ACCESSO AL CREDITO AGEVOLATO – Aggiornamento Nuova Sabatini

NUOVA SABATINI

A causa dell’esaurimento delle risorse finanziarie disponibili, a partire dal 04/12/2018 è stata disposta la chiusura dello sportello. Pertanto, a partire da tale data,  le domande presentate dalle imprese sono considerate irricevibili.
Tuttavia, per coloro che sono intenzionati a fare investimenti, sono stati aperti a partire dal 20/09/2018 i seguenti bandi:

  • FONDO ROTATIVO PER PRESTITI Sub Azione A.1 «Aiuti per investimenti produttivi per progetti strategici»
    prestito a tasso zero, non supportato da garanzie personali e patrimoniali, dal 50% ad un max di 70% per investimenti ammessi non inferiori a € 40.000,00 e non superiori a € 200.000,00
  • FONDO DI MICROCREDITO Sub Azione A.2 «Aiuti agli investimenti in forma di microcredito»
    prestito a tasso zero, non supportato da garanzie personali e patrimoniali, dal 55% ad un max di 70% per investimenti ammessi non inferiori a € 10.000,00 e non superiori a € 40.000,00

Sono ammissibili a finanziamento le seguenti spese:
Attivi materiali nuovi: impianti, macchinari e attrezzature, nonché opere murarie e assimilate solo se funzionalmente correlate agli investimenti materiali e nel limite del 20% del costo totale del progetto di investimento ammissibile.
Attivi immateriali: attivi (diversi da attivi materiali o finanziari), quali diritti di brevetto, licenze, knowhow o altre forme di proprietà intellettuale.

Sono ammesse le spese sostenute a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda.

MARCHI+3

Riaperto il Bando Marchi +3 a partire dall’11/12/2018 grazie alle nuove risorse stanziate dal Ministero dello Sviluppo Economico. Ricordiamo che il presente bando copre le spese già sostenute per Marchi già registrati alla data di apertura del Bando.

Per ulteriori informazioni: 

 

GIORNATA DELL’IMPIANTISTA – Martedì 18 dicembre

Un giornata di approfondimento e aggiornamento che ti sarà utile per svolgere al meglio il tuo lavoro!

Giornata dell’Impiantista – 1° Edizione

Quando?
Martedì 18/12/2018 – ore 16:45

Dove?
Presso la Sala Bonsignori – CNA di Pisa (Via G.Carducci, 39, Loc. La Fontina, S. Giuliano Terme)

La partecipazione è gratuita ma è richiesta la registrazione QUI: https://goo.gl/forms/PFuhqR3Mt0EhjXA93

PROGRAMMA

ore 16:45| Registrazione Partecipanti

ore 17:00| Saluti del Presidente Installazione e Impianti CNA Pisa, Marco Ammannati, e del Presidente di CNA Pisa, Matteo Giusti

ore 17:15| Intervento Ing. Alessandro Scheveger 

Nuovo portale ENEA per le detrazioni fiscali per l’efficienza energetica

Biomasse sì o no? Vincoli in Toscana

Gruppi di sicurezza per accumuli: sono obbligatori?

Le manutenzioni degli impianti sono obbligatorie?  

ore 18:00 | Intervento Ing. Stefano Cheli – Società DIA Srl 

Industria 4.0 e tecnologia Iot, applicazioni pratiche in ambito civile

ore 18:30 | Discussione e scambio opinioni con i membri della Presidenza

ore 18:45 | Conclusione della giornata dell’impiantista: buffet e consegna delle Agende 2019

La partecipazione è gratuita ma è richiesta la registrazione QUI: https://goo.gl/forms/PFuhqR3Mt0EhjXA93

ABOLITO SISTRI – Forte apprezzamento della CNA

Per migliaia di imprese si tratta della liberazione da un incubo.

CNA esprime un forte apprezzamento per la decisione del Governo di abolire il Sistri a partire dal 1° gennaio 2019.

Il Sistri non ha mai funzionato, ma ha sicuramente impedito che si mettesse a punto nel nostro Paese un sistema efficace e semplice di tracciabilità dei rifiuti pericolosi, come in moltissime occasioni, e in tutte le sedi istituzionali, la CNA ha chiesto in questi anni.

L’abolizione del Sistri è prevista dal “Decreto semplificazione” di prossima approvazione da parte del Consiglio dei Ministri.

A questo punto sarà finalmente possibile, con la collaborazione delle associazioni delle imprese, costruire un nuovo strumento per tracciare i rifiuti pericolosi basato su una struttura semplice e ad alta efficienza. Dovrà essere in pratica, il contrario del Sistri, un sistema che si è dimostrato sempre molto complicato e inefficiente.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA)

MANOVRA – “Bene la deducibilità dell’Imu sugli immobili strumentali”

CNA: “Apprezziamo l’emendamento che raddoppia l’attuale deducibilità dell’Imu sugli immobili strumentali. Ora ci attendiamo la riduzione dei premi Inail e l’abolizione del Sistri”

“Compiuto un passo importante verso la deducibilità integrale dell’Imu sugli immobili strumentali, un atto di giustizia fiscale. Come il governo aveva promesso alla CNA, un emendamento alla manovra raddoppia l’attuale livello di deducibilità dal 20 al 40% riconoscendo, sia pure parzialmente, che gli immobili strumentali – capannoni, laboratori, negozi – non costituiscono un bene di lusso ma sono indispensabili all’attività d’impresa e alla creazione di lavoro. Avevamo chiesto al governo atti concreti in favore degli artigiani e delle piccole imprese. Ieri si è cominciato a passare dalle parole ai fatti. Confidiamo che, nell’ancora lungo iter di approvazione della manovra, l’emendamento ne diventi parte integrante. Ora ci attendiamo ulteriore attenzione da parte del governo e del parlamento nei confronti degli artigiani e delle piccole imprese” di cui è un buon esempio “la riduzione dei premi Inail  e che deve proseguire con una progressiva diminuzione di tasse e burocrazia a partire “dall’abolizione del Sistri”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA)

TAV: “Il Governo imbocchi la via della modernizzazione”

TAV – Vaccarino (CNA): “Siamo qui per contribuire a sollecitare il governo a imboccare senza indugi la strada della modernizzazione e dello sviluppo”

“Siamo qui per contribuire a sollecitare il governo a imboccare senza indugi la strada della modernizzazione e dello sviluppo. Il cambiamento che artigiani e piccole imprese auspicano va nella strada del sostegno agli investimenti e, in particolare, del completamento e dell’adeguamento della dotazione infrastrutturale, spina dorsale di ogni economia, patrimonio strategico irrinunciabile, leva della produttività e della competitività nella sfida globale. Ma le infrastrutture non solo vanno realizzate a regola d’arte, vanno anche gestite e mantenute bene. E quando parlo di infrastrutture, beninteso, non parlo solo di grandi opere ma anche delle opere cosiddette minori, minori solo in termini di costo, non di efficacia e di utilità. In realtà, si tratta di interventi capaci di contribuire in maniera determinante al benessere e alla qualità della vita dei cittadini, all’attrattività dei territori, alla competitività delle imprese”.

Lo ha dichiarato il presidente nazionale della CNA, Daniele Vaccarino, conversando a margine della manifestazione dedicata alle “Infrastrutture per lo sviluppo” del 3 dicembre a Torino insieme ad altre 12 associazioni di categoria che si sono unite per lanciare un preciso messaggio al Governo. 

San.Arti – Chiusura campagna iscrizioni volontari

Il 15 dicembre 2018 si chiudono le iscrizioni al Fondo San.Arti. dei familiari dei lavoratori dipendenti, dei titolari d’imprese artigiane, dei soci/collaboratori dell’imprenditore artigiano e dei loro familiari.

A tal fine è utile sottolineare l’importanza della scelta di adesione al Fondo San.Arti che, a fronte del versamento di una quota contributiva considerevolmente inferiore a quelle presenti sul mercato delle assicurazioni sanitarie private, permette di beneficiare di importanti prestazioni sanitarie integrative per la propria persona e per i propri familiari.

Si riportano di seguito le informazioni utili inerenti alla procedura d’iscrizione e contribuzione, le quote contributive previste e le prestazioni sanitarie integrative erogate dal Fondo.

Per maggiori dettagli ed informazioni su contributi e iscrizioni consultare il documento allegato.

PRESTAZIONI

Il Fondo SAN.ARTI. fornisce prestazioni di assistenza sanitaria integrativa ai propri Iscritti.

  • PACCHETTO MATERNITÀ. Rimborso di 4 visite ostetrico/ginecologiche, ecografie e analisi clinico/chimiche, fino a un massimo di 1.000 €, e indennità di ricovero in occasione del parto, pari a 80 € a notte per un massimo di 7 notti.

Per le imprenditrici Titolari, Socie e Collaboratrici, a decorrere dal secondo anno di copertura continuativa, come riconoscimento dell’impossibilità di lavorare appieno durante la gravidanza, sono previsti due ulteriori sostegni economici: per il 3°, 4°, 5°, 6° e 7° mese di gestazione viene erogato un contributo, denominato indennità di gravidanza, di 1.000 € al mese, e nei primi sei mesi di vita del bebè un contributo aggiuntivo, denominato indennità da allattamento, di 400 € al mese.

  • VISITE MEDICHE SPECIALISTICHE, PSICOTERAPIA, ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI. È possibile usufruire di prestazioni diagnostiche con una disponibilità di spesa fino a 8.000 € annue, e di visite specialistiche e psicoterapia, con una disponibilità di spesa fino a 1.200 € annue, al costo di una franchigia di 10 €, eccettuate ecografia, ecocolordoppler e endoscopia, la cui franchigia è di 20 €, in Strutture convenzionate, con il vantaggio di ridurre i tempi di attesa rispetto alla sanità pubblica.

Per tutte le info sito web https://www.sanarti.it

Il Fondo rimborsa inoltre tutti i tickets sanitari per visite mediche, esami diagnostici e tickets di Pronto Soccorso, con un’ulteriore disponibilità di spesa di 1.000 €.

Gli accertamenti diagnostici non previsti nell’elenco del Piano sanitario, oltre a prevedere il rimborso dei tickets del SSN, possono essere effettuati presso le Strutture convenzionate con una franchigia di 30 €.

Per i bambini fino a 6 anni è inoltre prevista una visita oculistica preventiva gratuita l’anno.

  • PACCHETTI PREVENTIVI E CHECK-UP GRATUITI. È prevista la prevenzione cardiovascolare, oncologica e per sindrome metabolica, allo scopo di monitorare e mantenere lo stato di salute; i pacchetti sono effettuabili in un’unica soluzione presso le Strutture convenzionate.
  • GRAVE INABILITÀ PERMANENTE per i Titolari, Soci e Collaboratori. Decorre dal secondo anno di copertura continuativa, quando sia causata da infortunio sul lavoro o da gravi patologie come previste dal Piano sanitario, con a disposizione una somma una tantum di 10.000 € per spese sanitarie e/o per erogazione di servizi di assistenza.
  • RICOVERO O INDENNITÀ DI RICOVERO PER INTERVENTO CHIRURGICO, INDENNITÀ DI CONVALESCENZA. È prevista la possibilità di effettuare interventi chirurgici, fra quelli presenti nel Piano sanitario, in Struttura Convenzionata. Sono comprese visite e accertamenti, assistenza infermieristica, cure riabilitative, trasporto sanitario e rimborso farmaci oltre alle spese legate all’eventuale accompagnatore, fino a un massimo di 90.000 € di spesa.

Per tutte le info sito web https://www.sanarti.it

Se invece l’intervento si svolgesse presso il S.S.N., verranno corrisposti 100 € al giorno per un massimo di 100 giorni come indennità di ricovero.

Per i Titolari, Soci e Collaboratori, inoltre, al fine di limitare il peso dell’impossibilità di una ripresa immediata dell’attività lavorativa è prevista un’indennità di convalescenza di 100 € al giorno per un massimo di 15 giorni.

  • CONSULENZA MEDICO-FARMACEUTICA. Gratuita.
  • NEONATI. Il Piano sanitario Titolari, Soci e Collaboratori prevede, per la correzione di malformazioni congenite di neonati riscontrate entro il primo anno di vita, una copertura per interventi effettuati entro i primi tre anni di vita del bambino, comprensivi di visite e accertamenti, nonché spese di vitto e alloggio dell’accompagnatore per il periodo di ricovero, con massimale di 15.000 € all’anno.
  • ODONTOIATRIA. La copertura prevede prestazioni completamente gratuite annuali di tipo preventivo presso Strutture convenzionate: una visita di controllo e una seduta di igiene orale, mentre per i figli da 1 a 14 anni prestazioni di sigillatura e fluorazione.

I Titolari, Soci e Collaboratori e la/il coniuge/convivente, a decorrere dal secondo anno di copertura continuativa, possono usufruire di prestazioni di implantologia, compresa l’estrazione dei denti, per le quali saranno messi a disposizione 700 € per un impianto, 1.300 € per due impianti, 3,300 € per tre o più impianti.

Sempre dal secondo anno di copertura continuativa è previsto un contributo di 200 € per prestazioni ortodontiche, compresi gli apparecchi, per i figli da 1 a 14 anni e fino a 500 € per i figli da 15 a 30 anni.

  • GARANZIE SPECIFICHE FIGLI DA 1 A 14 ANNI. Indagini genetiche, Prestazioni odontoiatriche particolari, Cura dei denti, Visita specialistica oculistica, Plantari ortopedici, Intervento chirurgico ambulatoriale, Interventi chirurgici particolari dell’età infantile.

Per tutte le info sito web https://www.sanarti.it

Per ulteriori informazioni contatta:
Ufficio Consulenza del Lavoro CNA Pisa: tel. 050876111

Scarica la documentazione:
Chiusura campagna iscrizione volontari 2018-2019
Soggetti abilitati al servizio pagamento bollettini postali

PONTE LUGNANO – Nuova chiusura di una infrastruttura insostituibile

CNA cronoprogramma di partenza con 6 mesi di lavori va ulteriormente ridotto, Ponte Lugnano insostituibile

 Ponte di Lugnano programmati i lavori di intervento per la messa insicurezza e restauro cronoprogramma che partirà ai primi di giugno appena chiuse le scuole: Si ipotizza la chiusura totale nella parte finale del mese di giugno, luglio, agosto e buona parte di settembre, la chiusura parziale in giugno, fine settembre e ottobre.

“Comprendiamo e riteniamo che come ipotesi di partenza possa anche essere potenzialmente ragionevole stimare come necessari sei mesi di lavori, di cui poco più della metà che prevendono la chiusura totale. Ma diciamo con chiarezza – si legge in una nota della CNA di Pisa – sin da ora che per il territorio la cosa non è sostenibile e quindi occorre fare di tutto per rivedere al ribasso queste previsioni e questi tempi dovranno essere più possibile compattati.

Le nostre imprese in quella zona, già nella situazione attuale scontano consistenti problemi logistici legati alla viabilità attuale di per sé già insufficiente (Lungomonte, Tosco Romagnola, Sp 31 Lavoria) con vastissimi divieti ai mezzi pesanti) non è giusto che debbano reggere a ulteriori aggravi di costi legati alla chiusura totale/parziale del ponte anche se concordiamo sulla necessità di effettuare l’intervento. Alla domanda se fosse possibile realizzare un ponte interamente nuovo è stato risposto che le risorse necessarie per un intervento del genere (6/7 milioni) hanno reso impraticabile tale ipotesi.

Ad alcune richieste però già avanzate da CNA sono già state date alcune aperture dalla Provincia di Pisa che è la stazione appaltante. Abbiamo chiesto (e ottenuto garanzie) sulla predisposizione di adeguata segnaletica anche molto distante dal ponte, in modo che venga dirottato altrove il traffico non diretto in quella zona.

Così come riteniamo indispensabile un canale di comunicazione costantemente aperto con noi e l’apertura di un tavolo permanente di confronto e verifica che si riunisca periodicamente consentendoci di avere sempre il quadro della situazione per poter fare a nostra volta opera di condivisione ed informazione con le nostre aziende. Detto tavolo dovrebbe anche occuparsi del quadro complessivo che uscirà dallo studio dell’Università. Altra ipotesi da praticare in sede di affidamento lavori è che si lavori anche il sabato e domenica ritenendo ingiustificabile che ciò non avvenga visto il sacrificio che si chiede alle imprese di quel territorio. Abbiamo altresì chiesto di verificare con attenzione anche la possibilità di lavoro notturno anche parziale e per le operazioni realizzabili nel complesso delle attività di cantiere previste.

La strada maestra dunque – conclude la nota della Cna di Pisa- è la riduzione dei tempi, almeno della chiusura totale, e esercitare pressioni per ottenere maggiori risorse come avvenuto per Pontasserchio, e fin da ora chiariamo che vigileremo con grande attenzione e che i nostri imprenditori saranno le nostre sentinelle su quel territorio”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

ROMA – Manifestazione Ncc Auto

Giovedì 29 novembre a Roma

A conclusione della riunione del Consiglio di Mestiere Ncc auto tenutosi a Milano sabato 24 novembre, si conferma l’adesione del comparto alla manifestazione Nazionale indetta per il prossimo giovedì 29 novembre a Roma.

La manifestazione è espressione del profondo disagio e preoccupazione che le imprese di Noleggio con Conducente stanno attraversando in questi giorni a seguito del mancato riordino e modifica della Legge 21/92.

Legge che invece, in assenza di proroga, rischia di rendere operative le disposizioni introdotte nel 2009 con il noto D.L. 29/1 quater paralizzando l’operatività delle imprese di noleggio con conducente, riacutizzando i gravi danni dell’inutile e nocivo contenzioso con gravi ripercussioni per l’intero settore e per il nostro stesso erario.

 

Dove?
Roma – Piazza della Repubblica (Lato Basilica di Santa Maria degli Angeli) – raggiungibile a piedi di fronte alla Stazione Centrale di Roma Termini.

Data e ora?
Giovedì 29 novembre 2018 ore 12:00

Mezzi
Non è consentito portare al seguito nessun tipo di mezzo, quali: vetture, minivan, pullman che saranno ricoverati negli spazi che nelle prossime ore saremo in grado di definire. 

Controlli antiabusivi trasporto persone – “Significativa azione” da parte della Polizia Municipale di Pisa

Soddisfazione e congratulazioni dalla CNA

Significativo successo nei controlli anti abusivi del trasporto persone da parte della Polizia Municipale, con ben quattro soggetti sanzionati, due qualificati come taxi e altrettanti come NCC.

CNA Pisa ha sollecitato i controlli in questa direzione e non solo relativamente al trasporto persone (estetica, acconciatura, impiantistica etc), ed è con grande soddisfazione che viene appresa la notizia dei risultati nelle azioni di contrasto al lavoro nero e all’abusivismo.

Claudio Sbrana, presidente CNA Taxi Pisa, ha così commentato: “Quando c’è la volontà di collaborare fra operatori economici e istituzioni, come in questo prezioso caso di controlli e contrasto rispetto del lavoro regolare, si dà grande soddisfazione reciproca. Ci farebbe piacere che si potessero registrare anche dei progressi sul fronte delle criticità da noi più volte rilevate specie sulla circolazione e sull’accessibilità ad alcune aree della città, in modo da migliorare la velocità di circolazione delle nostre vetture e di conseguenza i tempi di risposta del servizio taxi, come anche chiediamo ancora un maggiore controllo e rispetto degli stalli a noi destinati”.

Anche Riccardo Bolelli, presidente CNA Ncc Bus, esprime così la sua soddisfazione: “Le azioni di verifica, da noi richieste e condotte con professionalità ed efficacia dalla Polizia Municipale di Pisa mirate a far emergere il crescente e preoccupante fenomeno dell’abusivismo, sono uno dei più significativi segnali che si possono dare alle imprese regolari. Le nostre imprese si dannano l’anima e investono risorse e tempo per stare dentro le norme. Spesso non è semplice e comporta grandi sacrifici e quindi vedere che vengono individuati e sanzionati operatori abusivi che si fanno beffe di regole e fisco e che danneggiano un mercato che di per sé è già molto competitivo, certo ci conforta. La nostra categoria ha bisogno di essere ascoltata su questo ed anche su altri temi e ci pare che si vada nella direzione giusta”.

(Fonte: Ufficio Stampa Pisa)

 

GOVERNO – CNA incontra il vicepremier, Luigi Di Maio

Si è tenuto martedì 20 novembre nella sede nazionale CNA, a piazza Armellini a Roma, l’incontro tra i vertici della Confederazione e il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio.

Un incontro importante, un faccia a faccia completo sui temi economico-sociali più rilevanti e più scottanti per il mondo che rappresentiamo: artigiani, micro e piccole imprese, e per l’Italia intera, di cui siamo l’ossatura produttiva.

Un incontro dal quale sono arrivate aperture che ora attendiamo possano diventare risposte concrete ad alcune nostre esigenze, sulla scia di quanto già sta avvenendo con la Legge di Bilancio 2019: nel provvedimento hanno intatti trovato spazio diversi provvedimenti che riguardano le piccole imprese.

In particolare, il vicepresidente del Consiglio si è impegnato  a procedere speditamente sulla strada delle semplificazioni e, in questo quadro, ad abolire il SISTRI, il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti che tanto è costato alle imprese, in termini di tempo e soldi.

Molto rilevante, per la CNA, anche l’impegno a far ripartire le piccole opere di manutenzione e di conservazione, di cui c’è estremo bisogno, e a modificare il Codice degli appalti, favorendo di conseguenza l’accesso alle piccole imprese. Significativo anche l’impegno a cercare di reperire le risorse necessarie ad aumentare la deducibilità dell’Imu sugli immobili strumentali: capannoni, laboratori, negozi.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA)