Olimpiadi 2026 all’Italia – Per la medaglia d’oro in corsa anche artigiani e Pmi

“L’assegnazione all’Italia delle Olimpiadi invernali 2026 rappresenta un motivo di legittimo orgoglio anche per tutto il mondo delle imprese e per la CNA”. Ad affermarlo il presidente nazionale della CNA, Daniele Vaccarino.

Questa vittoria dimostra che le potenzialità del nostro Paese sono elevatissime purché si faccia gioco di squadra in vista del successo comune. Un successo che può rappresentare una svolta per l’Italia. Il ricordo va a felici esperienze passate. “Spero – sottolinea Vaccarino – che le Olimpiadi 2026 in termini reali e simbolici costituiscano l’equivalente dei Giochi di Roma del ’60”. Allora significarono l’addio definitivo alle macerie della guerra e alla povertà del dopoguerra. Una svolta, insomma. “Come, più recentemente, sono state – continua – per Torino le Olimpiadi invernali del 2006, dalla quale è uscita una città rigenerata nel tessuto urbanistico, sociale, economico. E se, per fortuna, rispetto al ’60 l’Italia non ha il fardello dei disastri bellici, la realtà non è comunque entusiasmante e siamo fiaccati da una crisi che sembra interminabile”.

Continua a leggere sul sito di CNA CLICCANDO QUI