Pisa Tattoo Convention 2017 – Dal 15 al 17 settembre al Palazzo dei Congressi

CNA “evento che fa crescere l’immagine di Pisa città per giovani”

Pisa Tattoo convention, dal 15 al 17 settembre al Palazzo dei Congressi: un evento che fa crescere l’immagine di Pisa come di una città a misura di giovani.

Nuove mode, come i tatuaggi e non solo gli atout classici per Pisa come cultura, studio e nuove tecnologie, arricchiscono le già notevoli offerte e le occasioni in altri ambiti. “È un movimento giovanile, quello del tattoo, ma non solo – osserva il presidente CNA Pisa Matteo Giusti – in ogni caso è un trend in crescita e come tale porta un beneficio alla immagine di Pisa città smart e legata al ‘nuovo’. Ricerca, produzioni di qualità, nuove tecnologie tutto può contribuire e giova a questa positiva immagine della citta e del suo territorio, unita al fattore turistico: tutti ingredienti che recano benefici al tessuto produttivo della città che dobbiamo continuare a coltivare e far crescere”.

Guido Morelli, referente per il mestiere dei tatuatori, membro della presidenza Unione Benessere e Sanità in seno alla CNA di Pisa, che patrocina e supporta il Pisa Tattoo Convention, lo descrive in questi termini:

“La manifestazione Tattoo Convention è un valore aggiunto per la città, peraltro totalmente autofinanziata. Porta giovani e cattura un pubblico aggiuntivo rispetto alla stagione estiva e turistica in via di rallentamento. Inoltre si tratta di un evento che serve da una parte alle persone che vogliono avvicinarsi al mondo del tatuaggio, come sbocco professionale e lavorativo, verso cui proporre una idea corretta del lavoro del tatuatore, dare una corretta rappresentazione della nostra professione, per stare nelle regole e vedere crescere in tutti i sensi questa attività. Dall’altra la convention è anche una vetrina per proporsi al pubblico. E per i frequentatori è un evento dove si possono vagliare, valutare, approfondire tutti gli aspetti e gli stili, le novità e le garanzie per arrivare a farsi il desiderato tatuaggio che è un gesto molto significativo e impegnativo per il singolo. Essendo una cosa che rimane nel tempo è una scelta che deve essere fatta con piena consapevolezza, convinzione e con cognizione di causa, con la certezza del massimo delle garanzie e del rispetto delle regole deontologiche, amministrative ed igienico sanitarie”.

“Per i tatuaggi si sono rotti i tabù da molti anni, – conclude Morelli – grazie anche a queste manifestazioni dove sono pretesi il rispetto di tutti i requisiti e di tutte le garanzie: anche così si combatte l’abusivismo, le pratiche clandestine che hanno relegato a lungo questa arte nei ‘bassifondi’, mentre proprio alzando il livello e portando il tutto alla luce del sole il fenomeno, negli ultimi anni, è cresciuto ed è stato totalmente sdoganato. Il salto di qualità si è avuto proprio da quando è diventata una professione, una cosa seria, esercitata con il primo obiettivo di aver come punto fondativo il rispetto della salute del cliente, per le modalità, gli strumenti ed i materiali usati”.

Per maggiori informazioni: 

CLICCARE QUI: http://www.pisatattooconvention.com/edizione_2017/

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)