Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
 – Contributo sostegno di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale

Il MIUR intende creare e stimolare un ecosistema favorevole allo sviluppo “bottom up” di progetti rilevanti attraverso forme di Partenariato pubblico-privato che integrino, colleghino e valorizzino le conoscenze in materia di ricerca e innovazione. Sono ammissibili progetti di Ricerca Industriale e non preponderante Sviluppo Sperimentale nelle 12 Aree di specializzazione così definite:

  • Aerospazio;
  • Agrifood;
  • Blue Growth; 
  • Chimica;
  • Cultural Heritage; 
  • Design, creatività e Made in Italy; 
  • Energia; 
  • Fabbrica Intelligente; 
  • Mobilità sostenibile;
  • Salute; 
  • Smart;
  • Secure and Inclusive; 
  • Tecnologie per gli Ambienti di Vita.

Ciascun Progetto deve prevedere un totale di costi complessivi ammissibili, come esposti in domanda, compresi tra un minimo di 3.000.000,00 € e un massimo di 10.000.000,00 €.

Entità del contributo

I Progetti sono ammessi all’agevolazione nella forma del contributo alla spesa (fondo perduto), nel rispetto delle seguenti intensità di aiuto:
1. Ricerca Industriale: nel limite massimo del 50% dei costi considerati ammissibili;
2. Sviluppo Sperimentale:  nei limiti del 25% incrementabile sino ad un massimo del 50% per le PMI e del 40% per le Grandi Imprese;  in misura pari al 50% per tutti gli altri soggetti ammissibili.

Termine per la presentazione della domanda

Le domande possono essere presentate fino al 9 novembre 2017.