RIALZATI MONTE PISANO! CNA Pisa, CoTaPi e CTM insieme ai Comuni colpiti

“Rialzati Monte Pisano!” un’iniziativa di solidarietà con i cittadini delle zone colpite dal recente incendio che ha colpito il Monte Pisano.

L’iniziativa è portata avanti da CNA Pisa, in collaborazione con CoTaPi (Consorzio Tassisti Pisani) e CTM (Consorzio Toscano Mobilità) e le Amministrazioni Comunali di Vicopisano e di Calci.

rialzati-monte.pisano-cna-pisa-juri-taglioli-massimiliano-ghimentiSui Radiotaxi Pisa Co.Ta.Pi la solidarietà e la voglia di rinascita del Monte Pisano, nella bella e suggestiva grafica di Officine Grafiche, girano su quattro ruote, grazie all’iniziativa di CNA Pisa, in collaborazione con CTM (Consorzio Toscano Mobilità) il Comune Di Calci e il Comune di Vicopisano. Questa mattina sfilata di taxi nel borgo con la significativa effigie (che riporta, oltre a una foto di speranza e ripresa, i due IBAN dei conti correnti aperti dalla Misericordia Vicopisano e dalla Misericordia Di Calci per l’emergenza incendio)… e con “tassisti” e “passeggeri” di eccezione: il Sindaco di Vicopisano Juri Taglioli e il Sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti. 

Erano presenti alla conferenza stampa di lancio dell’iniziativa, il presidente e il direttore di CNA Pisa, Matteo Giusti e Rolando Pampaloni, Maurizio Bandecchi sempre di Cna, che ha rappresentato anche CTM, il presidente di CNA Costruzioni Luca Benedettini, il presidente di CNA Impianti, Marco Ammannati, il presidente del Consorzio GCT (Grandi Costruzioni Toscane) Michele Spagnoli e i tassisti Massimo Baroni, Alessandro Ghilardi e Simone Magagnini. 


“Questa iniziativa – hanno detto presidente e direttore di CNA Pisa, Giusti e Pampaloni – è solo una delle tante. Le altre incideranno più specificamente sul ritorno alla normalità dei territori colpiti dall’incendio: dalle operazioni di bonifica fino alle agevolazioni per le operazioni di ricostruzione degli immobili dei privati”. 

 

 

CREA BELLEZZA 2018: Avatar ha vinto la finale regionale toscana

“Crea Bellezza Talent Show 2018”, una sfida lanciata da CNA a colpi di talento, creatività e passione per far emergere gli hair stylist e i make-up artist di domani

Sarà la principessa Neytiri protagonista del film Avatar, realizzata dal team ‘Avatar’, a rappresentare la Toscana alla finale nazionale a Roma

Secondo posto al Cappellaio Matto, realizzato dal team “Fairy Tail” della Scuola Estetica di Lucca; al terzo la Martian Girl realizzata dal team “Future”, sempre della Scuola Estetica di Lucca.

Un Avatar ha vinto la finale regionale del “Crea Bellezza Talent Show 2018”, che si è svolta ieri, domenica 11 novembre, a Montecatini Terme. E’ stata una finale partecipata e combattuta fino all’ultimo da 12 squadre, formate ognuna da due allievi di scuole di acconciatura ed estetica provenienti da varie province della Toscana; ogni squadra, come previsto dal regolamento del talent, ha curato il trucco, la pettinatura e la scelta dell’abito della modella ispirandosi ad un personaggio cinematografico.

Il Crea Bellezza Talent Show 2018 si è svolto nell’ambito del programma del convegno regionale “Bellezza e Salute. L’evoluzione del benessere globale” organizzato da CNA Benessere e Sanità e CNA Impresa Donna con il patrocinio del Comune di Montecatini, che ha raccolto al Grand Hotel Croce di Malta un pubblico di oltre 300 persone.

Nel corso della mattinata, aperta dal saluto della vice presidente nazionale e presidente CNA Toscana Centro CNA Elena Calabria, a cui è seguito l’intervento della presidente regionale CNA Impresa Donna, Antonella Gabbriellini, sono state affrontate  attraverso gli interventi di esperti tematiche di grande interesse per chi lavora per il benessere delle persone, in particolare estetiste e acconciatori. Nel pomeriggio poi si è svolto il “Crea Bellezza Talent Show 2018”, una sfida a colpi di spazzola, pennello, talento, creatività e passione per far emergere gli hair stylist e i make-up artist di domani. Il talent a carattere nazionale, quest’anno alla prima edizione, è lanciato e creato da CNA. Alla finale regionale di domenica 11 novembre hanno gareggiato  gli allievi di 12 scuole professionali della Toscana; ogni coppia era formata  da un  acconciatore e un’estetista. E’ stata una parata di trucchi e acconciature ispirate al cinema che ha stupito i presenti per capacità ed originalità delle 12 squadre di futuri professionisti dell’acconciatura e dell’estetica. La giuria (composta da Antonio Stocchi Presidente Nazionale CNA Benessere e Sanità, Morgan Visioli Portavoce Nazionale Acconciatori, Laura Grilli Presidente CEPEC ) si è trovata in forte imbarazzo per la bravura di tutte le squadre ed al termine di una serrata valutazione ha proclamato la squadra vincitrice.

Sarà quindi la principessa Neytiri degli Omaticaya, protagonista Na’vi del film Avatar del 2009 di James Cameron, a rappresentare la Toscana alla finale nazionale a Roma. L’ha realizzata il team ‘Avatar’, formato da Mekdes Marinai (modella), Laura Rizzitelli (acconciatore di Hashtag Formazione e Benessere) e Melissa Salto (estetista del Centro Studi Estetica Elisabetta Scaramelli).

Secondo posto al Cappellaio Matto tratto dal film Alice in Wonderland del 2010 di Tim Burton, realizzato dal team “Fairy Tale”, formato da Andrea Cappini (acconciatore) e Veronica Betti (estetista) della Scuola Estetica Srl di Lucca.

Al terzo posto si è classificata la Martian Girl tratta dal film Mars Attacks!  del 1996 di Tim Burton, realizzata dal team “Future”, formato da Davide Cappini (acconciatore) e Federica Santucci (estetista) della Scuola Estetica Srl di Lucca.

Alcuni dati sul settore della cura della persona in Toscana

La Toscana è al quinto posto tra le regioni italiane in cui le imprese che si occupano della cura della persona sono più diffuse. Qui lavorano oltre 10.000 imprese attive nel settore della bellezza e del benessere, tra parrucchieri, estetiste, palestre, centri benessere, manicure e pedicure. Parliamo di una realtà economica di eccezionale valore, che dà lavoro a più di 30.000 addetti e investe ogni anno milioni di euro in formazione, sviluppo e innovazione tecnologica.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Toscana)

Consorzio Toscana Sapori CNA – Presenti alla Mostra del tartufo bianco di San Miniato

Sabato 10 Novembre inizia la “mostra mercato del Tartufo Bianco”, uno dei più importanti eventi per la promozione del famoso fungo ipogeo, che fa muovere esperti, buongustai, ma anche semplici curiosi.

Quando? 3 fine settimana di novembre
10-11 novembre
17-18 novembre
24-25 novembre 

Tra i profumi sopraffini, per le vie di San Miniato, sarà presente anche il Consorzio Toscana Sapori di CNA Pisa, con un angolo dedicato a diverse tipologie di prodotti locali, che fanno della nostra Toscana, una delle principali realtà nel settore enogastronomico.

Da noi, troverai prodotti genuini ed artigianali, come la pasta artigianale dell’azienda agricola “La Ghiraia” e del Pastificio Morelli, i pomodori e le conserve di “Pachineat”, i formaggi dei Fratelli Sanna, le deliziose salse con le chiocciole dell’Azienda agricola “Arcenni Tuscany”, l’olio di oliva “L’oro della Toscana”, il vino di “Pieve de Pitti” e dell’azienda agricola “I Mandrioli” e la birra artigianale di Vapori di Birra e del Birrificio Artigianale di Buti.

Tutti i fine settimana di novembre a San Miniato: 10-11/17-18/24-25 novembre 

Ti aspettiamo quindi tutti i week-end di novembre a partire dal prossimo sabato 10 Novembre, presso il nostro stand (all’incrocio tra Corso Garibaldi e Via A. Conti), per farti assaggiare tante gustose bontà.

Per informazioni: 

Sabrina Perondi 
perondi@cnapisa.it

ASSEMBLEA NAZIONALE CNA – 2 mila artigiani a Milano il 17 novembre

Duemila artigiani, piccoli e medi imprenditori, saranno a Milano nella mattinata di sabato 17 novembre per partecipare all’Assemblea Nazionale della CNA

Il più importante appuntamento annuale della Confederazione sarà interamente focalizzato sui grandi tempi dell’economia e  sulle strategie da mettere in campo per il rilancio dell’Italia.

La scaletta della mattinata prevede l’intervento dei rappresentanti del Governo che risponderanno alle considerazioni e alle proposte della CNA esposte dal Presidente Nazionale Daniele Vaccarino nella relazione introduttiva.

I lavori si svolgeranno presso Superstudio Group, Via Tortona, 27. (www.superstudioevents.com).

Avranno inizio alle ore 11.00 e termineranno alle ore 13 circa.

 

Diretta Streaming

L’Assemblea sarà visibile in diretta streaming sul sito www.cna.it, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di CNA nazionale.

Per chiunque fosse interessato a partecipare di Pisa si rivolga ai nostri uffici: 

Dott.ssa Consuelo Arrighi 
arrighi@cnapisa.it

Accesso al credito: tutte le opportunità di adesso

IL CREDITO CHE C’È, IL CREDITO CHE CI POTREBBE ESSERE

La CNA di Pisa ti aiuta a migliorare il tuo rapporto con le banche e ti informa su tutte le agevolazioni regionali e nazionali tramite FINART CNA, la società di mediazione creditizia regionale del sistema CNA.

Di seguito le offerte attive e i bandi agevolativi ad oggi operativi

Avvisiamo che è un articolo lungo e ti invitiamo a leggere fino in fondo per non perdere opportunità.

FINANZIAMENTI E CONSULENZA FINANZIARIA

Controllo estratto conto bancario

per controllare quali sono i costi effettivi legati ai conti correnti bancari e tenere sotto controllo le spese
Finart Cna ha attivato un servizio per il monitoraggio dell’estratto conto della tua azienda: far controllare gli estratti conto aziendali tramite un check up trimestrale o un monitoraggio annuale da personale esperto e qualificato che farà un’analisi sulle modalità di utilizzo, ti aiuterà a tenere sotto controllo i costi e le condizioni bancarie, a capire le esigenze finanziarie della tua azienda e a migliorare il rapporto con la tua banca.

ARTIGIANCASSA:
TASSI DI INTERESSE ANCORA PIÙ BASSI E TEMPI DI DELIBERA RAPIDI

Finanziamenti min. € 10.000 max. € 1.000.000 finalizzato a:

a) nuovi investimenti produttivi (macchinari, attrezzature, automezzi ecc)
b) liquidità (scorte, acquisto materiali e merci e altre spese di gestione, imposte…)
c) tredicesima o quattordicesima (finanziamento a breve termine)
Spread: da 1,70% a 3,30%
Scoperto di conto corrente min. € 1.000 max. € 25.000
Spread da 2,40% a 3,50

“ARTIGIANCASSA – ACT SPRINT”
Servizio creditizio veloce per le imprese socie

  • Importo max 30.000 euro, elevabile a 50.000 euro in presenza di garanzia Confidi assistita da una controgaranzia
  • Durata max 60 mesi
  • Garanzia ACT 50%, elevabile al 60% (80%) in presenza di controgaranzia
  • Tipologia Finanziamento: Investimento/Scorte/Circolante
  • Pricing dedicato 1,60% – 2,30%
  • Compensi Garanzia ridotti del 20% e standardizzati
  • Tempi di istruttoria Banca max 5 gg lavorativi
  • Tempi di istruttoria Confidi max 5 gg lavorativi (*)
    (*) per operazioni con garanzia non assistita da controgaranzia

ARTIGIANCREDITO TOSCANO e FIDI TOSCANA

La convenzione Artigiancredito Toscano (ACT) e Fidi Toscana, con i principali istituti bancari consente di offrire alle banche un’ulteriore garanzia primaria, quella dei consorzi fidi, e di ottenere i migliori tassi sul mercato, riuscendo ad aumentare la capacità di credito dell’impresa e a diminuire il costo del denaro.
I tassi e la tipologia di operazione saranno da valutare in base all’istituto di credito prescelto e al merito creditizio assegnato al cliente.

Novità: iniziativa “BCC RIPRESA FACILE”

Artigiancredito Toscano ha approvato il rilascio di garanzia all’80% (di norma con controgaranzia MCC) per tutti quei finanziamenti erogati dagli Istituti di Credito aderenti alla Federazione BCC Toscana. La garanzia sarà prevista per i finanziamenti liquidità e i finanziamenti destinati a investimenti in beni materiali, immateriali e finanziari strumentali effettuati a partire da 12 mesi antecedenti la data richiesta dell’operazione. Il finanziamento può aver durata dai 3 ai 7 anni con preammortamento da concordare di 12 mesi.

Novità: iniziative “Garanzia Costo Zero”

Artigiancredito Toscano ha approvato il rilascio della garanzia dell’80% per finanziamenti a m/l termine a costo zero per le aziende. Sono garantibili le PMI contro-garantibili dal Fondo di Garanzia ex L.662/96. Costo della garanzia a carico della banca. Il prodotto è attivo su: BCC Cambiano, Chianti Banca, BCC Castagneto Carducci, Banca Popolare di Lajatico, Banca di Pisa e Fornacette.
Fidi Toscana ha approvato il rilascio della garanzia a costo zero per le aziende. Sono garantibili tutte le PMI (anche il settore agricolo) contro-garantibili dal Fondo di Garanzia ex L.662/96 per chirografari dal 60% all’80% con durata dai 3 ai 7 anni finalizzati ad investimenti o al finanziamento del capitale circolante. Costo della garanzia a carico della banca. Il prodotto è attivo su: Federazione BCC Toscana (banche aderenti), BCC Cambiano, Chianti Banca, BCC Castagneto Carducci, Banca Tirrenica (ex Nuova Banca Etruria).

Finanziamento 13^ mensilità anno 2018
Cassa di Risparmio di Volterra

Finanziamenti per la corresponsione della 13^ mensilità, con le seguenti caratteristiche:
Importo massimo concedibile: 1.800 euro per ogni dipendente;
forma tecnica: prestito a rate mensili;
durata dell’operazione: 6 mesi, ultima scadenza 30/06/2019;
tasso: fisso minimo a partire dal 1,25%.

PRESTITO PERSONALE per PRIVATI FINDOMESTIC BANCA

Prestiti personali Findomestic ancora più vantaggiosi tramite la convenzione CNA PISA:
– importo da € 1.500 a € 60.000;
– TAEG FISSO -1% sulla migliore offerta delle agenzia Findomestic o preventivo Findomestic On line.
– zero spese accessorie (zero imposta di bollo, zero spese istruttoria pratica, zero spese incasso e gestione rata, zero costi aggiuntivi per estinzione anticipata).

Novità: FIDEIUSSIONI E CAUZIONI

Intermediazione di fideiussioni assicurative, finanziarie, consortili, bancarie;
* Legge 210/04 – Oneri di Urbanizzazione – Rate di saldo – Garanzia di contratto di locazione – Acconti per acquisto immobili – Svincolo ritenute di garanzia – Permute immobiliari – Autorizzazioni esercizio attività – Attestazione capacità finanziaria per Autotrasportatori, Agenzie di viaggio e Agenzie pratiche auto e moto, Centri di revisione autoveicoli – Obblighi derivanti dalle spedizioni – Obblighi derivanti dall’autorizzazione per trasporti eccezionali – Tabaccherie – Lotterie – Slot Machines – Bandi pubblici – Rateizzazioni

BANDI E CONTRIBUTI

CREAZIONE IMPRESA – MICROCREDITO

Destinatari MPI (Micro e Piccole Imprese) o ditte individuali con la caratteristica dell’imprenditoria giovanile, femminile, destinatari di ammortizzatori sociali. Le imprese devono esercitare nel territorio della Regione Toscana un’attività identificata come prevalente rientrante in uno specifico codice ISTAT ATECO 2007.
Caratteristiche del finanziamento
Il costo totale ammissibile del progetto presentato non deve essere inferiore a € 8.000,00 e superiore a € 35.000,00. L’agevolazione viene concessa nella forma del finanziamento agevolato a tasso zero, nella misura del 70% del costo totale ammissibile, ovvero di importo non superiore a € 24.500,00.
La durata del finanziamento è di 7 anni (84 mesi di cui 18 di preammortamento). È previsto inoltre un preammortamento tecnico massimo di 3 mesi.

CREAZIONE IMPRESA – SEZIONE INNOVAZIONE

Destinatari le Micro e Piccole Imprese Innovative, la cui costituzione è avvenuta nel corso dei tre anni precedenti alla data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione. Inoltre sono ammissibili anche gli Spin Off di organismi di ricerca e le micro e piccole imprese iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese e le persone fisiche che costituiranno l’impresa entro sei mesi dalla data di adozione del provvedimento di concessione dell’agevolazione.
Caratteristiche del finanziamento
L’agevolazione concessa è un finanziamento agevolato a tasso zero, non supportato da garanzie personali e patrimoniali, pari all’80% della spesa ritenuta ammissibile a seguito di valutazione. L’importo del finanziamento va da un minimo di 28.000 ad un massimo di 160.000 euro.
La durata del finanziamento è di 8 anni con un preammortamento di 24 mesi, oltre ad un eventuale periodo di preammortamento tecnico non superiore a sei mesi. Il rimborso avviene in rate semestrali posticipate costanti.

FURP / MICROCREDITO EVENTI CALAMITOSI

Beneficiari: MPMI e titolari di Partita IVA iscritti nel registro delle imprese, con sede legale nei comuni interessati agli eventi calamitosi la cui attività non risulta cessata al momento della presentazione della domanda.
Gli aiuti sono concessi nella forma di finanziamento a tasso zero con le seguenti caratteristiche:
– importo che va da un minimo di 5.000 € ad un massimo di 20.000 € per ogni singola domanda; ogni impresa o titolare di partita IVA può presentare una sola domanda in riferimento ad uno stesso evento calamitoso;
– durata da min 36 mesi a max 120 mesi + preammortamento di ulteriori 24 mesi e un pre ammortamento tecnico di massimo 30 giorni.

FONDO DI MICROCREDITO
SUB AZIONE A.2 “AIUTI AGLI INVESTIMENTI IN FORMA DI MICROCREDITO”

Microcredito a tasso zero per gli investimenti delle PMI artigiane, industriali manifatturiere, del settore turistico, commerciale, cultura e terziario con l’obiettivo di sostenere e incrementare gli investimenti nel territorio della Regione Toscana in macchinari, impianti e beni intangibili di accompagnamento nei processi di riorganizzazione e ristrutturazione in linea con la strategia della specializzazione intelligente per la Toscana (RIS 3).

Soggetti beneficiari
Possono presentare domanda le micro e piccole imprese, ivi comprese le società consortili nonché i liberi professionisti aventi sede legale o unità locale destinatarie dell’intervento, nel territorio regionale.
Le imprese e i professionisti devono essere costituiti da almeno 2 anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso al fondo, devono essere in possesso dei requisiti di ammissibilità previsti dal bando, e devono esercitare un’attività economica identificata come prevalente nell’unità locale che realizza il programma di investimento, rientrante nelle seguenti sezioni della Classificazione delle attività economiche ATECO ISTAT 2007.

Caratteristiche dell’agevolazione
Il valore totale del progetto di investimento ammesso non può essere inferiore a €10.000,00 e superiore a €40.000,00. I progetti di investimento superiori saranno comunque ammessi fino all’importo di € 40.000,00 fermo restando l’obbligo di rendicontare l’intero valore dell’investimento. L’agevolazione viene concessa nella forma di microcredito a tasso zero, non supportato da garanzie personali e patrimoniali, con le seguenti percentuali di copertura:

– 55% del costo totale ammissibile sugli investimenti in RIS3;
– 65% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni materiali strumentali nuovi così come individuati nell’allegato A;
– 70% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni materiali strumentali nuovi congiuntamente a beni strumentali immateriali così come individuati negli allegati A e B, qualora gli investimenti di cui all’allegato B si riferiscano ai beni materiali strumenti nuovi di cui all’allegato A;
– 65% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni strumentali immateriali qualora gli investimenti di cui all’allegato B si riferiscano a sistemi di produzione esistenti.

Il finanziamento relativo al costo delle opere murarie è comunque pari al 55%. Il limite massimo del finanziamento è comunque pari a € 25.000,00. La durata del finanziamento è di 7 anni (84 mesi di cui 18 di preammortamento). È previsto inoltre un preammortamento tecnico massimo di 3 mesi..

FONDO ROTATIVO PER PRESTITI
SUB AZIONE A.1 “AIUTI PER INVESTIMENTI PRODUTTIVI PER PROGETTI STRATEGICI”

Finanziamento a tasso zero per gli investimenti delle PMI artigiane, industriali manifatturiere, del settore turistico, commerciale, cultura e terziario con l’obiettivo di sostenere e incrementare gli investimenti nel territorio della Regione Toscana in macchinari, impianti e beni intangibili di accompagnamento nei processi di riorganizzazione e ristrutturazione in linea con la strategia della specializzazione intelligente per la Toscana (RIS 3).
Soggetti beneficiari
Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese, ivi comprese le società consortili. Sono ammissibili le imprese e/o i liberi professionisti in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti con personalità giuridica (Rete-Soggetto), reti senza personalità giuridica (Rete-Contratto) solo se costituite da almeno 3 imprese/liberi professionisti in possesso dei parametri di pmi.
Le imprese e i professionisti devono essere costituiti da almeno 2 anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso al fondo, devono essere in possesso dei requisiti richiesti dal bando.

Caratteristiche dell’agevolazione
Il valore totale del progetto di investimento ammesso non può essere inferiore a € 40.000,00 e non può essere superiore a € 200.000,00. I progetti di investimento superiori saranno comunque ammessi fino all’importo di € 200.000,00 fermo restando l’obbligo di rendicontare l’intero valore dell’investimento. L’agevolazione viene concessa nella forma del prestito a tasso zero, non supportato da garanzie personali e patrimoniali con le seguenti percentuali di copertura degli investimenti:

– 50% del costo totale ammissibile sugli investimenti in RIS3;
– 60% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni materiali strumentali nuovi così come individuati nell’allegato A;
– 70% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni materiali strumentali nuovi congiuntamente a beni strumentali immateriali così come individuati negli allegati A e B, qualora gli investimenti di cui all’allegato B si riferiscano ai beni materiali strumenti nuovi di cui all’allegato A;
– 60% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni strumentali immateriali qualora gli investimenti di cui all’allegato B si riferiscano a sistemi di produzione esistenti.

Il finanziamento relativo al costo delle opere murarie è comunque pari al 50%. La durata del finanziamento è di 7 anni (84 mesi di cui 18 di preammortamento). È previsto inoltre un preammortamento tecnico massimo di 3 mesi.

FONDO DI GARANZIA PER I GIOVANI PROFESSIONISTI E LE PROFESSIONI

Il Fondo prevede la prestazione di garanzie su finanziamenti bancari per i giovani professionisti e per gli Ordini e Collegi Professionali o associazioni professionali.
La garanzia sul finanziamento varia dal 60% al 80%.

Il costo della garanzia è GRATUITO

Durata: da 18 mesi a 60 mesi

Sono ammesse alla garanzia le operazioni finanziarie finalizzate all’avvio e sviluppo di studi professionali, all’acquisizione di beni strumentali innovativi e tecnologie, all’acquisizione di strumenti informatici, nonché operazioni finalizzate a garantire la sicurezza dei locali dove si esercita l’attività professionale.

SOSTEGNO ALLA LIQUIDITA’ DELLE PMI COLPITE DA CALAMITÀ NATURALI

Beneficiari
le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) regolarmente iscritte al registro delle imprese, in possesso dei seguenti dei seguenti requisiti:
1. sede o unità locale operativa nei Comuni interessati dagli eventi calamitosi che abbiano subito danni a beni di proprietà, ovvero di terzi, destinati all’attività d’impresa con sede o unità locale operativa in Toscana che al momento dell’evento calamitoso esercitassero la propria attività nei Comuni interessati e abbiano subito danni a beni di proprietà, ovvero di terzi, destinati all’attività d’impresa; la cui attività non risulti cessata al momento di presentazione della domanda e che esercitino un’attività economica identificata come prevalente, rientrante nella seguente classificazione delle attività economiche ATECO 2007.

Caratteristiche dell’agevolazione
Garanzia diretta, esplicita, incondizionata e irrevocabile ed escutibile a prima richiesta rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all’80% dell’importo di ciascun finanziamento. L’importo massimo garantito è pari a euro 640.000,00 per singola impresa ed euro 960.000,00 per gruppi di imprese, tenuto conto dell’esposizione residua alla data di presentazione della domanda di garanzia per i Settori “Industria, artigianato e cooperazione e altri settori

FONDO DI GARANZIA PER ANTICIPI CIGS E ANTICIPI STIPENDI

Beneficiari
lavoratori che hanno beneficiato di un’anticipazione concessa a titolo di “anticipo stipendi”.
Intervento finanziato: Nuove operazioni concesse dai soggetti finanziatori per la restituzione rateale dell’anticipazione concessa a titolo di anticipo stipendi, della durata massima di 36 mesi oltre ad eventuale preammortamento tecnico. La garanzia è rilasciata agli enti finanziatori per un importo pari al 100% (per capitale e interessi).

FONDO DI GARANZIA PER INVESTIMENTI IN ENERGIE RINNOVABILI

Beneficiari
le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), anche di nuova costituzione, regolarmente iscritte alla CCIAA e non in difficoltà ai sensi della Comunicazione Ue 2004/C 244/02, gli enti locali, le aziende sanitarie ed ospedaliere, le associazioni che svolgono attività assistenziali, culturali e ricreative senza fini di lucro con o senza personalità giuridica; le associazioni e società sportive dilettantistiche costituite nelle forme stabilite, all’art. 90, comma 17, della legge 27 dicembre 2002, n.289 e le persone fisiche.

Caratteristiche dell’agevolazione
La garanzia è rilasciata a favore dei soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all’80% di ciascuna operazione finanziaria.
L’importo massimo garantito per beneficiario è pari a euro 100 mila per le persone fisiche, euro 250 mila per gli altri soggetti beneficiari ed euro 375 mila per gruppi di imprese. La garanzia può essere concessa su operazioni finanziarie di durata compresa tra un minimo di 5 e un massimo di 10 anni per tutti i soggetti beneficiari tranne che per gli enti locali la cui durata massima è fissata in 25 anni.
La garanzia deve essere richiesta per operazioni non ancora deliberate dai soggetti finanziatori ed è rilasciata senza oneri e spese a carico dei beneficiari. Sulle operazioni garantite dal presente fondo non possono essere richieste garanzie reali, bancarie o assicurative.

FONDO DI GARANZIA PER I LAVORATORI NON A TEMPO INDETERMINATO

Beneficiari
Possono beneficiare della garanzia del Fondo i lavoratori residenti in Toscana titolari di un rapporto di lavoro non a tempo indeterminato in condizioni di vigenza o che nei 6 mesi antecedenti la richiesta abbiano avuto in corso un contratto di tale tipologia.
Caratteristiche dell’agevolazione
La garanzia è rilasciata a favore dei soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all’80% dell’importo di ciascun finanziamento.
Il Fondo garantisce finanziamenti per un importo massimo complessivo di 15.000 Euro per lavoratore, al netto del capitale rimborsato. I finanziamenti devono avere una durata non inferiore a 18 mesi e non superiore a 60 mesi. La garanzia può essere richiesta per operazioni non ancora deliberate dai soggetti finanziatori e per operazioni già deliberate ma non ancora erogate (purché le richieste arrivino al Soggetto Gestore entro due mesi dalla data della delibera dei soggetti finanziatori). Le operazioni non possono essere assistite da altre garanzie reali, bancarie o assicurative e personali.

CONTRIBUTO AUTOTRASPORTATORI 2018

Sulla G.U. del 16/07/2018 sono stati pubblicati i Decreti nr. 78 del 5 Luglio 2018 e nr. 221 del 20 Aprile 2018 recanti modalità e disposizioni attuative per usufruire delle risorse per gli investimenti a favore delle imprese di autotrasporto per l’annualità 2018.
A tal proposito si informa che dal 30 Luglio 2018 è possibile presentare le domande di finanziamento da parte delle imprese di autotrasporto.
Si tratta di contributi a fondo perduto per l’acquisto di veicoli ecologici e veicoli per trasporto combinato strada-mare e strada-ferro.
Si fa altresì presente che il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 15 aprile 2019. 

Gli investimenti incentivabili sono quelli effettuati dopo il 20 luglio 2018 (data di entrata in vigore dei relativi provvedimenti normativi).

CONTRIBUTI EBRET

Contributi a f.do perduto per:

  • per acquisto di testi scolastici (con contributo massimo elevato a €170),
  • innovazione aziendale (contributo max € 2600) per:
  • innovazione tecnologica, mediante l’acquisto di macchinari, strumenti, tecnologia, brevetti;
  • ottenimento della certificazione di qualità o di altre certificazioni simili internazionalmente riconosciute;
  • acquisto di consulenze e/o asseverazioni relative al piano nazionale “Industria 4.0”,
  • interventi di internazionalizzazione e/o promozione. (spazi espositivi in fiere, le consulenze nella gestione di contratti internazionali, i costi sostenuti per l’ideazione dell’intervento di promozione, la realizzazione o il restyling di siti internet).
  • ripristino del ciclo produttivo a seguito di calamità naturali,
  • astensione per maternità (con contributo massimo elevato a € 1.600)

Novità: BANDO INNOVAZIONE

Voucher per agevolare la realizzazione di progetti di investimento per l’innovazione delle MPMI attraverso l’acquisizione di servizi avanzati e qualificati così come definiti nel “Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane – sezioni A e B”

Il Bando aprirà dal 17/12/2018 esclusivamente online e fino ad esaurimento fondi con procedura automatica a sportello

Possono presentare domanda: micro, piccole e medie Imprese, compresi i liberi professionisti, in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi esercenti un’attività economica rientrante in uno dei Codici ATECO ISTAT 2007 individuati nella deliberazione Giunta regionale 643 del 28/07/2014 e dalla stessa distinti nelle sezioni di raggruppamento del Manifatturiero (che comprende Industria, Artigianato, Cooperazione e altri settori) e del Turismo, commercio ed attività terziarie.

L’importo dell’investimento e l’intensità di contributo variano in funzione alla dimensione dell’impresa e alla tipologie di servizio.

Investimento minimo € 15.000 e Investimento massimo € 100.000
Contributi variano da un 30% al 75%
I progetti devono essere realizzati in 6 o 9 mesi in funzione della tipologia di servizio

VOUCHER ALLE IMPRESE PER SERVIZI DI FORMAZIONE E CONSULENZA
SUL DIGITALE – 2018

Nell’ambito del “Piano Nazionale Impresa 4.0” avviato dal Ministero dello Sviluppo Economico la Camera di Commercio di Pisa ha stanziato 120mila euro da dedicare alla concessione di voucher alle imprese per favorire l’impiego di servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione di nuove tecnologie digitali.
Le agevolazioni saranno concesse a fondo perduto, in conto esercizio, nella misura del 70% delle spese riconosciute come ammissibili e fino ad un massimo di 7.000 euro.
Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo per attività di formazione e consulenza, avviate dal 1 gennaio 2018, che prevedano una spesa minima superiore a 3.000 euro.
Le richieste trasmesse tramite PEC dovranno pervenire esclusivamente alla casella di Posta Elettronica Certificata della Fondazione ISI, utilizzando la modulistica allegata, a partire dal 1 agosto 2018 fino al 30 novembre 2018 salvo chiusura anticipata per esaurimento dei fondi disponibili.

VOUCHER ALLE IMPRESE CHE OSPITANO
PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO – 2018

La Camera di Commercio di Pisa per facilitare l’incontro tra domanda-offerta di formazione e lavoro, ha previsto la concessione di voucher alle imprese che intendono ospitare percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro.
Alle imprese sarà concesso un voucher di 600 euro per ogni studente, della scuola secondaria di secondo grado e dei Centri di Formazione Professionale, ospitato in azienda per un percorso di almeno 40 ore.
ATTENZIONE: è consentita una sola domanda di contributo per un numero massimo di 3 stage (3 studenti) ospitati a partire dal 1 gennaio 2018 e conclusi al momento in cui verrà presentata la richiesta. Ciascuna impresa potrà quindi ricevere un contributo massimo di 1.800 euro.
Il contributo sarà erogato solo a fronte di percorsi di alternanza scuola-lavoro effettivamente svolti e documentati. Potranno beneficiare dell’intervento solamente i soggetti, imprese e soggetti REA, in linea con i requisiti indicati nell’art. 3 del bando.
Le richieste dovranno pervenire alla casella di Posta Elettronica Certificata della Fondazione ISI, utilizzando la modulistica allegata, a partire dal 01 giugno 2018 e fino al 30 novembre 2018, salvo chiusura anticipata per esaurimento dei fondi disponibili.

CAMERA DI COMMERCIO DI PISA
MOSTRE E FIERE IN ITALIA E ALL’ESTERO

I contributi di cui al presente bando sono concessi per la partecipazione autonoma a Fiere Internazionali in Italia e all’estero, che non godano già di abbattimenti di costi da parte della Regione Toscana (anche attraverso Toscana Promozione Turistica) o di altri Enti Pubblici/Ministeri o ICE Agenzia.
Saranno finanziate: le spese relative all’acquisizione dello spazio espositivo, al suo allestimento, agli eventi di business organizzati all’interno, alle iniziative promozionali.
L’importo dei voucher concessi varia a seconda della localizzazione delle fiere:
– MANIFESTAZIONI FIERISTICHE IN ITALIA E UNIONE EUROPEA (U.E.)
I contributi sono concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili e regolarmente documentate, fino ad un massimo di € 2.000,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per manifestazioni svolte in Italia ed in paesi esteri appartenenti all’Unione Europea, ivi compresi Svizzera, Principato di Monaco, Liechtenstein, Andorra, San Marino.
– MANIFESTAZIONI FIERISTICHE EXTRA UNIONE EUROPEA (U.E.)
I contributi di cui al presente Bando sono concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili e regolarmente documentate, fino ad un massimo di € 2.500,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per manifestazioni svolte in paesi esteri NON appartenenti all’Unione Europea. Per la partecipazione collettiva a fiere tramite Consorzi e reti d’impresa verrà riconosciuto un contributo commisurato al numero delle imprese partecipanti e comunque rispondenti ai requisiti di cui all’Articolo 2 presenti in fiera nello stand collettivo, con un massimale di € 2.000,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) ad impresa per fiere in ambito italiano e dell’Unione Europea e di € 2.500,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per fiere extra U.E. sino ad un massimo di dieci imprese e, comunque, fino ad un massimale del 50% dei costi complessivamente sostenuti.
Le date di scadenza per la presentazione delle domande di contributo variano in base alla data di inizio della fiera o mostra per la cui partecipazione l’impresa richiede il contributo, nel modo di seguito specificato:
ï 1° periodo (già scaduto): Mostre e Fiere che hanno avuto inizio nei mesi gennaio / giugno 2018: data di scadenza 31 agosto 2018;
ï 2° periodo: Mostre e Fiere che hanno avuto inizio nei mesi luglio / novembre 2018: data di scadenza 15 dicembre 2018.

Per maggiori informazioni ed una consulenza personalizzata:

Dr.ssa Serena Deales 050/876551 sdeales@finartcna.it
Dr.Francesco Mini 0587/398800fmini@finartcna.it
Dr.ssa Marlene Sotomayor Gonzalez 050/876594 msotomayor@finartcna.it

SEMINARIO – La telematizzazione delle accise

Commercio di prodotti viti-vinicoli in ambito UE ed estra UE

Giovedì 8 novembre alle ore 9,30 presso la Sal Bonsignori della sede di CNA Pisa de La Fontina

Il seminario è gratuito ma è richiesta la registrazione CLICCANDO QUI 

PROGRAMMA

ore 9,30 – MARCO MORELLI – Presidente CNA Alimentare Pisa – Saluti

ore 9,45 – F.D. ORESTE DE SANTIS – Telematizzazione accise settore prodotti alcoolici

ore 10,30 – F.D. ROSI GIOIA – Trasmissione telematica agevolazioni nel settore degli autotrasportatori: vantaggi

ore 11,00 – F.D. BIAGIO RAFFAELE – Commercializzazione prodotti viti.vinicoli in ambito CEE ed estra CEE

ore 11,45 – MATTEO GIUSTI – Presidente CNA Pisa – Conclusioni

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e, tra i relatori, saranno presenti Funzionari della stessa Agenzia

Il seminario è gratuito ma è richiesta la registrazione CLICCANDO QUI 

PREMIO CAMBIAMENTI – 3 le imprese vincitrici della finale regionale

Startup innovative premiate da CNA Toscana
3 le imprese vincitrici della finale regionale del
Premio CNA Cambiamenti e 3 menzioni speciali

Tre imprese vincitrici e tre menzioni speciali: si è svolta nel pomeriggio di martedì 30 ottobre nella sede CNA Toscana la finale regionale del Premio Cambiamenti, il contest nazionale indetto dalla CNA per scoprire, premiare e sostenere le migliori imprese nate negli ultimi tre anni che hanno saputo riscoprire le tradizioni, promuovere il proprio territorio e la comunità, innovare prodotti e processi e costruire il futuro. Presenti alla cerimonia di premiazione il presidente CNA Toscana Andrea Di Benedetto,  il presidente regionale dei Giovani Imprenditori Cristiano Coppi e l’Assessore alle attività produttive della Regione Toscana, Stefano Ciuoffo.

Le tre vincitrici toscane,  che il 30 novembre andranno alla finale nazionale a Roma, sono: NetCityLed, Oimmei, Rifò; menzione speciale invece per EnKi Stove, Plug and Wear, Sfera.

Enki Stove, lo ricordiamo, aveva vinto la tappa pisana di Premio Cambiamenti: a loro i complimenti di CNA Pisa, come a tutte le altre imprese partecipanti.

La giuria, composta da Cristiano Coppi, Sandra Pelli e Silva Pompili, presidenti regionali CNA Giovani Imprenditori, Artistico e Industria, le ha scelte fra le 28 imprese vincitrici delle selezioni provinciali. Sono state infatti ben 174 le imprese candidate al Premio CNA Cambiamenti in Toscana, la regione che ha avuto il maggior numero di adesioni a livello nazionale (844 in totale).

“In Toscana – commenta Cristiano Coppi – emergono tante aziende nuove, giovani e innovative che diventano motore dell’economia regionale, un tessuto di imprese vivaci e disposte a mettersi in gioco. Tanto che per la giuria, nonostante una attenta analisi, è stato difficile dover fare una scelta e per questo motivo abbiamo previsto come riconoscimento individuale un attestato di partecipazione”. I criteri di valutazione utilizzati sono stati  quelli stabiliti a livello nazionale per il Premio CNA Cambiamenti, in particolare: originalità dell’idea, capacità di rispondere a bisogni/esigenze del mercato, sostenibilità, impatto sociale, culturale, ambientale.

Aggiunge il presidente CNA Toscana Andrea Di Benedetto: “Già dal nome – Cambiamenti – si capisce lo spirito del Premio. La tecnologia sta abilitando innovazioni in tutti i campi, con un impatto paradossalmente maggiore nei settori più tradizionali: artigianato, manifattura, cibo, turismo. La storica eccellenza artigiana, insomma, il vero patrimonio della Toscana e del Paese, potenziato dalla cultura digitale. Queste nuove imprese sono la prova che la Toscana è viva più che mai”.

Le 3 imprese vincitrici:

NetCityLed www.netcityled.com (Pistoia) si occupa di ricerca, sviluppo e commercializzazione di sistemi integrati per la connessione e la telecomunicazione attraverso lampade intelligenti per l’illuminazione pubblica. NetCityLED utilizza un dispositivo di illuminazione outdoor a led che integra la possibilità di offrire in modalità scalabile molti altri servizi: telecontrollo e telegestione, punto anche per applicazioni extra-impianto, videosorveglianza, connettività wi-fi, sensori ambientali, antenne 4G/LTE, servizi di telemedicina e infomobilità. NetCityLED è l’unico sistema che riunisce tutto in un’unica armatura: certificata, esteticamente gradevole, efficiente e conveniente

Oimmei www.oimmei.com/it (Livorno) ha creato la ScuolabusApp (http://www.scuolabusapp.it):  per la sicurezza dei bambini una App che li segue nel tragitto quotidiano casa-scuola; il genitore, grazie all’App gratuita, è in grado di sapere in ogni momento la posizione del bus e, grazie ai portachiavi in dotazione, può sempre conoscere la posizione del suo bambino e venire notificato se qualcosa non va, per esempio in caso di discesa o salita dell’alunno ad una fermata errata o in caso di eventuali ritardi. Tutto dal proprio smartphone. ScuolaBus App è un applicativo che prevede anche l’utilizzo di un backoffice con interfaccia web per la gestione delle informazioni necessarie per il funzionamento dell’applicazione.

Rifò www.rifo-lab.com (Prato)  è una linea di abbigliamento e di accessori completamente rigenerata. Si raccolgono gli indumenti usati dalle persone tramite il portale web, si  trasformano  in un nuovo filato e poi si riconfezionano in un nuovo accessorio o capo di abbigliamento che viene venduto sul portale web. Una volta logorati, le persone possono riconsegnare di nuovo i  vestiti così da riavviare il ciclo. Questo processo di economia circolare permette di riciclare scarti tessili e di risparmiare risorse limitate come l’acqua e non utilizzare prodotti chimici e coloranti inquinanti.

Le 3 menzioni speciali

EnKi Stove www.enkistove.com (Lucca) è una startup che progetta, produce e vende bruciatori pirolitici, basati su un’innovativa tecnologia brevettata che consente di ottenere energia e calore dalle comuni biomasse, riducendo al minimo la produzione di gas nocivi, inquinanti o responsabili dell’effetto serra. La tecnologia alla base di tutti i prodotti Enki Stove, una ottimizzazione di un processo già esistente denominato “pirolisi aperta”, è protetta da due brevetti.

Plug and Wear www.plugandwear.com (Firenze) produce sensori tessili (tessuti in grado di scambiare informazioni tra il mondo circostante ed un pc) acquistando materiali conduttivi e li trasforma in tessuti intelligenti tramite l’utilizzo di tecnologie sviluppate internamente; l’obiettivo è creare la più larga gamma di sensori tessili per la misurazione di grandezze fisiche diverse (temperatura, pressione, presenza di liquidi/umidità).

Sfera Agricola www.sferaagricola.it (Grosseto) è una serra attiva, in grado di adattare il suo clima per far sì che la crescita degli ortaggi avvenga sempre in condizioni ottimali, indipendentemente dalle condizioni metereologiche esterne. Il recupero delle acque piovane e il ciclo di coltivazione chiuso permettono di accumulare acqua nei mesi piovosi, per poi impiegarla nei periodi di siccità; al suo  interno si utilizzano quasi esclusivamente mezzi di lotta biologica.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Toscana)

Corso gratuito su strategie e strumenti di web marketing per imprese enogastromiche e turistiche

Corso gratuito di 4 incontri rivolto alle imprese del settore enogastronomico e turistico del territorio pisano che vogliono approfondire come funziona il web marketing prima in vista di un percorso di apertura a mercati extranazionali.

Il corso, organizzato da Camera di Commercio di Pisa e CNA Pisa, si terrà presso la Camera di Commercio di Pisa e sarà curato da Nomina – Digital Strategy & Comunicazione.

Il corso è gratuito ma è richiesta l’iscrizione cliccando qui: 
https://docs.google.com/…/1FAIpQLSe2oMNEvPIaFEglbZ…/viewform

PROGRAMMA
Martedì 06/11 Auditorium Pacinotti
Ore 15,00 – 18,00
“Obiettivi e strategia prima di tutto: dall’analisi al piano di marketing e web marketing”

Martedì 13/11 Auditorium Pacinotti
Ore 15,00 – 18,00
“Come scegliere gli strumenti di marketing e di web marketing: sito web o e-commerce, quale social network”

Martedì 27/11 Auditorium Pacinotti
Ore 15,00 – 18,00
“I social network e la produzione dei contenuti: come muoversi, come utilizzarli in modo coerente con i propri obiettivi di business?”

Martedì 04/12 Auditorium Pacinotti
Ore 15,00 – 18,00
“Come comportarsi con i clienti acquisiti per tenerli vicini e portarli a riacquistare? Come rimanere in contatto? Email marketing e altro”.

Il corso è gratuito ma è richiesta l’iscrizione cliccando qui:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSe2oMNEvPIaFEglbZuCVDVRjHeVUPym5R2P-e30UecpNrTtew/viewform

Per ulteriori informazioni: 
https://www.pi.camcom.it/corso/4426/Strategie-e-strumenti-di-web-marketing.html?utm_source=CNA&utm_medium=Facebook&utm_campaign=WebMarketingCNA

GARE DI APPALTO – Il Comune di Cascina ignora le imprese locali

Invitate imprese umbre per una gara, beffa sul tema appalti per ditte locali

Passando da Cascina si notano in questi giorni lavori stradali e di asfaltatura in corso, ad opera di una ditta non locale (fiorentina). Fin qui niente di male, spesso si assiste a interventi fatti da ditte fuori zona. Troppo spesso secondo le imprese locali, ma accade. La cosa che ha destato l’attenzione di CNA è che la procedura di affidamento di questi lavori non era stata notata da nessuno della zona. Anche questa una cosa inconsueta, vista la penuria di lavori pubblici e la carenza di lavoro nel mercato degli appalti. CNA ha voluto vederci chiaro e la questione posta è stata approfondita. Ecco i fatti.

Utilizzando le informazioni presenti sul sito del Comune, è stato verificato che con determina n. 377 del 18/04/2018 il Responsabile della macrostruttura Governo del Territorio ha approvato il progetto esecutivo per questi lavori di “ rifacimento piano bitumato di tratti di strade comunali” che consiste principalmente nel ripristino del manto stradale ammalorato mediante fresatura e realizzazione di nuova pavimentazione stradale dei seguenti tratti di strade comunali: Via S. Isidoro, Via Pascoli, Via Cava, Via Nazario Sauro loc. Via Di Corte ( Del G.C. del n°164 del 8 11 2017 che modifica il Piano Opere Triennale, Del. C.C. n°145del 27/11) e successive determine citate, per un importo complessivo di €200.000, i relativi documenti di gara e prenotato il relativo impegno di spesa. Con successiva Determina 384 del 19/04/2018 lo stesso Dirigente avviava la  realizzazione dell’opera mediante Procedura negoziata “da espletarsi tramite l’ufficio Centrale Unica di Committenza della Provincia di Pisa con consultazione di venti operatori economici, ove esistenti, selezionati dall’elenco delle imprese della Regione Umbria mediante estrazione a sorte in seduta pubblica, tra gli operatori iscritti nell’elenco citato avvalendosi di un programma realizzato nel sistema “visual basic” che utilizza la funzione random”.

Vale la pena di sottolineare che la scelta di avvalersi della scelta fra i 20 operatori economici della Regione Umbria è del Comune di Cascina e non della centrale Unica di Committenza che la esegue unicamente.  Nella stessa determina, oltre agli altri vari adempimenti burocratici previsti, veniva nominato anche il R.U.P. (Responsabile Unico del Procedimento) e, in narrativa, veniva specificato che questa singolare scelta faceva riferimento ad una Determina n. 408 del 10.05.2017 con la quale il Comune di Cascina aderiva alla convenzione con la Regione Umbria per l’accesso al loro elenco regionale delle imprese.

La suddetta Determina del 2017 non è stato possibile scaricarla da sito web del Comune. A completare l’istruttoria comunque soccorre la successiva Determina n. 672 del 18/07/2018, che da atto che la gara si è svolta nelle modalità suddette, che sono state sorteggiate ed invitate 20 aziende (fra le quali solo una di Arezzo che si occupa principalmente di impianti elettrici, tutte le altre sono Umbre, delle Marche, del Lazio, della Campania), che è pervenuta una unica offerta da parte di un ATI (Associazione Temporanea di Imprese) formata da un azienda umbra invitata a gara e dall’azienda che sta realizzando l’intervento e che l’appalto è stato a loro aggiudicato con un ribasso del 14,23%.

Inutile peraltro eccepire alcunché dal punto di vista tecnico, sicuramente gli atti saranno supportati dalla normativa vigente, ma ci interessa molto l’opinione dell’Amministrazione Comunale rispetto a questa scelta che ha un significato politico preciso.

Secondo la CNA, “per questi lavori il Comune di Cascina ha quindi stabilito che le aziende del suo territorio, non fossero meritevoli di partecipare andando a pescare aziende in un elenco tenuto da un’altra regione. Non chiediamo particolari attenzioni ai Sindaci e ai Comuni, ma pretendiamo che le nostre aziende possano partecipare alle gare indette nel loro territorio nel rispetto di tutte le norme e procedure previste dal Codice degli Appalti. Ovviamente la nostra Associazione non è stata informata, né interpellata su queste scelte. Ma attendiamo chiarimenti, e siamo disponibili a spiegare “de visu” le nostre ragioni”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)

Banchi di Gusto – Rimandato evento a gennaio causa maltempo

Banchi Di Gusto, profumo di pane e companatico
Tornano i prodotti gastronomici locali

banchi-di-gusto-organizzatori-e-chef

Sapori d’autunno, profumi di pane, pizze e naturalmente una ricca rassegna di ‘companatico’: sono questi i temi conduttori della prossima edizione di Banchi di Gusto. L’ultimo fine settimana del mese di Ottobre torna Banchi di Gusto, l’iniziativa che riunisce i produttori locali del Consorzio Toscana Sapori e CNA. L’evento si terrà nelle giornate di Sabato 27 e Domenica 28 ottobre nella consueta location delle Logge dei Banchi a Pisa. Quest’anno il focus riguarderà le farine e i prodotti lievitati. Giunto alla sua 9° edizione, Banchi di Gusto è ormai un appuntamento fisso, un’occasione di incontro tra produttori locali e cittadini pisani. Ma non solo. Banchi di Gusto attrae anche turisti e viaggiatori occasionali, tutti alla scoperta dei prodotti e delle tipicità del nostro territorio.

BdG è un appuntamento fisso, ma con una cadenza stagionale, proprio a sottolineare la sua unicità; i prossimi appuntamenti sono il 27/28 aprile e 26/27 ottobre 2019 saranno i prossimi appuntamenti, oltre ad altre date itineranti infatti BdG è però diventato un format regionale che sarà ospitato in altre città a partire da Firenze dove è già in programma entro fine anno in occasione delle vacanze natalizie e sono in cantiere iniziative anche in altre città toscane.

Ogni giorno, gli stand saranno aperti dalle 10 alle 20 con orario continuato. Le 21 aziende presenti esporranno i loro prodotti e offriranno la possibilità di degustarli.

A presentare la 9°edizione di Banchi di Gusto sono stati Matteo Giusti, Presidente CNA Pisa, Tiziana Sani Bulleri, Presidente CNA Turismo e Commercio,Valter Tamburini, Presidente Camera di Commercio di Pisa, Paolo Pesciatini, Assessore alle Attività Produttive Comune di Pisa (nella foto insieme agli Chef presenti alla conferenza stampa).

Gli stand di vendita enogastronomica si aprono dalle 10 e fino alle 20 e nel corso della manifestazione, si svolgeranno diversi show cooking.

Sabato 27, dalle 16.00 alle 17.30 ci sarà Virgilio Casentini (Pasta e Vino, Cascina), seguito, dalle 18.00 alle 19.00 da Luca d’Auria (Pizzeria Fratelli d’Auria, e Pizzeria Pomodoro e Mozzarella, Pisa) che presenterà “A lezioni di pizza: tutto sulla pizza fatta in casa”. L’istruttore pizzaiolo insegnerà come fare la classica pizza utilizzando l’olio, il pomodoro e la mozzarella dei produttori ospiti a Banchi di Gusto. Sarà possibile anche degustare la pizza ai gusti marinara e margherita.

Nella mattina di Domenica 28, dalle 10.30 alle 12, il maestro panificatore Stefano Bernardeschi (Il Fornaio di Lari – Lari) terrà il Laboratorio “Impastiamo”. Nel corso dell’incontro, l’artigiano rivelerà i segreti per ottenere una schiacciata perfetta che, al termine della mattinata, sarà possibile portare a casa, insieme a del lievito madre. Il laboratorio è gratuito ed aperto a tutti, adulti e bambini.

Nel pomeriggio poi saranno presenti, dalle 16.00 alle 17.30, Barbara Simoncini (Locanda Lo Scopiccio, Casciana Terme Lari) e, dalle 18.00 alle 19.00, Daniele Fagiolini (Antico Ristoro Le Colombaie, San Miniato) .

Con Banchi di Gusto, CNA e Consorzio Toscana Sapori aspirano alla valorizzazione delle aziende e dei prodotti del nostro territorio e alla promozione della filiera corta, grazie anche all’abilità e alla creatività degli chef di esaltare i prodotti locali.

 

Le aziende partecipanti saranno:

Pasta Bertoli – Santa Luce, pasta;

Azienda Tutti I Santi – Piombino, vino;

Pieve dei Pitti – Terricciola, vino;

Stile di Vino – Cascina, vino;

Birrificio Buti – Buti, birra;

Vapori di Birra – Castelnuovo Val di Cecina, birra;

Morelli Liquorificio – Palaia-Montanelli, liquori;

Az. Agricola La Gora- Santa Luce , conserve;

L’Avvenire-Terricciola formaggi;

Fattoria di Lischeto – Volterra, formaggi;

Azienda agricola Carbonaia – Palaia, salumi;

Il Toscanicchio – Casciana Terme, prodotti da forno;

Profumo di Pane – Volterra, prodotti da forno;

Biscottificio La Scala – San Miniato, prodotti da forno;

Armando – Isola d’Elba, marmellate;

L’Albero del Cioccolato – Cascina, cioccolato;

La Sirenetta – Marina di Pisa, gelato;

Pani & Tulipani – Pisa, formaggi e salumi;

Arcenni Tuscany – Capannoli, lumache;

Pachineat – Vecchiano e Sicilia, salse e pomodori;

Azienda Agricola i Mandrioli – Gabbro, vino e olio;

L’Oro della Toscana – Bientina, olio.

Gli chef:

Virgilio Casentini (Pasta e Vino);

Luca D’Auria (Pizzeria);

Stefano Bernardeschi (panificio);

Barbara Simoncini (Lo Scopiccio);

Daniele Fagiolini (Antico Ristoro Le Colombaie)

Partecipanti alla Conferenza Stampa

Matteo Giusti Presidente CNA Pisa

Marco Morelli Presidente CNA Alimentare

Edo Volpi Presidente CNA Toscana Sapori

Tiziana Sani Bulleri Presidente CNA Turismo e Commercio

Valter Tamburini Presidente Camera di Commercio di Pisa

Paolo Pesciatini Assessore alle Attività Produttive Comune di Pisa

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)