Articoli

CNA Area del Cuoio – Primo obiettivo lotta agli abusivismi

Marzini: “Difendiamo le imprese sane prima che sia troppo tardi”

“Rilancio a livello locale della lotta ai molti, troppi abusivismi, che anche nella zona del Cuoio mettono in ginocchio le imprese locali che tengono in regola il personale, che rispettano norme di sicurezze e ambientali, ma che si vedono scavalcate da chi sfrutta il lavoro nero e non perde occasione per aggirare le norme”. Roberto Marzini, Presidente CNA Area del Cuoio (nella foto con Matteo Giusti, Presidente CNA territoriale di Pisa, nella sede di S.Croce sull’Arno con alle spalle uno dei manifesti della campagna antiabusivismo), sintetizza così i primi impegni che la presidenza CNA Area del Cuoio ha deciso di assumere in occasione della prima riunione operativa al termine della fase congressuale alla quale ha partecipato anche il presidente provinciale Matteo Giusti.
Membri della presidenza Area del Cuoio oltre al Presidente Roberto Marzini sono:

  • Badalassi Sauro
  • Cupiti Barbara
  • Fariello Elena
  • Franchini Fabio
  • Giannangeli Alberto
  • Parrini Alberto
  • Rosi Giampiero
  • Scardigli Elisa

Dalla CNA dell’Area del Cuoio arrivano messaggi chiari: “Tutti i settori sono sotto la pressione illecita delle imprese irregolari: dagli imbianchini, alle estetiste, dai contoterzisti del distretto ai parrucchieri, dall’edilizia ai giardinieri. E l’elenco potrebbe continuare.

Da parte nostra – incalza Marzini – siamo disponibili a portare a galla il fenomeno e raccogliere le testimonianze degli abusi e degli abusivi che affliggono le nostre imprese che con fatica sempre maggiore vogliono osservare con scrupolo le regole. Ma ci aspettiamo anche una dose supplementare di attenzione e di impegno da parte degli enti preposti ai vari livelli di controllo. Anche perché troppo spesso assistiamo ad una accanita verifica delle forme e delle procedure, della burocrazia e molto meno alla sostanza dove cioè non c’è lavoro nero e dove le regole si cerca di rispettarle. E sappiamo che non è facile, anche volendo, proprio per come sono complesse e poco chiare e per come sono spesso confuse le competenze e gli ambiti applicativi. Si tratta di fare anche un paziente lavoro di ricucitura del tessuto sociale e di rinnovamento dei principi di base sui cui si fonda una società. Manca una solida cultura di rispetto e di convivenza che dobbiamo saper ricostruire a partire dalla dignità del lavoro: chiunque lo pratichi e comunque sia erogato”.

Con una punta di orgoglio Marzini ha fatto anche notare che sono ben presenti nei vari organi associativi a livello di categorie e mestieri esponenti che vengono dall’Area del Cuoio: Rossella Giannotti e Elena Fariello in presidenza territoriale,  Sauro Badalassi in Federmoda, Roberto Calvani presidente del Trasporto Merci ed anche Massimo Bertacca nel coordinamento del legno-arredo, Carla Sabatini nell’Informatica, Maurizio Giunti e Gabriele Fiaschi nei Meccatronici, Carmen Savoia fra gli acconciatori, Marco Conti Odontotecnici e Mauro Marzani negli impiantisti oltre a Claudia Glielmi portavoce Giovani Imprenditori e Federica Caponi Presidente Comitato Impresa Donna.

(FONTE: Ufficio Stampa CNA Pisa)

 

Lotta abusivismo – Primi successi

CNA ringrazia il Comune di Pisa e Polizia Municipale

Matteo Giusti: “Avevamo chiesto dei segnali di attenzione sui crescenti fenomeni di abusivismo e lavoro nero e questa operazione coglie nel segno di quanto da noi richiesto solo due settimane fa”

Mette un importate punto a segno la lotta ai tanti, crescenti fenomeni di abusivismo che tengono sotto assedio le attività regolari, quelle che vogliono rispettare norme e pagare la giusta dose di tasse.

È stata infatti salutata con entusiasmo dalla CNA la notizia dell’avvenuto sequestro e relative sanzioni a due autisti abusivi che stavano operando nella zona aeroporto-stazione di Pisa da ormai diversi mesi.

“Un sentito ringraziamento e i nostri più sinceri complimenti per la brillante operazione condotta dalla Polizia Municipale del Comune di Pisa guidata dal Comandante Michele Stefanelli al pari della altre azioni di controllo e verifica messe in atto in questi giorni sul territorio cittadino” ha dichiarato il Presidente Cna Pisa Matteo Giusti che prosegue: “Avevamo chiesto dei segnali di attenzione sui crescenti fenomeni di abusivismo e lavoro nero e questa operazione portata a termine dal Comune di Pisa coglie nel segno di quanto da noi richiesto solo due settimane fa, quando abbiamo denunciato la concorrenza sleale che subiscono le imprese perbene in molti settori. Grazie dunque al Comune di Pisa. Ci auguriamo anche che questo buon esempio possa essere da stimolo anche ad altri enti affinché gli sforzi di controllo e repressione possano essere sempre  indirizzati maggiormente a colpire i veri abusi e il lavoro nero piuttosto che concentrarsi su aspetti marginali, meramente formali, squisitamente burocratici come invece, troppo spesso siamo costretti ad assistere. Stare tutti nelle regole al 100% è il nostro obiettivo, ma ci si deve arrivare partendo dalle situazioni più lontane dalle leggi  e non perseguendo le imprese che sbagliano su aspetti secondari ed in buona fede”.

Da parte sua Claudio Sbrana, Portavoce Taxi locale e rappresentante dei tassisti anche a livello toscano, ribadisce che “questa azione di repressione ci soddisfa pienamente e per questo ci uniamo ai ringraziamenti per la rapidità e l’efficacia con cui la Polizia Municipale ha effettuato l’indagine e preso i provvedimenti sanzionatori. Per noi tenere la guardia alta sul pieno rispetto delle regole è fondamentale perché il nostro servizio alla comunità si basa proprio sulla trasparenza e sulla fiducia con gli utenti e i primi a doverle rispettare siamo noi e questo è possibile in un quadro di piena legalità”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

Vuoi saperne di più sulla lotta di CNA Pisa contro l’abusivismo?
Leggi anche questo articolo CLICCANDO QUI