Aula palazzo madama

SCONTO IN FATTURA – Positivo che anche Pd e FI vogliano abrogare l’art 10

Si allarga il fronte delle forze politiche favorevoli alla cancellazione dell’art. 10 del Decreto crescita sollecitata dalla CNA. In Senato sono stati presentati due distinti Disegni di legge per abrogare la norma che penalizza le piccole imprese, uno a firma PD e l’altro Forza Italia. L’art. 10 prevede che per i lavori di efficientamento energetico e di prevenzione antisismica venga riconosciuto uno sconto in fattura al cliente pari all’ammontare dell’incentivo fiscale che l’impresa recupererà in cinque anni.

È una minaccia per l’intera filiera della riqualificazione energetica, un danno per le imprese e gli artigiani”, sottolineano le senatrici del Pd Teresa Bellanova e Tatiana Rojc. Identica posizione da parte di Forza Italia. “Le nostre imprese non sono banche”, affermano i senatori di Forza Italia che si schierano per l’abrogazione dell’art. 10 del Decreto crescita. Prima firmataria la senatrice Roberta Toffanin, il Ddl prevede la cancellazione della norma sull’Ecobonus fortemente penalizzante per le piccole. È positivo il principio di concedere incentivi, “ma questi non possono gravare sul sistema delle piccole imprese”.

Le proposte presentate in Senato da esponenti del Pd e di FI recepiscono i rilievi della CNA sull’art. 10 che altera la concorrenza penalizzando le micro e piccole e favorendo solo i grandi gruppi. E’ necessario fare presto poiché la norma sta rallentando un mercato già provato da anni di crisi.

Leggi il comunicato stampa di CNA