dell’industria nautica, aereonautica, ferroviaria, automotive. Altamente tecnologica, utilizza tecniche innovative a livello mondiale. I modelli dapprima progettati in-house saranno poi realizzati con l’ausilio di Robot dotati di bracci antropomorfi che permettono precisione estrema e replicabilità, assicurando risultati di competitività mai visti prima nell’industria.

La Artimo srl ha sede principale a Milano, mentre la prima sede operativa sarà installata ai Navicelli, ma con la prospettiva di aprirne altre in location strategiche internazionali. Essendo la ARTIMO una start up il personale sarà assunto in zona e formato da tutors esterni. Si prevede di finire l’installazione dei macchinari entro la fine di quest’anno,  per essere produttivi a gennaio 2018.

PHI Yachts Lab, a Pisa per inseguire il target del luxury refitting

Phi Yachts nasce dalla volontà del dottor Nico Laude dopo oltre 25 anni di professione nel settore nautico ed è una società di brokeraggio e consulenze marittime fondata sulla base di una elevata esperienza professionale sul mercato delle imbarcazioni da diporto. Phi Yachts ha uffici commerciali a Forte dei Marmi, Porto Rotondo e Istanbul con un team  di oltre 5 venditori. Adesso ha deciso di sviluppare, in un punto strategico come Pisa, Phi Yachts Lab che diventerà il fulcro dell’esposizione permanente di imbarcazioni nuove e usate al di sopra dei 50 piedi. Specializzata nella vendita e nella gestione di yachts e superyachts dei marchi più rinomati al mondo PHI Yachts garantisce il massimo della cura e della affidabilità per il cliente, che copre sia gli aspetti commerciali dell’affare sia le operazioni di servizio e gestione relative all’acquisto di uno yacht.

Con uno staff di professionisti qualificati che operano negli uffici di Forte dei Marmi, Porto Rotondo e Istanbul, e dai primi giorni del 2018 anche Pisa, Phi offre ai potenziali proprietari la massima competenza e una presenza costante in ogni mercato e area di interesse.

AUSTIN PARKER, una storia recente di successo

La storia di Austin Parker inizia nel 1998 quando il cantiere toscano, per primo in Italia, dà vita alla produzione di imbarcazioni chiamate “lobster” destinate alla nautica da diporto, rivisitando e modernizzando le forme delle barche da pesca americane costruite nel Maine, per la cattura delle aragoste.

Nel 2008 un gruppo imprenditoriale, con forti tradizioni nella nautica, dà vita a una nuova società che diventa protagonista di un rilancio in grande stile: prendono così forma le nuove Austin Parker e, in pochi anni, la società mette sul mercato molti nuovi modelli dal design innovativo, pur conservando quell’impronta retrò che da sempre le ha caratterizzate, grazie all’apporto di uno dei più quotati designer italiani, l’architetto Fulvio de Simoni.

Nonostante la profonda crisi del settore, iniziata a partire dal 2008, i Cantieri Navali Austin Parker, hanno saputo guardare avanti e costruire il futuro attraverso la propria gamma di imbarcazioni mai di moda e destinate a durare nel tempo.

L’operazione, sostenuta da importanti investimenti, ha sviluppato una rete commerciale importante che ha visto l’apertura di uffici vendita a livello internazionale: Polonia, Svezia, Spagna, Turchia, Francia, Belgio, Portogallo, Croazia, USA, Asia, Messico, Australia.

Nel 2016 il Cantiere sigla un’importante accordo commerciale, del valore di 30ml di dollari, per produrre, per 3 anni, uno dei propri modelli in esclusiva per il brand americano Chris-Craft. Nel 2017 lancia 2 nuovi yacht (il 44 Sedan e il 48 Sundeck) e li presenta ai Saloni Nautici di Cannes e Genova, subito dopo negli Stati Uniti, a Ft. Lauderdale.

Oggi ha una gamma di 8 modelli da 36 a 74 piedi e guarda a un nuova linea yacht di misure superiori: una delle motivazioni che hanno determinato il trasferimento dell’attività presso una nuova e più capiente unità produttiva presso “I NAVICELLI” (Pisa).

Michele Parini, Amministratore Unico così sintetizza i numeri di Austin Parker “attualmente il numero di addetti diretti è di circa una quindicina e durante la produzione, con le ditte esterne, si arriva a circa 50 addetti complessivi. Il fatturato previsionale per l’anno in corso si dovrebbe attestare intorno a 9 milioni di euro. 

PREMIO CAMBIAMENTI – Giovedì a Roma la finale nazionale

Ab Zero la start up pisana, fra le finaliste nazionali  

Droni intelligenti che salvano vite umane.

Sono prodotti da ABZero srl che è fra le finaliste nazionali del premio Cambiamenti CNA, dopo essersi aggiudicata la tappa pisana del Premio Cambiamenti ed aver superato anche la selezione Toscana.

Giunto alla seconda edizione il Premio “Cambiamenti” è organizzato dalla CNA per le imprese che operano da meno di 3 anni con progetti e idee innovative. La manifestazione conclusiva (dopo la tappa pisana il 21 ottobre ed il 6 novembre con la fase di selezione regionale), si svolgerà a Roma giovedì 30 novembre alle ore 11, presso l’Auditorium della CNA Nazionale in piazza Mariano Armellini 9/A.

Le imprese che si sono iscritte quest’anno sono 711, l’anno scorso furono 603.

Conclusa la fase di valutazione con oltre 20 eventi territoriali, le 25 finaliste si confronteranno attraverso una presentazione di 2 minuti ognuna. In palio 20.000 euro per la prima classificata, 5.000 per la seconda e la terza, compresi due meeting di lavoro a Dublino presso i quartier generali di Google e Facebook per incontrare gli esperti di marketing, e tante opportunità di servizi offerte da CNA e dai partner del premio. Insieme a CNA, promotrice del premio, sulle nuove imprese italiane puntano Artigiancassa (main partner), Google, Facebook, Italia Startup, TAG, HFarm, Tim #WCAP, Starsup e Roland.

www.abzero.it ABzero è una start up innovativa che progetta e produce dispositivi medici innovativi. La start up offre un sistema di trasporto di sangue, emoderivati e organi attraverso droni completamente automatizzato. Il sistema utilizza software e dispositivi proprietari e brevettati. Abzero lavora al meglio per garantire sempre ai nostri partner i migliori risultati tecnici ingegneristici possibili. Abzero concentra le proprie energie per sviluppare progetti ed idee concrete che migliorano la vita delle persone aumentando il benessere collettivo e riducendo tempi e costi rispetto alle tecnologie già esistenti.

L’IDEA

ABzero si propone ogni giorno di raggiungere i massimi livelli di prestazioni dei propri progetti e prodotti offrendo soluzioni altamente tecnologiche e di facile utilizzo. Lavorare sull’ingegneria di frontiera è la sfida che tutti i giorni affrontiamo con entusiasmo e devozione per rendere l’esperienza tecnologica Unica e Irripetibile. ABzero è una start up innovativa che progetta e produce dispositivi medici innovativi. La start up offre un sistema di trasporto di sangue, emoderivati e organi attraverso droni completamente automatizzato. Il sistema utilizza software e dispositivi proprietari e brevettati. Abzero lavora al meglio per garantire sempre ai nostri partner i migliori risultati tecnici ingegneristici possibili. Abzero concentra le proprie energie per sviluppare progetti ed idee concrete che migliorano la vita delle persone aumentando il benessere collettivo e riducendo tempi e costi rispetto alle tecnologie e alle prassi già esistenti. il tutto in tre parole: Ingegneria di frontiera, qualità e controllo

I SOCI

Andrea Cannas e Giuseppe Tortora di ABzero

Andrea Cannas Fondatore e attualmente amministratore della società ABzero srls coordina le attività del gruppo nelle fasi iniziali. Ha avuto esperienza alla guida di una società di architettura e ingegneria come esperto in progettazione dei sistemi di controllo. Esperto in Sistemi di Gestione Integrati: Qualità, Ambiente e Sicurezza” nei settori della Qualità (ISO 9001), dell’Ambiente (ISO 14001) e della Sicurezza (BS OHSAS 18001) esperto in metodi di Audit come prescritto dalla ISO 19011:2012. Come consulente di società in ambito biomedico partecipa ai programmi di accelerazione “Unipol Ideas” ottenendo l’inserimento tra oltre 200 aziende selezionate. Visionario e precursore di alcune metodologie per il risparmio energetico applicato al Polivinidilene di fluoruro.

Giuseppe Tortora ha avuto esperienza tecnico-ingegneristica nell’ambito dell’elettronica applicata a dispositivi di piccole dimensioni, indossabili e per organi artificiali, wireless, e per il monitoraggio delle condizioni di salute. Ha poi maturato la propria esperienza manageriale a partire dal 2014, è stato premiato con numerosi riconoscimenti internazionali per imprenditori quali il miglior contributo al trasferimento tecnologico nel 2012, vincitore di un periodo di incubazione all’interno del XXIV ciclo di incubazione presso l’incubatore universitario fiorentino nel 2014, vincitore di un periodo di incubazione mirato ad un investimento nell’ambito del concorso di idee innovative Unipol -8 aziende selezionate fra 200-, vincitore della Start Cup Toscana 2014, Finalista al PNI 2014, Vincitore del Premio speciale Franci @ Innovazione a PNI 2014, vincitore della menzione speciale Social Innovation Regno Unito Ambasciata al PNI 2014
Modello di business:
Il modello di business è basato sulla progettazione del dispositivo internamente all’azienda, con outsourcing della produzione dei prototipi e il ricorso ad aziende del settore per supporto alla progettazione su specifiche parti del progetto o sui singoli moduli mantenendo internamente la progettazione della capsula intelligente. I ricavi deriveranno dalla vendita diretta del servizio di consegna di sangue ed emoderivati alle strutture secondo un modello B2C che si basano su un pay per use, nelle prime fasi del lancio, in modo da consentire una fidelizzazione rispetto al prodotto, con possibilità di conversione in contratto full al superamento di un certo numero di utilizzi. Il modello di business sarà supportato da adeguato marketing e iniziative di comunicazione, atte a diffondere il drone ABzero e a raggiungere i primi obiettivi di vendita già nel secondo anno.
Target di mercato:
L’ offerta del mercato in ambito di droni al servizio della salute e del trasporto urgente e prioritario di sangue, plasma od in Italia, in Europa ed in genere nei Paesi Occidentali è molto bassa. ABzero è il primo drone sul mercato mondiale a fornire servizi per la salute relativi al trasporto di sangue ed emoderivati perfettamente integrabile con tutte le realtà ospedaliere e nelle cliniche. C’è molto margine di miglioramento della tecnologia dei droni e ABzero ha l’effettiva possibilità di porre l’asticella qualità/prezzo/servizio ad un livello molto alto e di porsi come riferimento italiano e nei prossimi anni mondiale per il trasporto urgente di sangue, plasma ed emoderivati. Appena pronti, i primi prodotti verranno testati nelle maggiori realtà ospedaliere a livello italiano (Firenze, Roma, Milano) per poi espandersi nel relativo ambito regionale e nazionale. Con il riscontro positivo delle prime strutture, sarà avviata la produzione su una scala maggiore.

ESTETISTE – Linee di indirizzo per il controllo delle apparecchiature ad uso estetico

Lunedi 27 novembre ore 9,00 presso la sede della CNA di Pisa (La Fontina)

Il Servizio Sanitario Regionale, coadiuvato dal Dipartimento di Prevenzione Affari Sociali della Regione Toscana, ha prodotto delle Linee di indirizzo per il controllo delle apparecchiature ad uso estetico.

Per discutere di questo importante manuale, valutare le tipologie di attrezzature che possono essere presenti nei centri estetici e capirne il corretto utilizzo ma anche per avere informazioni aggiornate su tutti i documenti che devono obbligatoriamente avere le estetiste per non incorrere in sanzioni, si è voluto organizzare un convegno di approfondimento e informazione. 

Programma dei lavori:

ore 9,00 registrazione

ore 9,30 Saluti del Presidente Cna Estetica di Pisa ANTONELLA ORSINI

ore 9,45 relazione dott. PIERO CIBECA AUSL Toscana Nord Ovest

ore 11,00 dibattito

Per informazioni: 

Marcello Bertini 
bertini@cnapisa.it

LIQUORIFICIO MORELLI – Al Concours Mondial de Bruxelles 2 medaglie d’oro

Il Liquorificio Morelli, espressione della tradizione pisana, ha ricevuto due premi a livello internazionale alla « Spirits Selection by Concours Mondial de Bruxelles»

Sono soltanto 6 i produttori italiani che hanno ottenuto le medaglie d’Oro e il Liquorificio Morelli è l’unico ad aver conquistato due riconoscimenti.

Due i prodotti premiati entrambi con la medaglia d’Oro: la Grappa CRU Centenario 2016 e il Limoncino speciale 32°

“I premi ottenuti a ripetizione e soprattutto in questa ultima prestigiosa occasione al Concours Mondial de Bruxelles dal Liquorificio Morelli con competitors da tutto il mondo conferma che la via della qualità e del perseguimento dell’eccellenza porta a risultati unici” è stato il commento di Matteo Giusti, Presidente CNA Pisa.

La Grappa del Centenario è uno dei prodotti di punta, realizzata in occasione dei 100 anni di attività dell’azienda.

Il Limoncino 32° è uno dei prodotti più apprezzati da enoteche e ristoranti: un infuso di bucce di limone, alcool e zucchero. Nessun aroma, nessun colorante.

Un prodotto naturale e dal sapore autentico che, insieme all’Arancino32°, sta conquistando un posto da protagonista nella produzione Morelli che ha aggiunto adesso una linea Food dedicata.

Pasta al limoncino, panettoni, pandolci, cantuccini tutti ovviamente abbinati o come ingrediente una delle produzioni Morelli.

“Queste novità – spiegano i fratelli Marco, Luca e Paolo Morelli, titolari dello storico ed omonimo liquorificio – sono soltanto l’inizio di un percorso volto a valorizzare questi due prodotti e a crescere ancora per dare una offerta ed una panoramica dei nostri sapori sempre più completa. Due medaglie d’oro al Concours Mondial de Bruxelles non sono cosa di tutti giorni. Si tratta di un riconoscimento importante che conferma ancora una volta l’altissima qualità dei prodotti”.

Il concorso, si è svolto quest’anno in Cile a La Serena, e ha visto la partecipazione di 1140 superalcolici provenienti da 54 paesi.

Il Concorso è un’importante vetrina Internazionale che offre una Grande visibilità ai produttori

Per il Liquorificio Morelli non è la prima volta, spiegano ancora i  Morelli “già in passato la Grappa Centenario aveva conquistato la medaglia d’argento al Concorso Mondiale di Bruxelles. Inoltre lo stesso Prodotto ha ottenuto dei riconoscimenti al concorso nazionale Premio Alambicco d’Oro organizzato dall’Anag. Il limoncino speciale 32° conquistò invece la medaglia D’oro nel 2014 sempre al Concorso di Bruxelles.

Aggiungono ancora i fratelli Morelli “in questo concorso non siamo nuovi a vincere premi, diciamo nelle ultime 5 edizioni, abbiamo preso 4 volte premi, la cosa più bella però che questa edizione del concorso ha visto quasi 1200 partecipanti da tutto il mondo si è tenuto in Cile in una terra lontanissima e ottenere due medaglie d’oro è stata davvero una grande soddisfazione: pensando che il limoncino aveva già vinto questo premio nel 2012 a Bruxelles e la grappa centenario aveva già vinto una medaglia d’argento nel 2013, poi un’altra d’argento nel 2014 mentre al concorso italiano degli Assaggiatori di grappe nel 2016 ad Asti, aveva vinto il premio assoluto vincendo la Gran Medaglia d’Oro: grande premio perché c’erano tutte le multinazionali del distillato Italiano e veniva fatto a casa loro. Vincere è molto importante, ma confermarsi lo è ancora di più”.

(FONTE: Ufficio Stampa CNA Pisa)

MEPA – Attenzione al messaggio che invita a effettuare l’abilitazione

Nei messaggi personali le imprese abilitate al MEPA potrebbero ricevere, o aver già ricevuto, un messaggio che le invita ad effettuare l’abilitazione entro una certa data (23 novembre), pena la revoca

Si precisa che il messaggio di revoca riguarda esclusivamente le imprese che, abilitate al “vecchio” MEPA, non si sono ri-abilitate (pre-abilitate) o lo hanno fatto solo per alcuni dei vecchi bandi e, quindi, non hanno migrato il proprio catalogo, o lo hanno fatto solo parzialmente, in alcune categorie di abilitazione.

Quindi:

Le imprese devono effettuare una verifica sulle categorie alle quali sono abilitate mediante la funzione “cerca impresa” presente sul proprio cruscotto, inserendo la propria partita IVA.

Tal operazione permetterà alle imprese di verificare a quali categorie merceologiche siano attualmente abilitate e, eventualmente, laddove presente, scaricare il relativo catalogo (alcune categorie merceologiche ne sono sprovviste).

Qualora l’impresa mediante il “cerca impresa”:

  • non si trovasse, potrebbe avere l’autocertificazione scaduta.

In questo caso, l’impresa dovrà effettuare un modifica/rinnova dati (da metà ottobre l’approvazione della migrazione agevolata non costituisce più rinnovo automatico dell’autocertificazione per 6 mesi).

Laddove poi riscontrasse di non essere abilitata su una o più categorie merceologiche, dovrà inoltrare la relativa domanda di abilitazione al più presto.

  • si trovasse (dunque avesse l’autocertificazione in regola) ma riscontrasse di non essere abilitata su una o più categorie merceologiche, dovrà inoltrare la relativa domanda di abilitazione al più presto.

Si ricorda infine che la procedura di migrazione del catalogo NON riguarda le imprese abilitate ai lavori di manutenzione.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti: 

Elena Dal Canto 

dalcanto@cnapisa.it

Informativa categorie Trasporto Persone NCC E TAXI Pisa

Le categorie del trasporto persone si presentano con una piattaforma unitaria al tavolo convocato dal Governo per il 20 novembre p.v.

Il testo allegato che rappresenta il documento condiviso a livello Nazionale dalle categorie TAXI e NCC che anche i rispettivi mestieri CNA NCC e Taxi hanno condiviso e contribuito fortemente a elaborare insieme alle altre sigle. Non a caso il testo è stato firmato nella sede nazionale di CNA.

Vuoi leggerlo? DOCUMENTO UNITARIO NCC TAXI

Presentarsi con una piattaforma unitaria  rappresenta sicuramente una forza aggiuntiva per la difesa del TRASPORTO PERSONE, come è stato modo di far presente nell’incontro che abbiamo svolto lo scorso 8 novembre a Pisa ed è un presupposto per avere maggiore forza per impedire nuove fughe in avanti dettate da interessi economici di soggetti che sono ben lontani dai territori e dalle attuali imprese. Il documento cerca di coniugare le esigenze di un ammodernamento delle norme sulle tecnologie utilizzabili e su altri aspetti, con una difesa del tessuto produttivo oggi presente e con la forte novità dei possibili affidamenti di servizi di TPL alle categorie NCC e Taxi ove non sia possibile l’erogazione dei servizi “ordinari”.

Queste le principali novità unite ad altri aspetti non marginali che si propongono di modificare la Legge 21/92 cercando di renderla più attuale.

Resta tutto da comprendere l’impatto che questa forte novità potrà avere nei confronti dell’atteggiamento del Governo e sulle modifiche legislative in corso di definizione.

Vi aggiungiamo anche il comunicato stampa relativo: 17-11-2017 firma accordo taxi-ncc

Naturalmente vi terremo informati degli sviluppi, saluti

Il presidente                         il presidente                      il coordinatore

NCC Bus                                  Taxi                                    Fita Pisa

RICCARDO BOLELLI   CLAUDIO SBRANA  Maurizio Bandecchi