Articoli

CONVEGNO – Viaggio nel turismo enogastronomico – Esperienze e prospettive nel nostro territorio

Venerdì 8 Giugno presso l’auditorium Rino Ricci della Camera di Commercio di Pisa 

Nel pomeriggio sarà presentato l’accordo tra CNA e Airbnb
La partecipazione è gratuita ma è richiesta la registrazione, in quanto i posti sono limitati.
CLICCA QUI SOTTO PER REGISTRARTI SUBITO:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSexYJEWsMbUTE4CDty9kbfVySuhc3-VQFqdsaLYC-hzHbUx0Q/viewform

SCOPRI IL PROGRAMMA

9,30 – Registrazione partecipanti

10,00 – Saluti | VALTER TAMBURINI, Presidente CCIAA Pisa
EUGENIO GIANI, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana

10,30 – Turismo enogastronomico e strategie di valorizzazione
| PROF.SSA ROBERTA GARIBALDI, Università di Bergamo

11,00 – Territorio e comunicazione
| DOTT.SSA DANIELA MUGNAI, esperta di comunicazione enogastronomica

11,15 – CNA nel Comitato Permanente per la Promozione del Turismo: ruolo e rappresentanza
| LUCA TONINI, Presidente nazionale CNA Turismo e Commercio

11,30 – Le misure e gli obiettivi di CNA nel Piano Strategico Nazionale per il Turismo
| CRISTIANO TOMEI, Coordinatore nazionale CNA Turismo e Commercio

11,45 – Tavola rotonda: i produttori incontrano gli chef

12,30 – Conclusioni | MATTEO GIUSTI, Presidente CNA Pisa
Modera GIORGIO DRACOPULOS, critico enogastronomico internazionale

13,00 – Buffet

14,30 – Saluti | TIZIANA SANI, Presidente CNA Turismo e Commercio Pisa

14,45 – Incontro formativo in cui CATERINA MANZI, Specialista delle Esperienze Airbnb in Italia, spiegherà passo passo alle imprese di CNA cosa fare per poter creare un’Esperienza Airbnb e iniziare a condividere le proprie passioni, la propria attività e la propria professione con i turisti di tutto il mondo. Si tratta di un’opportunità di allargare il proprio business offrendo ai turisti attività uniche che li possano avvicinare all’eccellenza italiana.

Non dimenticarti la registrazione!
La partecipazione è gratuita ma è richiesta la registrazione, in quanto i posti sono limitati. CLICCA QUI SOTTO:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSexYJEWsMbUTE4CDty9kbfVySuhc3-VQFqdsaLYC-hzHbUx0Q/viewform

TURISMO – L’Italia ha le carte in regola per diventare una superpotenza del settore

Silvestrini (CNA): “L’Italia ha le carte in regola per diventare una superpotenza del settore. Ma il sistema Paese deve lavorare unito e senza sprecare risorse”

“L’Italia è già ai vertici mondiali del turismo, ma ha tutte le carte in regola per diventare una superpotenza. Un traguardo senz’altro alla nostra portata per la ricchezza e la varietà dell’offerta ma che ha bisogno prima di tutto di un coordinamento che tenga insieme un mondo fatto di tante eccellenze diverse e permetta a questa industria di crescere omogeneamente. Creando ricchezza per tutti gli attori della filiera. Lavorando dodici mesi su dodici e non per poche settimane. Impegnando tutto il Paese e non solo alcune aree”.

Lo ha dichiarato Sergio Silvestrini, Segretario Generale della CNA intervenendo il 10 maggio a Firenze al convegno su “Prospettive del turismo 4.0 in Italia”, organizzato dalla CNA e da Banca CR Firenze.

“Già oggi – ha sottolineato – il turismo genera un valore aggiunto superiore ai 70 miliardi, che significa il 4,2 per cento del prodotto interno lordo, e dà lavoro a 1,3 milioni di occupati. Ma con l’indotto raggiunge il 12 per cento del Pil e una quota ancora maggiore di occupazione. Eppure le indagini concordano: gli introiti del turismo possono aumentare ancora in maniera consistente e così l’occupazione e il valore aggiunto. Noi come CNA siamo già impegnati ad assumere tutte le iniziative necessarie per valorizzare le attività d’impresa, a partire da quelle artigiane, per rendere l’Italia sempre più attrattiva. Ma servono infrastrutture, materiali e immateriali, adeguate a competere con successo nella sfida mondiale. Servono servizi di elevata qualità. Servono scuole che formino professionisti preparati. È necessaria una mentalità nuova da parte dell’amministrazione pubblica, a ogni livello, principalmente nella modulazione dell’offerta.  Nella quale va inserito il Made in Italy in tutte le sue declinazioni e, in posizione di primo piano, i prodotti artigianali e il saper fare artigiano, per rispondere alla domanda di nuovo turismo che sale dalla clientela mondiale, a cominciare dal turismo esperienziale. Tutti insieme e senza sprecare risorse – ha concluso Silvestrini – sono convinto che il sistema Italia riuscirà a fare del turismo il carburante necessario a una robusta e duratura ripresa economica”.

 (Fonte: Ufficio Stampa CNA Toscana)

TURISMO – È stato il ponte dei record

Negli ultimi 5 anni mai visti così tanti turisti in giro per l’Italia fra il 25 Aprile e il 1° Maggio

9 milioni e mezzo di presenze. 1 milione e 600 mila arrivi. 2 miliardi e 700 milioni di giro d’affari. 

Negli ultimi cinque anni non si erano mai visti così tanti turisti in giro per l’Italia nei giorni del  ponte 25 aprile – 1° maggio.

Nove milioni e mezzo di presenze. Un milione e 600mila arrivi. Due miliardi e 700 milioni di giro d’affari.

Rispetto al 2017 il movimento economico è aumentato del 9,5% e del 13,5% sono cresciute le presenze, vale a dire i pernottamenti in strutture ricettive.

Un vero mini-boom. Favorito dal tempo mite per quasi tutto il periodo. Trainato dalle località marittime e da borghi e città d’arte. Una performance che lascia ben sperare per la prossima estate.

A registrare questo risultato una indagine condotta dal Centro studi CNA in collaborazione con CNA Turismo e Commercio su un campione di imprese associate alla Confederazione distribuite in tutta Italia. Una indagine che conferma, in meglio, quanto previsto alla vigilia del ponte dalla stessa CNA.

Le previsioni ipotizzavano nove milioni di pernottamenti con 1,5 milioni di turisti e 2,5 miliardi di euro di movimento economico. La crescita a consuntivo, quindi, è stata di 500mila pernottamenti, 100mila turisti e 200 milioni di euro.

Tra il 25 aprile e il 1° maggio le presenze hanno sfiorato i cinque milioni nelle strutture alberghiere e raggiunto i 4,5 milioni nelle strutture extra-alberghiere (B&B, appartamenti e case private, agriturismi e così via), a testimoniare che nella scelta del soggiorno i turisti sono praticamente divisi a metà tra quanti optano per l’offerta tradizionale e quanti per le nuove proposte, massicciamente  veicolate sulle piattaforme on line.

I picchi di presenza sono stati registrati dal 28 aprile al 1° maggio. In questo periodo il tasso di riempimento delle camere è oscillato tra l’80 e il 90% in città come Roma, Napoli, Firenze, Venezia e Milano.

Le città d’arte hanno attirato turisti tanto in proprio (monumenti, musei, shopping) quanto come hub per raggiungere altre località, facendo da cerniera nel contempo tra il Centro-Nord e il Mezzogiorno, il mare e i borghi.

Il litorale marittimo si è assicurato una fetta del 55% delle presenze con una diffusione omogenea tra Sud, Isole, Liguria, Toscana, Romagna. Importante è stato il ruolo di calamita svolto dal turismo esperienziale: sempre più vacanzieri, insomma, amano “sporcarsi le mani”, partecipare (da protagonista e non da semplice spettatore) ad attività tradizionali, gomito a gomito con artigiani, piccoli produttori, allevatori.

(FONTE: Ufficio Stampa CNA)

 

TURISMO LENTO – Progetto “Cammini e percorsi” secondo bando dell’Agenzia del Demanio

La Scadenza è fissata al 16 aprile 2018 per il secondo bando del Progetto Cammini e Percorsi inseriti in bandi di concessione di valorizzazione aperti a tutti coloro i quali proporranno un valido progetto di investimento e riqualificazione e un canone d’affitto. Si tratta di un progetto innovativo a rete promosso dall’Agenzia del Demanio, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in collaborazione con gli altri Enti che partecipano all’iniziativa con immobili di proprietà – Anas S.p.A., Comuni, Province, Regioni – e di concerto con le Amministrazioni competenti. Con il progetto Cammini e Percorsi inquadrato nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017 – 2022 e a supporto del Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche e del Piano Straordinario della Mobilità Turistica – vengono avviate azioni congiunte volte al recupero e al potenziamento dell’offerta turistica, ricettiva, culturale e alla messa a rete di immobili di interesse storico e paesaggistico presenti sul territorio riconducibili sia al patrimonio minore sia al patrimonio culturale legate al tema del turismo lento, per la scoperta di territori attraverso una mobilità dolce lungo itinerari di livello interregionale e/o regionale.

Per maggiori informazioni: 
http://www.agenziademanio.it/opencms/it/progetti/camminipercorsi/bandoconcessionevalorizzazionecammini/

(Fonte: Ufficio Stampa CNA)