Articoli

SERVIZI ALLA COMUNITÀ – Il DDL concorrenza è finalmente diventato legge – Iniziativa il 21 settembre a Pontedera

Oggi, con buona pace delle lobby assicurative, le disposizioni su RC Auto sanciscono una volta per tutte il principio della libera scelta dell’assicurato di riparare l’auto presso l’autoriparatore di fiducia

Dopo un lungo iter, con 4 passaggi alle Camere, il Concorrenza diventa legge. Una legge che, doveva essere annuale, ci mette due anni e mezzo per vedere la luce la dice lunga sulla voglia di concorrenza della nostra classe dirigente

A partire dal 20 febbraio 2015, la CNA ha smosso mari e monti, incontri con imprese e parlamentari di tutta Italia e di qualunque schieramento, una petizione che ha raccolto migliaia di firme, un manifesto e campagne informative sparse per il territorio, audizioni ed emendamenti firmati e presentati da oltre 70 parlamentari. Per questo un ringraziamento particolare di tutta la CNA va all’On. Sara Moretto.

Insomma una vera e propria mobilitazione del sistema CNA, tutto. Oggi, con buona pace delle lobby assicurative, le disposizioni su RC Auto sanciscono una volta per tutte il principio della libera scelta dell’assicurato di riparare l’auto presso l’autoriparatore di fiducia, quindi nessuna imposizione sulla canalizzazione delle riparazioni, nessun divieto all’utilizzo della cessione del credito, con rilascio di regolare fattura, e ultimo, ma non meno importante, il diritto al risarcimento integrale del danno!

Infine, si dà mandato ad un tavolo dove associazioni di imprese, Ania e consumatori dovranno lavorare alla stesura di linee guida per definire strumenti e procedure per una “riparazione a regola d’arte”. Linee guida di cui il Ministero dello Sviluppo Economico dovrà garantire la massima diffusione, e che dovranno fare propri i principi dettati dalla legge.

Insomma una bella svolta!

Ora ci auguriamo che questo riporti tutti sulla terra, a scelte di buon senso. Ovviamente il nostro compito non può considerarsi finito.

INVITO

Seminario gratuito dal titolo La rappresentanza e il futuro dei mestieri dell’autoriparazione

Quando?

Giovedì 21 settembre alle ore 21,00

Dove?

Presso il Consorzio CO.RE.A.PI
A Pontedera in via Giovanni XXIII, 72/A

A chi è rivolto?

A meccatronici, centri di revisione, gommisti, carrozzieri

Scopri il programma

Ore 21.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 21.15 Saluti Maurizio Giunti Presidente CNA Meccatronici Pisa.

Ore 21.30 La rappresentanza dei mestieri dell’autoriparazione a livello nazionale (novità, problematiche, proposte).

Interviene: Antonella Grasso Coordinatrice nazionale CNA Autoriparazione

Ore 22.45 Dibattito

Ore 23.00 Conclusioni Gabriele Bottoni Presidente CNA Carrozzerie Pisa

Coordina Marcello Bertini, Responsabile Sindacale

Per informazioni: 

 

Marcello Bertini 

bertini@cnapisa.it

 

 

 

 

DDL CONCORRENZA – CNA: “Apprezzabili gli interventi in materia di energia e assicurazioni. Complessivamente si poteva fare di più”

CNA: “Apprezzabili gli interventi in materia di energia e assicurazioni. Complessivamente si poteva fare di più”

Nel Ddl Concorrenza approvato il 2 agosto la CNA apprezza gli interventi in materia di energia e di assicurazioni.

Perché?

Per quanto riguarda l’energia emerge un quadro più chiaro in merito al processo che condurrà alla completa liberalizzazione del mercato energetico e vengono previste garanzie di maggiore efficienza e trasparenza che il mercato stesso dovrà raggiungere prima della completa liberalizzazione, incluse misure particolarmente importanti per le piccole imprese, quali la confrontabilità delle offerte o il diritto alla rateizzazione in caso di maxi-bollette. La CNA assicura fin d’ora che collaborerà con l’Autorità per l’energia e il Ministero dello Sviluppo economico per difendere gli interessi degli utenti con consumi energetici più bassi in questa fase di passaggio.

Cosa dice il DDL in materia di RC auto?

Altrettanto positivo il giudizio in materia di Rc auto sia sul diritto al risarcimento integrale del danno sia sulla libertà riconosciuta agli automobilisti di scegliere l’autoriparatore di fiducia, liberi altresì di cedere il credito relativo al risarcimento del danno.

Accolta una proposta di CNA

È stata accolta, inoltre, la proposta avanzata dalla CNA di affidare al tavolo composto da imprese, Ania e consumatori l’individuazione di linee guida mirate a definire strumenti e procedure per una riparazione a regola d’arte.

Però…

Dopo due anni e mezzo di dibattito parlamentare e quattro passaggi alle Camere, però, la CNA  attendeva provvedimenti più incisivi e in un maggior numero di ambiti, nei quali attualmente il livello di concorrenza rimane molto basso, a danno di cittadini e imprese”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA)