crespina bambini e famiglie in visita al cantiere della scuola

Crespina, realizzazione nuova scuola secondaria: piccoli “ispettori” crescono

È da tanto che ne sentono parlare, e finalmente hanno anche potuto vedere con i loro occhi come procedono i lavori. Sono stati direttamente i futuri frequentanti del nuovo plesso scolastico, i bambini ed i ragazzi delle scuole primarie di Crespina Lorenzana a svolgere un sopralluogo per verificare l’andamento dei lavori di realizzazione della nuova scuola secondaria. Ispettori inusuali dunque per il cantiere del Comune di Crespina Lorenzana dove è risultata aggiudicataria dell’appalto per la costruzione una associazione temporanea di imprese locali.

 Venerdì 7 Giugno presso il cantiere della nuova scuola di Crespina (via Valdisonzi – Sp 35) i bambini, la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo G. Mariti Daniela Pampaloni i docenti della scuola e le famiglie interessate hanno visitato il cantiere e sono stati accolti dal Sindaco Thomas D’Addona e dal nuovo assessore ai servizi scolasticiFrancesca Bernardini.

L’area ovviamente è stata messa in sicurezza e gli ospiti hanno potuto verificare con i propri occhi come sta venendo su la loro nuova scuola. Molte domande cui hanno risposto l’Ing. Michele Spagnoli di GCT e dell’Ing. Riccardo Castelli da parte degli alunni incuriositi dalle pareti di legno e da come verranno, a lavori ultimati anche gli spazi esterni, per la ricreazione e le attività all’aperto. Apprezzata anche la merenda a base di pizzette e bibite.

I COMMENTI

“Siamo molto soddisfatti dell’andamento dei lavori- ha dichiarato l’Ing. Michele Spagnoli Presidente del Consorzio Grandi Costruzioni del Tirreno che sta eseguendo l’opera dopo essersi aggiudicato l’appalto in ATI con Costantini Sistema Legno La Cost Srl (mandataria), Met srl, e BP Benassi srl – nonostante il continuo maltempo che fino ad ora ci ha creato non poche difficoltà. Fortunatamente grazie alla accelerazione inziale siamo perfettamente in linea con il cronoprogramma dei lavori. Certo ora speriamo nel bel tempo perché agevoli l’andamento dei lavori, poiché alcune operazioni non potrebbero essere svolte sotto la pioggia”.

“Anche con questo, ennesimo, concreto esempio – ha commentato il presidente CNA Matteo Giusti che accompagnerà la visita al cantiere – si sta facilmente dimostrando che quando sono le imprese di un territorio a eseguire i lavori, rispetto dei tempi e qualità, sono sempre al primo posto”.

Non nasconde la soddisfazione il Sindaco Thomas D’Addona, appena rieletto“Iniziammo la scorso mandato, cinque anni fa, con l’esito clamoroso della verifica sismica che comportò la chiusura della vecchia scuola – ricorda il Sindaco-; si creò una grave emergenza che abbiamo fronteggiato realizzando in sole 5 settimane una scuola provvisoria. Oggi possiamo iniziare questo nuovo mandato con la visita al cantiere per la costruzione della nuova scuola, assieme ai bambini, grazie a CNA. Questo significa due cose: che in questi anni abbiamo lavorato molto bene e che quando un Comune si lega alle imprese e alle risorse del territorio si possono raggiungere risultati straordinari”.

CIFRE E TEMPI

L’investimento complessivo per la nuova scuola è pari a di €3,2 milioni è stato stanziato per il nuovo complesso scolastico, futura sede della Scuola Secondaria di primo grado. Molto legno e materiali naturali, tanto verde, grandi spazi interni comuni e tutte le più moderne tecnologie per il risparmio energetico e la domotica, completamento in tempi ridotti, circa un anno e mezzo, con fine lavori prevista a Settembre 2020, in tempo per l’avvio del successivo anno scolastico 2020/21.

Si tratta di un edificio di ultima generazione progettato per garantire alte prestazioni energetiche e classificato come intervento di riqualificazione a energia quasi zero (nZEB). L’edificio è realizzato con sistemi innovativi mirati alla sostenibilità ambientale alla ecocompatibilità ed alla sicurezza, con ottimo comportamento delle strutture in caso di sollecitazioni sismiche. Il lotto su cui sarà realizzato l’edificio ha una superficie complessiva di circa 7.700 mq mentre l’intero edificio scolastico avrà una superficie utile di circa 1265 mq.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)