Articoli

ARTIGIANI IN TAVOLA – Venerdì 1 giugno a Terricciola con le birre dell’Opificio Birraio di Lavoria

20 cene per 20 venerdì in altrettanti ristoranti del territorio con al centro dei menù i prodotti locali
Iniziativa organizzata da CNA e il Tirreno
Scorreria fra prodotti tipici, cucine, ricette e cuochi all’insegna della qualità e del territorio

20 cene per 20 venerdì in altrettanti ristoranti del territorio con al centro dei menù i prodotti locali. Saranno protagonisti di serate gourmet i prodotti di qualità di 20 imprese locali in altrettanti ristoranti che partendo da questi prodotti con le loro ricette e personali interpretazioni faranno conoscere alcune delle molte eccellenze del territorio pisano.

Il Tirreno e la CNA di Pisa, lanciano questo nuovo evento di valorizzazione e promozione del territorio presentato con i diretti protagonisti nella sede della CNA a La Fontina venerdì 19 gennaio.

CNA rappresenta una parte di aziende nel settore agroalimentare in forte espansione:

“Con grande entusiasmo è scaturita questa nuova idea di evento per cui ringraziamo le redazioni de IL TIRRENO di Pisa  e Pontedera” ha sottolineato il Presidente di CNA Pisa Matteo Giusti.

Come funziona questa rassegna?

Si tratta di una rassegna di 20 tappe, ognuna delle quali vede protagonisti un produttore (dalla carne alle verdure, dalla pasta al miele, dai formaggi al vino, dalle erbe aromatiche alla cioccolata, e così via) e un ristoratore.

La cena presso il ristorante indicato si svolgerà il venerdì sera: CLICCA QUI

La prossima tappa sarà venerdì 11 maggio 2018.

Chi sono i protagonisti? 

Siamo al 18° appuntamento che vede protagonisti le birre dell’Opificio Birraio di Lavoria, che saranno di ispirazione al menù della Locanda degli Artisti di Terricciola. 

Per informazioni e prenotazioni:
Locanda degli artisti
di De Boni Emanuela Sardo
Via degli Artisti, 18-20 loc. Casanova
56030 Terricciola (PI)
☎️370 1328438
https://lalocandadegliartisti.jimdo.com/

Vuoi saperne di più sulle birre dell’Opificio Birraio? 👇
http://www.opificiobirrario.it/

Come sono stati scelti produttori e ristoratori?

La scelta sia del ristorante che del produttore è fortemente  legata alle tradizioni e alla valorizzazione del nostro territorio. Si è cercato di promuovere la filiera corta, i prodotti a km0, valorizzando le locande, le osterie, le trattorie e i ristoranti che, se pur piccoli, rimangono fedeli alla nostra cucina toscana, magari in una veste innovativa, ma sempre mantenendo la tradizione.

Scopri il calendario completo con i 20 appuntamenti di degustazione: CLICCA QUI

Il Giardino degli Antichi Sapori – Oggi la presentazione ufficiale in Camera di Commercio

25, 26 e 27 maggio – Giardino Scotto, Pisa
Viaggio nella cultura pisana attraverso arte, storia e tradizioni culinarie

Non solo cibo, bensì cultura, sensazioni, sentimenti, storie ed esperienze. E nella rassegna “Il Giardino degli Antichi Sapori” organizzata dalla CNA di Pisa dal 25 al 27 maggio, nella splendida e rinnovata cornice del Giardino Scotto in pieno centro storico a Pisa, ci saranno tutti questi ingredienti. In occasione del Giugno Pisano, un intero mese durante il quale, come ogni anno, attraverso rievocazioni storiche e di costume e le iniziative culturali, gli spettacoli, i concerti e le manifestazioni ad esse correlate, si perpetuano festeggiando le tradizioni della città di Pisa. “Il giardino degli antichi sapori” ha l’obiettivo di far conoscere la città fin dalle sue più antiche origini, ripercorrendo le principali epoche storiche che l’hanno caratterizzata, soffermandosi principalmente sull’epoca medievale, quando Pisa ha vissuto una fiorente espansione, fino a diventare un centro strategico per l’Italia e il Mediterraneo. Luogo deputato ad accogliere l’evento sarà il Giardino Scotto, interessato negli anni passati da diversi interventi archeologici. Durante le tre giornate previste per lo svolgimento dell’evento si terranno delle conferenze gratuite sull’argomento che permetteranno ai visitatori di apprendere i risultati di queste campagne di scavo.

«Il giardino degli antichi sapori” sarà un percorso anche nei gusti e nei sapori del passato attraverso degustazioni delle pietanze che si consumavano in epoca medievale, preparate con prodotti a km zero e con l’impegno delle aziende agroalimentari di portare avanti metodologie di coltivazione orientate alla sostenibilità ed eco compatibilità, all’insegna del mangiar sano e genuino. Le aziende agroalimentari del territorio, riunite nel Consorzio Toscana Sapori si faranno portavoce dell’immenso patrimonio enogastronomico pisano, presentando i prodotti tipici della zona che verranno elaborati e trasformati dai cuochi dell’Associazione Cuochi in pietanze e ricette della più antica tradizione della cucina toscana, in un excursus storico che ripercorrerà la tradizione culinaria dall’antichità ad oggi. E non a caso l’evento si può fregiare del patrocinio di “Vetrina Toscana” il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che utilizzano prodotti tipici del territorio, oltre che del brand “Terre di Pisa” lanciato da Cciaa Pisa.

Inoltre l’evento si fregerà della presenza della chef Cristina Pistolesi che terrà dei laboratori sulla cucina medievale, con ricette rivisitate e tramandate ai giorni nostri e come special guest anche lo chef stellato Luciano Zazzeri de La Pineta di Marina di Bibbona, si cimenterà in uno show cooking proprio nel giorno di apertura della rassegna venerdì 25 maggio a partire dalle ore 17. Unitamente alle antiche arti e i mestieri legati all’agricoltura, al mondo rurale e all’artigianato, per comprendere la loro evoluzione nel tempo, a testimonianza di una tradizione radicata sul territorio e della esigenza di divulgazione del sapere popolare, caratteristica di ogni aggregazione sociale.

«Questa iniziativa nasce nell’ottica di valorizzare la città ed il territorio di Pisa – ha fatto notare Matteo Giusti presidente di CNA Pisa – puntando ad esaltare e a far conoscere i siti meno rinomati al grande pubblico e suggerendo una nuova proposta di turismo che coinvolga il territorio attraverso le sue diverse espressioni partendo dalla storia, tradizioni, cultura ed espressioni artistiche, usufruendo delle bellezze naturali, fino al suo patrimonio agro-alimentare che promuove le tradizioni eno-gastronomiche basate sul rispetto del territorio e dei suoi prodotti. “Il giardino degli antichi sapori” vuole offrire una visione della città non più riduttiva e limitata, dal punto di vista culturale e artistico, alla fama, da sempre goduta e riservata unicamente alla torre di Pisa e a Piazza dei Miracoli. La città è depositaria anche di un immenso patrimonio storico e culturale, sconosciuto ai più, ma non per questo meno pregevole o poco meritevole di attenzione. La sede prescelta è il Giardino Scotto, luogo di indubbio fascino e bellezza, ad oggi non inserito tra i principali e consueti percorsi turistici, che è stato interessato negli anni passati da importanti campagne di scavo archeologico, onde portare a conoscenza di tutti i tesori che si nascondono sotto la superficie della città, affinché gli abitanti del territorio possano recuperare le proprie radici e apprendere le fonti dei propri usi e tradizioni da trasmettere alle future generazioni». «Nel Giardino dei Sapori – ha ribadito Valter Tamburini presidente della Camera di Commercio di Pisa – ciò avverrà anche attraverso la valorizzazione del patrimonio eno-gastronomico locale, la relazione tra i nostri consumi e la filiera produttiva agricola ed agroalimentare con riferimento al tessuto produttivo locale e alla stagionalità. E inoltre attraverso la valorizzazione e tutela del patrimonio culturale e produttivo rappresentato dall’artigianato artistico. In piena sintonia con il marchio Terre di Pisa che abbiamo lanciato come Cciaa». Sono previsti alcuni seminari con dimostrazioni di acconciature e trucco, in un excursus storico dall’età medievale ai giorni nostri. Ovviamente in un quadro di rievocazione e valorizzazione delle tradizioni di Pisa non potrà mancare la musica nei tre giorni di manifestazione, durante i quali si racconterà e si potrà ascoltare come è cambiata la musica ed il gusto musicale negli anni. Per consentire una più larga partecipazione delle famiglie, sono previsti momenti dedicati ai bambini come vere e proprie ludoteche, ma anche laboratori didattici per permettere ai più piccoli di imparare e conoscere, divertendosi, la storia di Pisa.

Programma
Venerdì 25 maggio
Ore 16 – Inaugurazione
Ore 16-20 – Mostra mercato enogastronomica/artistico-tradizionale
Ore 16-19 – Laboratori con i bambini
Ore 17-18 – Cooking show con lo chef stellato Luciano Zazzeri

Sabato 26 maggio
Ore 10-20 – Mostra mercato enogastronomica/artistico-tradizionale
Ore 10-13 – Laboratori con i bambini
Ore 11-13 – Paolo Ciolli, chef scrittore, presentazione libro ‘Pisa da gustare’ e show cooking
Ore 16-19 – Laboratori con i bambini
Ore 16.30-18 – Laboratori di cucina con Cristina Pistolesi. Cuciniamo insieme: lezione di cucina dove gli spettatori saranno i veri protagonisti dello show cooking, elaborando insieme alla chef Cristina Pistolesi una ricetta medievale
Ore 18-19 – Battaglia Mazzascudo
Ore 19 – Aperitivo in Musica con l’associazione cuochi pisani accompagnato dalle voci del Ensemble Pisa Early Music

Domenica 27 maggio
Ore 10-20 – Mostra mercato enogastronomica/artistico-tradizionale
Ore 10-13 – Laboratori per bambini
Ore 11-13 – Cooking show Paolo Ciolli, presentazione libro ‘Pisa da gustare’
Ore 16-19 – Laboratori per bambini
Ore 16 -17 – Show cooking con la chef Elisa Masoni con“Canederli alla toscana”
Ore 17-18 – Balestrieri
Ore 19 – Aperitivo in musica con l’associazione cuochi pisani accompagnato dalle voci del Ensemble Pisa Early Music

Attività – Rievocazioni storiche. L’epoca medievale sarà rappresentata anche attraverso una serie di manifestazioni di rievocazione storica: guardie all’entrata del Giardino che accolgono i visitatori; benedizione delle bandiere; guerra con le spade; battaglia con il Mazzascudo; scuole di sbandieratori e tamburini.

Laboratori per i bambini (Associazione Culturale CoolTouralMente)
Viaggio attraverso le spezie: fascia d’età: 5-12 anni. Laboratorio finalizzato, attraverso un’esperienza multisensoriale, alla conoscenza delle erbe aromatiche e delle spezie in medicina, cosmesi ed in cucina. I partecipanti potranno dipingere utilizzando le spezie precedentemente conosciute riuscendo così ad apprezzare il loro colore, il profumo intenso e la loro consistenza.
I piccoli arcieri. fascia d’età: 5-12 anni. L’arco è una delle armi più semplici e antiche che l’uomo abbia costruito e utilizzato e nell’immaginario collettivo sono gli arcieri medievali ad essere sicuramente collegati alle grandiose battaglie. Fortunatamente i tempi sono cambiati ma l’arco e le frecce rimangono un gioco affascinante e facile da costruire! Basta una canna di bambù e dello spago e tutti possiamo difendere Pisa dagli attacchi dei nemici! Al termine una bella gara di tiro con l’arco! I bambini potranno portare a casa i loro lavori.
Costruiamo il castello, fascia d’età: 5-10 anni. A cosa serviva il giardino Scotto? Cosa sono questi torrioni che lo circondano? Scopriamo come erano costruite le fortezze nel medioevo, a cosa servivano e costruiamo un modellino 3d di un castello, con merli, ponti levatoi, torrioni di guardia. I bambini, al termine del lavoro, potranno portare a casa i loro lavori.
Pisa e i suoi simboli, fascia d’età: 5-12 anni. Lo stemma di Pisa, nei primi anni del XIII secolo, conteneva l’immagine di un’aquila nera col volo abbassato, in campo d’oro, oggi simbolo della Provincia, sostituita poi dalla famosa “Croce”. Scopriamo insieme quale era l’origine di questi simboli e a cosa servivano gli stemmi come questo nel Medioevo. Tramite alcuni pannelli verranno illustrate le origini di questo stemma che campeggia tutt’oggi in ogni angolo della città. I partecipanti potranno, dopo la spiegazione, realizzare piccoli calchi in gesso della croce pisana e dell’aquila da poter usare come pendagli.

Programma laboratori
Venerdì 25 maggio 16-19 – Costruiamo il castello. I piccolo arcieri
Sabato 26 maggio 10-13 – Viaggio attraverso le spezie. Costruiamo il castello
Sabato 26 maggio 16-19 – I piccolo arcieri. Pisa e i suoi simboli
Domenica 27 maggio 10-13 – Pisa e i suoi simboli
Domenica 27 maggio 16-19 – Viaggio attraverso le spezie. Costruiamo il castello
Ciascun laboratorio ha la durata di 1 ora e 30 minuti. I laboratori sono adatti a bambini tra i 5 e i 12 anni. Il costo è di 5 euro a laboratorio, per chi ne prenotasse più di uno sono previsti alcuni pacchetti: 2 laboratori 9€; 3 laboratori 13€ e 4 laboratori 17€.

Partners dell’evento “ll giardino degli antichi sapori” promosso da CNA Pisa – “Terre di Pisa” Camera di Commercio di Pisa, “Vetrina Toscana” Regione e Unioncamere Toscana, Consorzio Toscana Sapori, Letizia Lenzi Presidente Compagnia Balestrieri; Massimo Catastini di Ordo Civitas Pisarum (Mazzascudo), Ivana Cerato e Marta Borghese Stairway To Event, Associazione Culturale CoolTouralMente; Cristina Pistolesi di Art in Cooking; David Belsito Presidente Associazione Cuochi Pisani, Giorgio Dracopulos, critico enogastronomico. Hanno assicurato la loro presenza alla manifestazione in vari momenti: Luciano Zazzeri (chef e titolare del ristorante stellato La Pineta di Marina di Bibbona), Paolo Ciolli, (scrittore e chef livornese), Elisa Masoni, chef presso ristorante “La Quercia di Castelletti” di Signa (FI), ben 16 produttori locali di cibi e vini, Bonanni, Destri, Corvaia e Benvenuti (artigiani)

Espositori – Pachineat srl pomodori pachino conserve, Pani e Tulipani (formaggi azienda agricola Pedrazzi e salumi ‘Lo scalco’), Liquori Malloggi, Sirenetta (gelato), Fattoria Uccelliera, Vapori di Birra, Stile di Vino, Azienda agricola L’Avvenire formaggi bio, Valle di Pinino (miele), Biscottificio la Scala (prodotti da forno), L’Oro della Toscana Roberto Primiceri (olio), Profumo di pane (pane e grani antichi), Arcenni Tuscany (chiocciole), Fattoria Sommiano (vino), Birrificio di Buti, Antico Pastificio Morelli (pasta secca)

DROP OUT – 27 nuovi addetti in estetica, impianti e per le attività ricettive

Consegna attestati di qualifica a 27 ragazzi che non avevano terminato l’obbligo scolastico che ora sono nuovi ‘addetti’ in estetica, impianti e per le attività ricettive

Si tratta di 8 diplomi per l’attività di estetica, 12 per l’impiantistica elettronica, e 7 per le attività ricettive, che corrispondono ad altrettanti attestati di qualifica regionale di “addetto”.

Tante piccole storie a lieto fine.
Il 7 maggio a partire dalle 16.30 presso la sede CNA a La Fontina sono stati consegnati a 27 ragazzi neo maggiorenni gli attestati di qualifica professionale per le professioni di estetica, impiantistica e accoglienza turistica-attività ricettive.

Non sono i corsi consueti dedicati alla formazione professionale, ma qualcosa di più e di diverso perché si tratta di corsi che partono dall’esigenza di dover prima far completare il ciclo dell’obbligo scolastico ovvero l’acquisizione e la certificazione delle specifiche competenze di base previste fino ai 16 anni e nel contempo per aumentare le motivazioni dei ragazzi stessi, di avviare un percorso di qualificazione professionale e far acquisire anche competenze per un concreto sbocco lavorativo.

Tutto il percorso è stato seguito dalla agenza formativa Forium che aveva ottenuto l’aggiudicazione del bando regionale con CNA Copernico a cui hanno collaborato anche Cescot e Formatica oltre a numerose scuole del territorio ed altrettante impese che hanno ospitato gli stages.

Grazie alla frequenza assidua dei due anni (per 2100 ore di frequenza di cui 630 di stage in azienda) dei corsi di qualificazione e il superamento delle prove finali, a questi ragazzi che non avevano terminato il ciclo di studi, verranno consegnati gli attestati di qualifica.

E per loro e le loro famiglie si tratta di una bella soddisfazione, arricchita dal fatto che molti sono già entrati in contatto con le imprese ed hanno promettenti prospettive occupazionali.

Si tratta di 8 diplomi per l’attività di estetica, 12 per l’impiantistica elettronica, e 7 per le attività ricettive, che corrispondono ad altrettanti attestati di qualifica regionale di “addetto”.

La piccola cerimonia è avvenuta con la partecipazione del Presidente CNA Pisa, Matteo Giusti, ed alla consegna degli attestati a cui si sono aggiunti anche i presidenti di Mestiere, Antonella Orsini per l’Estetica, Marco Ammannati per l’impiantistica oltre a Andrea Romanelli dell’Hotel La Pace per la ricettività.

d insieme ai ragazzi erano presenti anche le loro famiglie che si sono unite nel brindisi finale offerto dalla CNA di Pisa.
“Siamo orgogliosi di aver contribuito a formare gli artigiani ed i professionisti di domani – ha detto Matteo Giusti ai ragazzi neo diplomati – il lavoro del futuro è quello che usa sempre sia le mani che la mente e per questo ci sarà sempre bisogno di persone che sanno usarle entrambe perché innovazione e cambiamento sono componenti fondamentali della nostra economia”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

ACCORDO CNA – IIS DA VINCI-FASCETTI: Formare i professionisti del futuro

Firmata convenzione alla sede CNA

CNA e Istituto Istruzione Superiore Leonardo Da Vinci-Fascetti hanno stretto un accordo per formare le professionalità che servono alle imprese. La convenzione fra CNA di Pisa e ITI Da Vinci è stata firmata venerdì 9 marzo presso la sede CNA de La Fontina. Alla base di questo innovativo accordo fra scuola e mondo delle imprese l’introduzione di conoscenze di base indispensabili per entrare in sintonia con il mondo del lavoro nel settore dell’Information Comunication Tecnology a partire dalle prime esperienze concrete come l’alternanza scuola-lavoro, cui hanno aderito già 25 imprese.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato il presidente CNA Matteo Giusti – è di proporre alle imprese del settore ICT studenti che abbiano quelle competenze di base indispensabili a entrare subito nei processi produttivi delle nostre aziende: innovazione digitale, impresa 4.0, comunicazione, tecnologie web-based, linguaggi di programmazione. Sono queste le materie che i ragazzi dell’ITI affronteranno a scuola per essere pronti a entrare in contatto con le imprese dell’ICT pisane,  e fare così una esperienza utile a loro, professionalizzante e che permette anche alle imprese di testare le nuove leve. Si consideri infatti che troppo spesso l’offerta di lavoro c’è specie per profili molto specializzati e con alto standard di professionalità. Ma non si trovano candidati adatti. Ed ecco che percorsi di formazione che partono da lontano, possono colmare questo gap. Noi ci proviamo e siamo fiduciosi che questo accordo possa portare risultati per tutti : giovani in cerca di lavoro e di futuro e aziende in cerca di persone che le facciano crescere”.

Alla conferenza stampa seguita alla firma della convenzione  hanno partecipato il preside dell’ITI Da Vinci  Prof. Ing. Fortunato Nardelli; il Presidente CNA Pisa Matteo Giusti; il portavoce CNA ICT locale e Nazionale Luca Tavani, Barbara Carli coordinatrice ICT CNA, con il direttore generale CNA Rolando Pampaloni.

Luca Tavani ha così illustrato i contenuti  dell’accordo: “nella Convenzione con l’istituto ITI Da Vinci di Pisa, abbiamo concordato di anticipare alla classe 4° gli insegnamenti relativi alle tecnologie web based: HTML, Javascript e PHP, in modo che gli alunni abbiano delle basi concrete per poter essere inseriti in alternanza scuola-lavoro nelle aziende del settore ICT. L’inserimento avverrà a giugno di ogni anno per un massimo di 3/4 settimane. L’Istituto Da Vinci è interessato, per l’alternanza scuola-lavoro, a conoscere anche realtà legate al settore della comunicazione on line e su questo ci saranno pure dei percorsi specifici.

 Inoltre è stata anche prevista la possibilità di pianificare durante il corso dell’anno degli storytelling degli imprenditori del territorio, per far conoscere ai ragazzi la realtà socio economica che li circonda, in modo da aiutarli a scegliere il loro percorso formativo prima e lavorativo, poi. Con i titolari di imprese che per una lezione faranno i professori” . La conclusione del Preside del Da Vinci Fascetti Fortunato Nardelli è che “sono preziose opportunità per gli studenti di cui ringraziamo CNA e le imprese del settore ICT; l’alternanza scuola lavoro deve essere orientata sempre più verso la concretezza dell’esperienza lavorativa. Il nostro compito è trasmettere cultura certo e riteniamo un dovere che nella costruzione del percorso formativo ci si confronti con le realtà produttive”.

(FONTE – Ufficio Stampa CNA Pisa)

FURTO – Colpita la sede CIA di Pisa

Colpita sede CIA a Ospedaletto da furto

Aree produttive – CNA: Inaccettabile che diventino di notte terra di nessuno

“Massima solidarietà alla Confederazione Italiana Agricoltori colpita dall’ennesimo raid che ha causato danni alla sede  oltre al furto dei beni custoditi in cassaforte. Servono risposte di sistema per aumentare la sicurezza attiva e passiva”.

Così Matteo Giusti, Presidente CNA Pisa ha commentato l’episodio che ha visto coinvolta l’associazione di categoria degli agricoltori .

“Come abbiamo già avuto modo di riscontrare anche direttamente (la famosa spaccata al bancomat ospitato presso la nostra sede  il 21 giugno scorso) si tratta di segnali di allarme molto forti” ha aggiunto il Direttore della CNA di Pisa Rolando Pampaloni.

“Poco comprensibile – prosegue Pampaloni -, oltre che inaccettabile, che aree produttive di grande rilievo come Ospedaletto o La Fontina solo per citare le ultime due in ordine di tempo, oggetto di furti e vandalismi, la notte diventino terra di nessuno e siano esposte ad azioni criminali di ogni sorta. Noi ci stiamo attivando per organizzare servizi che possano migliorare la sicurezza passiva come la videosorveglianza. Vogliamo mettere in comune risorse e iniziative private per dare supporto alle azioni di vigilanza e sorveglianza. Ma è chiaro che ci aspettiamo anche una risposta, un segnale di attenzione, anche da altre parti”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

DISTRETTO CUOIO – Inchiesta infiltrazioni mafiose – CNA: “Importante fare chiarezza prima possibile”

CNA interviene su inchiesta infiltrazioni mafiose nel distretto del cuoio

“Per le imprese la legalità è importante come l’aria che si respira. È un bene che il marcio se c’è venga estirpato subito. Ringraziamo la magistratura e le forze dell’ordine e auspichiamo il massimo impegno affinché questa inchiesta possa fare piena luce sulla vicenda che soprattutto posa concludersi nel minor tempo possibile”.

Così Matteo Giusti Presidente CNA Pisa ha commentato i primi esiti dell’inchiesta che ha portato a numerosi arresti anche nella zona del distretto del cuoio.

“Chiediamo di fare presto perché può essere un duro colpo all’immagine del Distretto Industriale – ha aggiunto Roberto Marzini presidente CNA Area del Cuoio – che invece è giustamente considerato un modello per la gestione ambientale e deve esserlo anche per la eticità dei comportamenti. Noi siamo fra le  parti sociali impegnate da anni sul tema della Legalità e della Eticità e profondamente convinte che quel territorio può sopravvivere e crescere solo se acquisisce piena consapevolezza di questi temi opponendo come Sistema  una barriera granitica sotto il profilo ideale, culturale, sociale , imprenditoriale, istituzionale, economico. La questione riguarda tutti, nessuno escluso, e noi vogliamo fare la nostra parte sino in fondo. Ce lo chiedono i nostri imprenditori, ce lo chiedono i cittadini; lo dobbiamo ad un territorio fatto di imprenditori e lavoratori onesti che ha saputo sempre trovare nelle criticità la forza per superare, tutti insieme,  difficoltà che parevano insormontabili”.

CNA siede a tutti i tavoli istituzionali distrettuali “che devono produrre azioni concrete ed efficaci”.

Ecco le proposte CNA cosi sintetizzate da Giusti e Marzini:

• Approviamo subito il Regolamento di attuazione del Codice Etico Distrettuale che abbiamo già di fatto condiviso e rendiamolo immediatamente operativo. Non vogliamo riaprire la discussione, il regolamento va bene anche così come è, ma alla luce di quanto successo crediamo che in apertura del testo condiviso potrebbe tranquillamente essere riportata una dichiarazione sul modello di quanto riportato al secondo e terzo capoverso dell’art. 1 del nostro Codice Etico (su www.cnapisa.it).

• Chiediamo con voce forte e arrabbiata un deciso cambio di passo, a chi ha le competenze per farlo, rispetto alle politiche creditizie in quel territorio che penalizzano i più deboli rendendoli facili vittime delle organizzazioni criminali.

• Impegniamoci a rafforzare i rapporti interni alla filiera produttiva in modo da riconoscere pari dignità a tutti gli attori del complesso processo produttivo conciario ed escludere così  le aziende che palesemente praticano il dumping prodotto dall’illegalità.

CNA è un Associazione garantista ed ha piena fiducia nell’operato della Magistratura. Ovviamente nessuno è colpevole sino a sentenza passata in giudicato e auspica che le aziende coinvolte possano chiarire la loro posizione. Tuttavia se queste ipotesi di reato dovessero trovare conferma e trasformarsi in condanna definitiva, quelle imprese e quegli imprenditori non dovranno più avere diritto di cittadinanza nel nostro territorio. CNA, come indicato nel citato nostro Codice Etico, è a disposizione con  la sua organizzazione di tutti gli imprenditori per affiancarli e anche sostituirli per segnalare alle Autorità competenti ogni episodio di illegalità o tentativo di infiltrazione criminale.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

ITINERARI del BENESSERE – L’evento dedicato al benessere a 360 gradi

Un evento dedicato alla bellezza, salute e al benessere, nel suo significato più ampio, interiore ed esteriore.
A Pisa, presso la Camera di Commercio, domenica 25 febbraio 2018, dalle ore 10,00 alle 0re 19,00.

Approfondire senza annoiare, imparare dal vivo gli effetti di cure, cibi, prodotti e trattamenti: questa è la filosofia di Itinerari del Benessere.

Un approccio nuovo verso gli obiettivi di Benessere e Bellezza che oggi sono concetti di interesse quotidiano, il 25 febbraio dalle 10 alle 19 presso la CCIAA di Pisa, per una domenica interamente dedicata alla cura di sé…

“Si è compreso il valore di uno stile di vita salutare e l’importanza di prendersi cura del proprio corpo nelle piccole azioni di ogni giorno” hanno fatto notare i vertici CNA Pisa presenti alla conferenza stampa: il Presidente Matteo Giusti, Carlo Musto, Presidente acconciatori; Antonella Orsini, Presidente Estetica Cna Pisa affiancati dal Presidente della Camera di Commercio di Pisa, Valter Tamburini, e dall’Assessore alle attività produttive del Comune di Pisa Andrea Ferrante

Molte sono le proposte di prodotti e programmi dedicati al benessere e bellezza, ma è difficile capire quali siano quelle qualitativamente valide e garantite da professionisti seri. Quali siano gli effetti e le conseguenze, quali alternative e come creare sinergie fra azioni diverse. Itinerari del Benessere cerca di rispondere a questa esigenza con un vero e proprio percorso esperienziale fra cultura consigli, tecniche e prodotti alla scoperta di aziende e professionisti del territorio.

Itinerari del Benessere una guida nella ricerca del proprio individuale percorso di ricerca del benessere e delle bellezza interiore e esteriore. Perché ognuno ha una propria specifica strada da perseguire fra attività fisica, nutrizione e cura del corpo.

Si troveranno dunque aziende che producono cibi di grande qualità, professionisti esperti delle più innovative tecniche del settore, esperti di trattamenti e prodotti, attraverso show cooking, workshop, dimostrazioni dal vivo spiegheranno effetti e risultati concreti che ci si possono attendere dalle varie proposte. 

Al piano terra nella ex Borsa Merci della Camera di Commercio di Pisa saranno ospitate le aziende con le proposte alimentari e nutritive, dove si svolgerà lo show cooking di Maurizio Bardotti executive chef (1 Stella Michelin al Ristorante il Colombaio), cui seguiranno interviste e dibattiti su temi a cavallo fra alimentazione e salute curati dal giornalista e critico enogastronomico Giorgio Dracopulos.

Al primo piano sempre negli spazi dell’ex Borsa Merci, sono previsti gli spazi dedicati all’estetica, al make up, all’acconciatura, con molti professionisti ed esperti del settore. Ed in più per tutta la giornata sarà disponibile una postazione fissa di make up  per farsi coccolare con una sessione di trucco e acconciatura personalizzata.

Scopri subito il programma sul sito dell’evento:
www.itineraridelbenessere.it

(Fonte: Ufficio stampa CNA Pisa)

Vedi le interviste a:
Matteo Giusti, Presidente CNA Pisa
Valter Tamburini, Presidente Camera di Commercio di Pisa
Andrea Ferrante, Assessore Sviluppo Economico del Comune di Pisa

 

 

Elezioni politiche del 4 marzo – Candidati a confronto nella sede CNA di Pisa

CNA Pisa sede aperta per due confronti su temi rilevanti per le imprese ed il tessuto economico locale fra i candidati delle varie forze politiche in corsa per il rinnovo del parlamento.

Si tratta del primo confronto pubblico a Pisa fra i candidati alle politiche di Camera e Senato.

Quando? 

Due le date in programma, una per la Camera ed una per il Senato.

1. Venerdì 9 febbraio alle ore 16

La prima occasione è prevista venerdì 9 febbraio ore 16
 presso la sede della CNA, a cui sono stati invitate le candidate ed i candidati al Senato della Repubblica, ovvero:

Valeria Fedeli (Centrosinistra, uninom.)

Raffaella Bonsangue (Centrodestra FI, plurinom.)

Valeria Marrocco (Mov. 5 Stelle, uninom.)

Paolo Fontanelli (LeU, uninom.)

2. Lunedì 12 febbraio alle ore 16

Mentre il secondo appuntamento sarà lunedì 12 febbraio ore 16 sempre presso la sede della CNA territoriale di Pisa fra i candidati che si presentano per i collegi uninominali e plurinominali della CAMERA dei Deputati che interessano i territori pisani:

Stefano Ceccanti (Centrosinistra, PD plurinom.)

Edoardo Ziello (Centrodestra, uninom.)

Nicola Fratoianni (LeU, uninom.)

Luca Lauricella (Mov. 5 Stelle, plurinom.) 

Chi modera?

A moderare entrambi i dibattiti sarà il giornalista e conduttore televisivo e radiofonico Massimo Marini.

Ad accogliere i candidati ci sarà il Presidente della CNA di Pisa, Matteo Giusti, con i membri della Presidenza territoriale.

La platea sarà composta da dirigenti e iscritti della CNA che potranno anche formulare quesiti e sottoporre temi e domande ovviamente di interesse del mondo imprenditoriale.

“Per noi è fondamentale che le forze politiche facciano mente locale ai problemi veri delle imprese e si prendano impegni puntuali in favore delle PMI ovvero la parte di gran lunga preponderante dell’economia italiana” così Matteo Giusti presidente CNA Pisa illustra l’iniziativa per far entrare nell’agenda politica i temi rilevanti per l’imprenditoria. “Ai candidati sarà presentato un documento che sintetizza tali temi, unitamente alle proposte della CNA sia a livello locale che nazionale – ha spiegato Matteo Giusti – in modo da avere un terreno di confronto omogeneo rispetto alle proposte dei candidati stessi oltre che un parametro più oggettivo di valutazione da parte della platea di imprenditori. Lo scopo è di verificare la disponibilità dei candidati a prendersi impegni puntuali in favore del tessuto di piccole e medie imprese e del territorio che sono il 99% delle imprese italiane”.  

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

ARTIGIANI IN TAVOLA – La cena è servita con prodotti del territorio in ristoranti del territorio

20 cene per 20 venerdì in altrettanti ristoranti del territorio con al centro dei menù i prodotti locali
Iniziativa organizzata da CNA e il Tirreno
Scorreria fra prodotti tipici, cucine, ricette e cuochi all’insegna della qualità e del territorio

20 cene per 20 venerdì in altrettanti ristoranti del territorio con al centro dei menù i prodotti locali. Saranno protagonisti di serate gourmet i prodotti di qualità di 20 imprese locali in altrettanti ristoranti che partendo da questi prodotti con le loro ricette e personali interpretazioni faranno conoscere alcune delle molte eccellenze del territorio pisano.

Il Tirreno e la CNA di Pisa, lanciano questo nuovo evento di valorizzazione e promozione del territorio presentato con i diretti protagonisti nella sede della CNA a La Fontina venerdì 19 gennaio.

CNA rappresenta una parte di aziende nel settore agroalimentare in forte espansione:

“Con grande entusiasmo è scaturita questa nuova idea di evento per cui ringraziamo le redazioni de IL TIRRENO di Pisa  e Pontedera” ha sottolineato il Presidente di CNA Pisa Matteo Giusti.

Come funziona questa rassegna?

Si tratta di una rassegna di 20 tappe, ognuna delle quali vede protagonisti un produttore (dalla carne alle verdure, dalla pasta al miele, dai formaggi al vino, dalle erbe aromatiche alla cioccolata, e così via) e un ristoratore.

La cena presso il ristorante indicato si svolgerà il venerdì sera: CLICCA QUI

La prossima tappa sarà venerdì 11 maggio 2018.

Chi sono i protagonisti? 

Siamo al 17° appuntamento che vede protagonisti i prodotti del Profumo di Pane, che saranno di ispirazione al menù della Trattoria Albana di Volterra (Loc. Mazzollla). 

Per informazioni e prenotazioni: 
Trattoria Albana
Via Comunale, 69
Loc. Mazzolla – 56048 Volterra (PI)
☎️0588 39001

Vuoi saperne di più sul pane di Profumo di Pane? 👇
http://www.panificioprofumodipane.it/

Come sono stati scelti produttori e ristoratori?

La scelta sia del ristorante che del produttore è fortemente  legata alle tradizioni e alla valorizzazione del nostro territorio. Si è cercato di promuovere la filiera corta, i prodotti a km0, valorizzando le locande, le osterie, le trattorie e i ristoranti che, se pur piccoli, rimangono fedeli alla nostra cucina toscana, magari in una veste innovativa, ma sempre mantenendo la tradizione.

Scopri il calendario completo con i 20 appuntamenti di degustazione: CLICCA QUI

Per maggiori informazioni: 

Sabrina Perondi
Direttrice Consorzio Toscana Sapori di CNA Pisa 

Mail: perondi@cnapisa.it
Tel: 050878300

Castelfranco – Inaugurazione Braccetto del Cuoio

CNA “Doppia soddisfazione, opera importante fatta da ditta locale”

“Per noi oggi doppia soddisfazione: una opera importante per il distretto ed eseguita in via diretta da una impresa del nostro territorio” ha affermato il Presidente CNA Pisa Matteo Giusti in occasione della inaugurazione del Braccetto del Cuoio, ovvero l’anello mancante tra le aree industriali del distretto del cuoio, che collega l’area industriale del Macrolotto di Castelfranco con la Bretella del Cuoio SP 70.

La ditta esecutrice che si è aggiudicata la gara di appalto comunale e che ha svolto nei tempi previsti i lavori (cosa questa non scontata) è la Giusti Leonetto Snc di Pisa.

 “Le nostre aziende associate non chiedono altro che questo – ha commentato Matteo Giusti – ovvero poter cogliere le opportunità che il sistema degli appalti pubblici offre, competendo correttamente, nel rispetto della normativa e alla pari con chiunque altro partecipi. Siamo certi che il radicamento nel territorio delle nostre piccole aziende e la loro serietà e competenza può offrire migliori soluzioni tecniche ed economiche alle amministrazioni appaltanti, rispetto alle aziende più grandi e strutturate.

Ci auguriamo che la sensibilità a questo tema dimostrata da alcune amministrazioni locali fra le quali Castelfranco di Sotto, si estenda a tutto il territorio provinciale soprattutto in quei Comuni che continuano ad affrontare il tema degli appalti in maniera solamente burocratica e autoreferenziale. Ci auguriamo che il 2018 sia l’anno dell’effettiva applicazione delle direttive europee in materia di appalti e tutela delle PMI e della messa in discussione dei global service che non ci pare abbiano prodotto miglioramenti sostanziali dal punto di vista della qualità degli interventi o dell’economicità degli stessi e, soprattutto, hanno avuto scarsi effetti, in termini di ricaduta sul territorio, della ricchezza prodotta”.

(FONTE: Ufficio Stampa CNA Pisa)