ALABASTRO PROTAGONISTA NELL’ARTE – Le opere di Antonaeta Dzoni realizzate dagli artigiani della Cooperativa Artieri

La forza comunicativa delle forme morbide ed avvolgenti, la suggestione delle trasparenze e dei giochi di luce che solo una pietra come l’alabastro può dare. Le sculture di Antonaeta Dzoni, realizzate a colpi di scalpello dagli artigiani della Cooperativa Artieri Alabastro ovvero le due Veneri callipigie, dee delle guarigioni e degli amori, un po’ magiche, un po’ madri mostrate a fianco di una figura celeberrima come Pinocchio,  hanno svelato tutta la potenza espressiva dell’alabastro, ora riscoperto come materia prima di eccelso livello per l’arte con la A maiuscola.

E grazie ad una doppia combinazione, il connubio fra arte e artigianato, e l’incontro  di due donne, l’artista Antonaeta Dzoni – eclettica, poliedrica, affabulatrice e detto in una parola, travolgente – con Silvia Provvedi che presiede la Cooperativa Artieri Alabastro fondata nel  1895, che hanno preso vita le nuove sculture che segnano il ritorno dalla porta principale dell’alabastro nell’arte che conta. L’incontro è nato da una idea della CNA di Pisa Unione Artistico e Tradizionale che da tempo sta lavorando sul concetto che “l’artigianato, – spiega la coordinatrice Barbara Carli – inteso come sapienza e conoscenza delle tecniche e delle materie. Questa è la premessa di ogni lavoro artistico che abbia l’ambizione di superare le mode del momento e possa anzi scandire il segno dei tempi come è sempre stato per ogni forma di espressione artistica nel corso della storia dell’uomo. Senza tecnica, senza conoscere la materia, senza contatto con il lavoro, l’arte è sterile. E gli esempi di oggi sono proprio il prodotto di un incontro fruttuoso fra l’idea artistica e maestria artigiana”.

Le sculture in alabastro opere di Antonaeta Dzoni sono infatti state svelate in anteprima a Volterra  venerdì 29 settembre nella Sala del Maggior Consiglio, a Palazzo dei Priori sede del Comune di Volterra.  Alla presentazione delle due Veneri Callipigie che saranno esposte in occasione della Biennale, si è aggiunta la grande novità del Pinocchio in alabastro che sarà protagonista di altri eventi.

Le opere in alabastro di Antonaeta Dzoni sono presenti al Premio Internazionale D’Arte Contemporanea “Viva Arte Venezia – Esposizione Internazionale 2017” dal 14 al 21 Ottobre 2017, a Palazzo Albrizzi (Venezia) con Prince Art Sostenitore del Padiglione Nazionale del Guatemala alla 57° Esposizione Internazionale di Arte La Biennale di Venezia.

Le opere approdate a Venezia prendono forma dall’incontro tra l’artista Antoaneta Dzoni e gli alabastrai della Coop Artieri Alabastro di Volterra, così come è accaduto anche per il Pinocchio in alabastro. Due eventi distinti, ma con una unica idea: far tornare protagonista una pietra nobile unica, inimitabile nel panorama dell’arte internazionale.

“La presentazione in anteprima a Volterra vuole essere un omaggio al territorio nel quale è nata la lavorazione dell’alabastro e alle maestranze che lavorano la pietra”, precisa Il presidente di CNA Pisa Matteo Giusti ente promotore, con il Patrocinio del Comune di Volterra. Una volontà chiara e concreta quella di CNA che è di “valorizzare l’intero comparto dell’artigianato, capace di mettersi a disposizione di artisti, designer e architetti per realizzare opere uniche, e capace di portare il nome di Volterra e dei territori di riferimento in tutto il mondo a maggior ragione attraverso la partecipazione a eventi prestigiosi e di grande richiamo di pubblico come le occasioni presentate oggi”.

Grazie all’iniziativa promossa da CNA  Pisa e dalla Cooperativa Artieri Alabastro di Volterra, al patrocinio del comune di Volterra e il sostegno della Fondazione CR Volterra è stata presentata venerdì 29 settembre, unitamente alle altre opere dell’artista Antonaeta Dzoni che saranno esposte a Venezia, una pregiata scultura di Pinocchio in Alabastro, la prima ed unica al mondo, che ritrae il burattino più famoso, protagonista del secondo testo più tradotto dopo la Bibbia.

La realizzazione è stata possibile grazie all’opera delle sapienti mani degli artigiani dell’alabastro di Volterra e grazie all’Associazione Culturale “Pinocchio di Carlo Lorenzini” presieduta dal Grand. Uff. On. Arch. Monica Baldi e dal Presidente Onorario Marchese Lionardo Ginori Lisci. Grazie al finanziamento del programma Erasmus plus a seguito dell’approvazione da parte della Comunità Europea, la scultura sarà protagonista durante gli eventi atti a promuovere il progetto “Campo dei Miracoli” che attraverso l’Associazione “per Boboli” come veicolo di promozione delle attività sociali. A rappresentare l’Associazione “Pinocchio di Carlo Lorenzini, sarà presente Domenico Trombi di Volterra.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

PICCOLI COMUNI – Silvestrini: “Una buona legge. È il primo passo per rilanciare il turismo di borghi e territori”

“La CNA apprezza il sì definitivo del Senato al disegno di legge che sostiene e valorizza i piccoli comuni italiani con popolazione fino a 5mila abitanti. Un provvedimento mirato a combattere lo spopolamento e il dissesto idrogeologico e a rilanciare l’economia di borghi e territori. In particolare, puntando sulla valorizzazione dell’immenso patrimonio storico, artistico e paesaggistico distribuito nel Paese, destinato a divenire volano di un turismo destagionalizzato, diffuso e di qualità, il contrario del controproducente turismo mordi-e-fuggi. Altrettanto importante è l’obiettivo del superamento dello storico divario tra città metropolitane e periferie come tra centri urbani e zone rurali”. Lo dichiara Sergio Silvestrini, Segretario Generale della CNA.

“Questo Ddl – aggiunge – deve diventare l’architrave di un progetto che punti a inserire nel circuito turistico piccole imprese di tutti i settori anche attraverso la realizzazione di reti infrastrutturali materiali e immateriali, a cominciare dalla banda larga, ormai indispensabile. E’ il primo, decisivo, passo verso il necessario ripensamento dell’alfabeto turistico, sostenuto da tempo dalla CNA.  Su questa rotta – conclude Silvestrini – la Confederazione è già al lavoro, attraverso la Carta delle imprese artigiane del turismo, per arrivare a una nuova governance politica, economica e normativa del settore”.

(FONTE: Ufficio stampa CNA)

ALABASTRO PROTAGONISTA NELL’ARTE – Anteprima a Volterra delle opere di Antonaeta Dzoni

Un’iniziativa promossa da CNA  Pisa e dalla Cooperativa Artieri Alabastro di Volterra

Quando? Venerdì 29 settembre alle ore 11 presso la Sala del Maggior Consiglio, a Palazzo dei Priori sede del Comune di Volterra

Le opere sono state realizzate dagli artigiani della cooperativa Artieri Alabastro

Prosegue a tappe serrate il progetto di riportare l’alabastro come protagonista nell’arte.

Alla presentazione delle opere che saranno esposte in occasione della Biennale, si è aggiunta la grande novità del Pinocchio in alabastro che sarà protagonista di altri eventi.

Le opere in alabastro di Antonaeta Dzoni sono presenti al Premio Internazionale D’Arte Contemporanea “Viva Arte Venezia – Esposizione Internazionale 2017” dal 14 al 21 Ottobre 2017, a Palazzo Albrizzi (Venezia) con Prince Art Sostenitore del Padiglione Nazionale del Guatemala alla 57° Esposizione Internazionale di Arte

La Biennale di Venezia

Le opere approdate a Venezia prendono forma dall’incontro tra l’artista Antoaneta Dzoni e gli alabastrai della Coop Artieri Alabastro di Volterra, così come è accaduto anche per il Pinocchio in alabastro. Due eventi distinti, ma con una unica idea di fondo: saranno “disvelate”, con ulteriori sorprese, tutte queste nuove opere per volare sulla scena del mondo e far tornare protagonista una pietra nobile unica, inimitabile nel panorama dell’arte internazionale.

“La presentazione in anteprima a Volterra vuole essere un omaggio al territorio nel quale è nata la lavorazione dell’alabastro e alle maestranze che lavorano la pietra”, precisa Matteo Giusti, presidente di CNA Pisa, Ente promotore dell’iniziativa insieme al Patrocinio del Comune di Volterra.

Una volontà chiara e concreta quella di CNA che è di “valorizzare l’intero comparto dell’artigianato, capace di mettersi a disposizione di artisti, designer e architetti per realizzare opere uniche, e capace di portare il nome di Volterra e dei territori di riferimento in tutto il mondo a maggior ragione attraverso la partecipazione a eventi prestigiosi e di grande richiamo di pubblico come le occasioni presentate oggi”.

Grazie all’iniziativa promossa da CNA  Pisa e dalla Cooperativa Artieri Alabastro di Volterra, al patrocinio del comune di Volterra e il sostegno della Fondazione CR Volterra verrà presentata venerdì 29/9, unitamente alle altre opere dell’artista Antonaeta Dzoni che saranno esposte a Venezia, una pregiata scultura di Pinocchio in Alabastro, la prima ed unica al mondo, che ritrae il burattino più famoso, protagonista del secondo testo più tradotto dopo la Bibbia. La realizzazione è stata possibile grazie all’opera delle sapienti mani degli artigiani dell’alabastro di Volterra e grazie all’Associazione Culturale “Pinocchio di Carlo Lorenzini” presieduta dal Grand. Uff. On. Arch. Monica Baldi e dal Presidente Onorario Marchese Lionardo Ginori Lisci. Grazie al finanziamento del programma Erasmus plus a seguito dell’approvazione da parte della Comunità Europea, la scultura sarà protagonista durante gli eventi atti a promuovere il progetto “Campo dei Miracoli” che attraverso l’Associazione “per Boboli” come veicolo di promozione delle attività sociali. A rappresentare l’Associazione “Pinocchio di Carlo Lorenzini, sarà presente Domenico Trombi di Volterra.

PROGRAMMA DELLA PRESENTAZIONE DEL 29 SETTEMBRE 

Venerdì 29 settembre  Sala del Maggior Consiglio , Palazzo Priori, Volterra

Ore 10,45 accoglienza Autorità ed ospiti

Ore 11,00 inizio presentazione ed interventi

Ore 12,00 svelamento opere

Ore 12,30 Brindisi presso i locali della Cooperativa Artieri in piazza Priori

Interventi:

Marco Buselli, Sindaco del Comune di Volterra
Silvia Provvedi, Presidente Cooperativa Artieri Alabastro
Antonaeta Dzoni, Artista
Matteo Giusti, Presidente CNA Pisa
Barbara Carli, Coordinatrice CNA Artistico e tradizionale.

Modera: Maurizio Bandecchi Vice direttore CNA Pisa

ALLERTA PFAS ANCHE NEL DISTRETTO INDUSTRIALE DI SANTA CROCE ? CNA – ASSA: Polemica sul funzionamento del Distretto

In una nota congiunta CNA – ASSA si legge: “Abbiamo appreso dalle notizie di stampa che l’allarme lanciato in Veneto dal Governatore Zaia rispetto alla presenza di Pfas (perfluoroalchilici) nei corsi d’acqua e nelle acque potabili, ha coinvolto anche il nostro Distretto Industriale, a quanto si legge, sin dal 2013 grazie ad uno studio condotto dal CNR su vari corsi d’acqua e anche altri di tipo epidemiologico” è la premessa di Rossella Giannotti della Presidenza Provinciale CNA, che interviene sul tema unitamente a Alberto Giannangeli presidente Assa.

COSA SONO I PFAS?

I PFAS sono le sostanze impermeabilizzanti più diffuse al mondo e usate in moltissimi settori produttivi compreso il conciario, riconosciute come dannose per l’uomo, ma per le quali la normativa non ha ancora individuato una “soglia di pericolo” per la presenza nel sangue.

COME CONTINUA LA NOTA CONGIUNTA CNA – ASSA? 

“Apprendiamo, sempre dai giornali, – scrivono CNA e Assa – che sia le istituzioni locali che i rappresentanti delle aziende conciarie erano a conoscenza di questo studio del CNR e che sono state attivate “azioni da parte dei tecnici degli impianti del nostro polo conciario”, monitoraggi anche da parte della Regione che da atto che “esiste un rapporto di massima collaborazione sui temi ambientali perché sotto questo punto di vista il Distretto è aperto e sensibile. Prendiamo atto infine, con nostra grande soddisfazione, che da noi la situazione è assolutamente sotto controllo e che non è stata rilevata alcuna traccia di questa sostanza nelle acque potabili. Ciò dimostra ancora una volta che il nostro sistema produttivo ha una sensibilità alta ed una attenzione costante ai problemi ambientali. Da un lato però rileviamo che le circa 150 aziende aderenti a CNA ASSA coinvolte nella filiera cuoio e concia all’interno delle quali, è bene ricordare, trovano occupazione circa 2000 addetti, non utilizzano in alcun modo sostanze chimiche e men che meno quelle incriminate. Dall’altro le suddette aziende non sono nemmeno state messe a conoscenza dei contenuti dello studio realizzato a suo tempo dal CNR e tanto meno delle misure che conciatori e Istituzioni locali hanno concordato come dichiarato. Il Distretto però, ci preme sottolineare, non può funzionare così. Ci saremmo aspettati una maggiore sensibilità e correttezza da parte dei nostri partner al tavolo del Distretto ed una condivisione in quella sede di questa problematica” è la conclusione della nota CNA-Assa.

Imu sugli immobili strumentali – Silvestrini: “Chiediamo al Governo di innalzare la deducibilità di questa imposta iniqua e controproducente”

Nove miliardi e 700 milioni. Tanto è costata nel 2016 alle imprese e ai lavoratori autonomi l’Imu sugli immobili strumentali, circa la metà del gettito complessivo di questa imposta.

È la stima realizzata dal Centro studi CNA sui dati 2016.

“Una somma che conferma l’insostenibilità di questa imposta iniqua – dichiara Sergio Silvestrini, Segretario Generale della CNA –  Non si può trattare strumenti di lavoro, che creano occupazione e ricchezza diffusa, come capannoni, laboratori e negozi, alla stregua delle seconde case. Questa imposta è una misura controproducente che, in ultima analisi, costa più di quanto rende perché rappresenta un ostacolo agli investimenti e alla creazione di occupazione”.

Ti interessa? Continua sul sito di CNA nazionale CLICCANDO QUI

IMPIANTO COGERAZIONE A BIOMASSE – Inaugurato un nuovo impianto da Colimpianti Srl

Alcuni momenti dell’inaugurazione dell’impianto realizzato dalla ditta COLI IMPIANTI SRL con sede a San Giuliano Terme.

L’impianto di cogenerazione a biomasse è stato  realizzato nel comune di Pisa in via del Tirassegno (Traversa ovest della SR1 Aurelia fra Madonna dell’Acqua e Barbaricina). 

GIOVEDÌ 21 SETTEMBRE 2017
Via del Tirassegno (Pisa)

Programma

ore 17,00 Presentazione pubblica

ore 17,30 Inaugurazione e Start Up Impianto di Cogenerazione a Biomassa

ore 18,00 Saluto delle Autorità

ore 18,30 Conclusioni

ore 19,00 Cocktail Party

Nelle foto alcuni momenti dell’inaugurazione.

Il momento del taglio del nastro con le autorità

Inaugurazione impianto di cogenerazione a biomasse a Pisa

Inaugurazione impianto di cogenerazione a biomasse a Pisa

OFFICINE E CARROZZERIE – Nuove qualifiche per i professionisti dell’autoriparazione

Seminario con CNA PISA per capirci di più e verificare posizioni

Tra qualche mese, per la precisione entro il 05/01/2018, per esercitare la professione di autoriparatore, anche nelle officine già in attività, sarà necessaria la nuova qualifica di ‘meccatronico’, ‘carrozziere’ e ‘gommista’.

Con la legge 122 del 5/2/1992 veniva definita l’attività di Autoriparazione ed istituita la figura del responsabile tecnico e definiti i requisiti tecnico-professionali del responsabile tecnico. Con la legge 224 dell’ 11/12/2012 (in vigore dal 5/1/2013) viene principalmente modificata la definizione dell’attività di riparazione stabilendo le specializzazioni e relative figure di:

·         MECCATRONICA

·         CARROZZERIA

·         GOMMISTA

Sono previste delle norme transitorie che permettono alle imprese esistenti a gennaio 2013, senza i requisiti necessari,  di esercitare la loro attività fino a gennaio 2018. L’incontro avrà come argomento il futuro, le novità, le problematiche e le proposte a livello nazionale su tutto il sistema dell’autoriparazione (Meccatronici, Centri di Revisione, Gommisti, Carrozzieri).
Specificatamente per i centri di revisione sarà affrontata l’attenzione sul nuovo decreto di recepimento della Direttiva Comunitaria 45/2014. Durante l’iniziativa saranno date tutte le risposte sui principali temi come le novità più importanti presenti nel decreto, come cambia la figura del RT/Ispettore, quale formazione, la terzietà dell’ispettore e le sue implicazioni, cosa cambia nel certificato di revisione; ed anche le nuove attrezzature, a chi spetteranno i controlli e quali sono i rischi per il centro, ed infine le revisioni delle tariffe.
Saranno anche affrontate tutte le novità sulle revisioni dei mezzi di massa superiore a 35 quintali, sugli impianti a gas, sulle problematiche relative allo smaltimento dei pneumatici e sulle novità per i carrozzieri e meccatronici.

Di tutto questo se ne parlerà nel seminario gratuito “ la rappresentanza e il futuro dei mestieri dell’autoriparazione (meccatronici, centri di revisione, gommisti, carrozzieri) a livello nazionale”, giovedì 21 settembre 2017 ore 21.00 presso consorzio Co.Re.A.Pi (g.c.) via Giovanni XXIII 72/a, Pontedera 

PROGRAMMA 

Ore 21.00 – Registrazione dei partecipanti 

Ore 21.15 Saluti Maurizio Giunti PRESIDENTE CNA MECCATRONICI PISA. 

Ore 21.30 La rappresentanza dei mestieri dell’autoriparazione a livello nazionale (novità, problematiche, proposte) Antonella GrassoCOORDINATRICE NAZIONALE CNA AUTORIPARAZIONE. 

Ore 22.45 Dibattito 

Ore 23.00 Conclusioni Bottoni Gabriele PRESIDENTE CNA CARROZZERIE PISA. 

Coordina Marcello Bertini, Responsabile Sindacale CNA Pisa

ATTENZIONE – Sanzione per marcatura CE sui prodotti da Costruzione

Con la pubblicazione nella G.U. del 10/7/2017 (allegata alla presente) è entrato in vigore il D.Lgs 106/2017 che adegua la norma 305/2011 Regolamento Prodotti da Costruzione (CPR).

In particolare l’adeguamento introduce un regime sanzionatorio per le violazioni sulla marcatura CE, fermo restando le attuali conseguenze civili e penali.

Consigliamo a tutti di leggere l’allegato (Gazzetta Ufficiale del 10 luglio 2017) in particolare gli articoli dal 19 al 23 e prendere visione delle sanzioni introdotte.

Non possiamo che essere soddisfatti di questo provvedimento del Governo, che va a colmare una lacuna legislativa che per troppo tempo non ha salvaguardato tutte le aziende che da subito si sono adeguate.

La speranza è che segua anche la messa in pratica di quanto scritto, con un controllo reale, attento e puntuale sui prodotti da costruzione immessi sul mercato, in particolare quelli che usufruiscono delle detrazioni fiscali per il risparmio energetico (dove la norma richiama espressamente che siano marcati CE), oltre che quelli importati dall’estero con particolare attenzione sui Paesi dell’ Est Europa.

Per ulteriori informazioni: 

Graziano Turini 

turini@cnapisa.it

Love To Italy incontra Consorzio Tocana Sapori

Si è svolto nei giorni scorsi l’incontro tanto atteso tra aziende pisane del settore agroalimentare e l’agenzia di importazione verso il mercato USA “Love To Italy – Italian Food Experience”
L’incontro è stato molto partecipato dalle aziende del Consorzio Toscana Sapori di CNA Pisa, e non solo, aziende incuriosite dall’opportunità di esportare i propri prodotti di eccellenza marchiati “Made in Italy” nel mercato statunitense.

Sono arrivate aziende da tutto il territorio pisano. Svariati i settori merceologici rappresentati. Tutte le aziende intenzionate a capire cosa il mercato statunitense offre loro.

Cosa offre? Il mercato statunitense presenta in questo momento incredibili opportunità per l’export e la vendita di prodotti alimentari italiani. I dati lo dimostrano in modo molto evidente.

La vendita di prodotti alimentari italiani negli Stati Uniti ha sfiorato i 6 miliardi di dollari nel 2016

Tuttavia, al di là del dato in sé, quello che è importante notare è il mutamento del modello di consumo di prodotti alimentari da parte dei consumatori americani.

Negli ultimi 10 anni c’è stato un forte orientamento verso cibi meno manipolati, più naturali, biologici, meno “industrializzati”

Questa tendenza ha favorito e continua a favorire la vendita di prodotti alimentari italiani di qualità: dal vino all’olio, alla pasta, alle conserve, sughi, marmellate e miele… Il consumatore americano si è accorto che il cibo Made in Italy è “buono”. Di tutto questo ne abbiamo parlato durante l’incontro con Il Presidente e Fondatore di Love to Italy – Italian Food Experience, Alessandro Sofroni.

Adesso non resta che volare verso la tanto attesa America

Per ulteriori informazioni: 

Sabrina Perondi 
Tel. 050878300

AMBIENTE sicurezza e norme igienico sanitarie – Più sereni con il check up gratuito di CNA

In materia di ambiente e sicurezza e di formazione obbligatoria, gli adempimenti sono tanti:

  • DVR
  • norme antincendio
  • formazione obbligatoria per tutte le figure previste
  • abilitazioni;

E ce ne sono ancora di normative igienico sanitarie e in materia di rifiuti ed emissioni, solo per citare le principali.

Essere incerti su quali siano davvero gli adempimenti necessari o non ricordarsi alcune scadenze è purtroppo scontato.

Per questo la CNA ti mette a disposizione un check up gratuito per individuare quali sono gli obblighi della tua impresa senza fare cose inutili o eccessivamente onerose e permetterti così di essere sempre in regola, e non rischiare di incorrere in sanzioni pecuniarie sia di natura amministrativa che penale.

Vuoi usufruire del check up gratuito che CNA mette a disposizione di tutti i soci?

Scrivi subito alba@cnapisa.it oppure desideri@cnapisa.it

Le consulenze sono erogate dall’ufficio Ambiente e Sicurezza CNA in collaborazione con la ditta BASIC QSA convenzionata con noi per tutti gli aspetti legati alle seguenti materie:

  • sicurezza sui luoghi di lavoro
  • sicurezza alimentare
  • formazione
  • pratiche antincendio, pratiche edilizie e avvio attività
  • verifiche antisismiche, verifiche impianti (elettrici idraulici etc)
  • certificazioni di sistema e di prodotto, perizie

Quando?

Tutti i martedì il personale BASIC  è  disponibile o presso le sede CNA de La Fontina o su appuntamento.

Come si fissa un appuntamento?

Per fissare un appuntamento contattare Linda Desideri

desideri@cnapisa.it
tel. 050876366