ARTIGIANI IN TAVOLA – La cena è servita con prodotti del territorio in ristoranti del territorio

20 cene per 20 venerdì in altrettanti ristoranti del territorio con al centro dei menù i prodotti locali
Iniziativa organizzata da CNA e il Tirreno
Scorreria fra prodotti tipici, cucine, ricette e cuochi all’insegna della qualità e del territorio

20 cene per 20 venerdì in altrettanti ristoranti del territorio con al centro dei menù i prodotti locali. Saranno protagonisti di serate gourmet i prodotti di qualità di 20 imprese locali in altrettanti ristoranti che partendo da questi prodotti con le loro ricette e personali interpretazioni faranno conoscere alcune delle molte eccellenze del territorio pisano.

Il Tirreno e la CNA di Pisa, lanciano questo nuovo evento di valorizzazione e promozione del territorio presentato con i diretti protagonisti nella sede della CNA a La Fontina venerdì 19 gennaio.

CNA rappresenta una parte di aziende nel settore agroalimentare in forte espansione:

“Con grande entusiasmo è scaturita questa nuova idea di evento per cui ringraziamo le redazioni de IL TIRRENO di Pisa  e Pontedera” ha sottolineato il Presidente di CNA Pisa Matteo Giusti.

Come funziona?

Si tratta di una rassegna di 20 tappe, ognuna delle quali vede protagonisti un produttore (dalla carne alle verdure, dalla pasta al miele, dai formaggi al vino, dalle erbe aromatiche alla cioccolata, e così via) e un ristoratore.

La cena presso il ristorante indicato si svolgerà il venerdì sera. 

Seconda tappa, come detto, sarà venerdì prossimo, 2 febbraio 2018.

Quarta tappa, come detto, venerdì prossimo, 16 febbraio 2018.

Chi sono i protagonisti? 
I formaggi dell’Azienda Agricola Sanna Antonello- Terre di Pisa una prelibatezza del nostro territorio, che saranno il leit motiv del menù ideato da Carmine Jovine del Ristorante la Buca di Pisa.

Ti interessa? Allora prenota: 
Ristorante La Buca
Via Massimo D’Azeglio, 6, 56100 Pisa PI
Telefono: 050 24130

Ogni venerdì per 20 settimane con una breve pausa dal 23 marzo al 6 aprile, in occasione della Pasqua.

Come sono stati scelti produttori e ristoratori?

La scelta sia del ristorante che del produttore è fortemente  legata alle tradizioni e alla valorizzazione del nostro territorio. Si è cercato di promuovere la filiera corta, i prodotti a km0, valorizzando le locande, le osterie, le trattorie e i ristoranti che, se pur piccoli, rimangono fedeli alla nostra cucina toscana, magari in una veste innovativa, ma sempre mantenendo la tradizione.

Scopri il calendario completo con i 20 appuntamenti di degustazione: CLLICCA QUI

Per maggiori informazioni: 

Sabrina Perondi
Direttrice Consorzio Toscana Sapori di CNA Pisa 

Mail: perondi@cnapisa.it
Tel: 050878300

LUTTO IN CASA CNA PISA – Morto Riccardo Conforti, dell’omonimo partificio

Il saluto di Marco Morelli, Presidente dell’Unione Alimentare di CNA Pisa

Ci ha lasciato Riccardo Conforti, titolare dell’omonimo marchio di Pasta Pisana.

Riccardo è stato un uomo capace e tenace che prima di tutti ha saputo interpretare il commercio di prodotti alimentari in maniera moderna, portando il marchio della sua pasta in giro per il mondo e in Italia.

La Cna di Pisa e tutti i suoi associati piangono un uomo generoso, intraprendente e dalle spiccate attitudini commerciali e umane.

Io Piango un ottimo amico e una grande persona.

 

Marco Morelli – Presidente Unione Alimentare CNA Pisa

 

Accordo tra Associazione Cuochi e CNA Pisa – Il cuoco è un artigiano

Cuochi Pisani “in CNA per noi è un ritorno a casa”

Accordo su qualità e prodotti tipici,  tradizione e innovazione, cultura e promozione

Il cuoco è un artigiano e come conferma David Belsito, Presidente della Associazione Cuochi Pisani “siamo artigiani e per noi questo accordo con la CNA è un vero e proprio ritorno a casa. La cucina è un’arte e come tale va esercitata. Il nostro obiettivo è lavorare sulle nuove leve e creare le nuove generazioni di cuochi e ambasciatori del gusto italiano. Tenacemente vogliamo valorizzare  e incoraggiare tutti i giovani  cuochi a partire dai ragazzi della scuola Alberghiera Matteotti puntando su tradizione e creatività”.

“In aggiunta con questa alleanza – esplicita il Presidente CNA Matteo Giusti –  rafforziamo anche il nostro ruolo di testimonianza della qualità, delle eccellenze e delle tradizioni locali. Ogni territorio esprime cose uniche ed è questa componente che fa della varietà e della ricchezza della cucina italiana una delle più apprezzate del mondo. Far emergere queste doti a partire dai produttori e trasformatori locali per noi è una missione”.

La CNA e l’Associazione Cuochi Pisani, si legge infatti nel Protocollo di Intesa firmato sotto gli occhi dei giornalisti presenti “avviano una collaborazione tesa a diffondere l’arte e la cultura gastronomica regionale e locale, divulgando in particolare la conoscenza dei prodotti alimentari tipici della terra pisana, della loro varietà, delle loro proprietà organolettiche e delle qualità nutritive riconosciute ideali per una sana e corretta alimentazione, organizzando, sia studi, seminari, convegni, sia manifestazioni aventi ad oggetto l’alimentazione, le tecniche di produzione, conservazione, somministrazione e distribuzione dei prodotti alimentari segnatamente a quelli caratteristici pisani e regionali”.

La CNA e l’Associazione Cuochi ovviamente si propongono di “organizzare e gestire iniziative congiunte” e “sostenere le reciproche attività attraverso iniziative promozionali” e anche “individuare sinergie utili alla tutela delle produzioni gastronomiche e agroalimentari, attraverso il rispetto dei criteri di adeguatezza normativa e sostenibilità di tutta la filiera produttiva”.

Ma non basta perché si terrà anche conto nel corso di queste attività delle “crescenti esigenze dei consumatori di ogni fascia d’età ed al cambiamento degli stili di vita, fornendo più diretta e puntuale comunicazione al fine di rendere consapevoli scelte ed orientamenti verso diete, menù, scelte di cibi e consumi alimentari in linea con un corretto equilibrio nutrizionale”.

Scopo questo da perseguire sia attraverso “percorsi formativi, di divulgazione scientifica e pratica per operatori, finalizzati al miglioramento della consapevolezza delle proprietà dei prodotti alimentari e dei più adeguati processi di preparazione alimentare” sia tramite “divulgazione delle tematiche oggetto d’interesse e formazione tecnica di operatori della ristorazione e consumatori; di conoscenze e informazioni legate alla sicurezza e degli alimenti e alla diffusione di corretti stili alimentari attraverso attività di approfondimento e comunicazione pubblica, workshop tematici, campagne su specifici argomenti d’interesse; realizzare strumenti informativi destinati agli operatori del settore e consumatori, promuovendo il confronto fra i soggetti coinvolti, favorendo azioni divulgative sulle tematiche sopra descritte”.

(FONTE: Ufficio Stampa CNA Pisa)

 

ENOGASTRONOMIA – Consorzio Toscana Sapori dal 2 al 10 dicembre a “l’Artigiano in Fiera” a Milano

Edo Volpi, Presidente Consorzio Toscana Sapori: “A Milano con la qualità e la storia della Toscana”

Gli artigiani del gusto del Consorzio Toscano Sapori porteranno a Milano il made in Tuscany, anzi il “fatto in Toscana” con la qualità, le tradizioni e la storia della Toscana. Si tratta di uno degli eventi più importanti dell’anno, L’artigiano in Fiera, che si terrà a Milano dal 2 al 10 Dicembre. L’evento ha respiro internazionale, infatti gli artigiani che esporranno a Milano provengono da tutto il mondo ed è aperto a tutti e “ci aspettiamo di incontrare un grande pubblico – ha dichiarato Edo Volpi presidente di Toscana Sapori CNA – nel nostro stand i visitatori provenienti da tutto il mondo potranno conoscere i liquori Taccola, il tartufo toscano bio de ‘I tartufi di Teo’, i prodotti freschi de ‘La Casa del Pane’, alla pasta toscana Bertoli, alla cioccolata e pasticceria di “Le Bontà”  o infine alla birra toscana di ‘Vapori di Birra’ . L’artigiano in Fiera, come dice il nome stesso, è un evento estremamente interessante perché i prodotti non vengono solo esposti in modo anonimo bensì dietro al banco vi sono gli artigiani stessi. La possibilità di conoscere i protagonisti, gli autori delle produzioni, di scambiare opinioni e conoscenze sui prodotti, sul territorio di provenienza, sono ciò che rende una visita alla Fiera una esperienza unica, diversa dalle solite esposizioni e mercati. Per noi è un modo di farci conoscere e far apprendere al grande pubblico le particolari e suggestive storie e tradizioni che stanno dietro i nostri prodotti. A Milano verranno portati alcuni prodotti storici, infatti abbiamo una vasta gamma di proposte: liquori, tartufi, pasta, pane, birra e cioccolato”.

Gli artigiani toscani a “Artigiano in Fiera 2017”

I liquori toscani hanno una storia centenaria. Il liquorificio Taccola 1895 produce da quasi un secolo alcuni dei liquori toscani più diffusi, come il Sassolino o il Ponce. La lunga tradizione toscana del tartufo è rappresentata da I tartufi di Teo, azienda che per prima ha ricevuto la certificazione biologica per il tartufo in Italia. La Pasta Bertoli e La casa del Pane  di Francesco Gori porteranno il grano toscano in tutte delle sue forme. New Entry è la pasticceria torteria “Le Bontà di Marco Toschi” che con le sue praline di cioccolato e i suoi biscotti alle nocciole conquisterà ogni palato. Oltre ai liquori, tra le bevande artigianali Vapori di Birra che porterà una birra artigianale prodotta con l’aiuto dell’energia geotermica della zona di Larderello.

Dove trovarci:

Artigiano in Fiera  Stand C64 Padiglione 1; Fiera Milano Rho-Pero

Quando:
2-10 Dicembre 2017, dalle 10.00 alle 22.30

LIQUORIFICIO MORELLI – Al Concours Mondial de Bruxelles 2 medaglie d’oro

Il Liquorificio Morelli, espressione della tradizione pisana, ha ricevuto due premi a livello internazionale alla « Spirits Selection by Concours Mondial de Bruxelles»

Sono soltanto 6 i produttori italiani che hanno ottenuto le medaglie d’Oro e il Liquorificio Morelli è l’unico ad aver conquistato due riconoscimenti.

Due i prodotti premiati entrambi con la medaglia d’Oro: la Grappa CRU Centenario 2016 e il Limoncino speciale 32°

“I premi ottenuti a ripetizione e soprattutto in questa ultima prestigiosa occasione al Concours Mondial de Bruxelles dal Liquorificio Morelli con competitors da tutto il mondo conferma che la via della qualità e del perseguimento dell’eccellenza porta a risultati unici” è stato il commento di Matteo Giusti, Presidente CNA Pisa.

La Grappa del Centenario è uno dei prodotti di punta, realizzata in occasione dei 100 anni di attività dell’azienda.

Il Limoncino 32° è uno dei prodotti più apprezzati da enoteche e ristoranti: un infuso di bucce di limone, alcool e zucchero. Nessun aroma, nessun colorante.

Un prodotto naturale e dal sapore autentico che, insieme all’Arancino32°, sta conquistando un posto da protagonista nella produzione Morelli che ha aggiunto adesso una linea Food dedicata.

Pasta al limoncino, panettoni, pandolci, cantuccini tutti ovviamente abbinati o come ingrediente una delle produzioni Morelli.

“Queste novità – spiegano i fratelli Marco, Luca e Paolo Morelli, titolari dello storico ed omonimo liquorificio – sono soltanto l’inizio di un percorso volto a valorizzare questi due prodotti e a crescere ancora per dare una offerta ed una panoramica dei nostri sapori sempre più completa. Due medaglie d’oro al Concours Mondial de Bruxelles non sono cosa di tutti giorni. Si tratta di un riconoscimento importante che conferma ancora una volta l’altissima qualità dei prodotti”.

Il concorso, si è svolto quest’anno in Cile a La Serena, e ha visto la partecipazione di 1140 superalcolici provenienti da 54 paesi.

Il Concorso è un’importante vetrina Internazionale che offre una Grande visibilità ai produttori

Per il Liquorificio Morelli non è la prima volta, spiegano ancora i  Morelli “già in passato la Grappa Centenario aveva conquistato la medaglia d’argento al Concorso Mondiale di Bruxelles. Inoltre lo stesso Prodotto ha ottenuto dei riconoscimenti al concorso nazionale Premio Alambicco d’Oro organizzato dall’Anag. Il limoncino speciale 32° conquistò invece la medaglia D’oro nel 2014 sempre al Concorso di Bruxelles.

Aggiungono ancora i fratelli Morelli “in questo concorso non siamo nuovi a vincere premi, diciamo nelle ultime 5 edizioni, abbiamo preso 4 volte premi, la cosa più bella però che questa edizione del concorso ha visto quasi 1200 partecipanti da tutto il mondo si è tenuto in Cile in una terra lontanissima e ottenere due medaglie d’oro è stata davvero una grande soddisfazione: pensando che il limoncino aveva già vinto questo premio nel 2012 a Bruxelles e la grappa centenario aveva già vinto una medaglia d’argento nel 2013, poi un’altra d’argento nel 2014 mentre al concorso italiano degli Assaggiatori di grappe nel 2016 ad Asti, aveva vinto il premio assoluto vincendo la Gran Medaglia d’Oro: grande premio perché c’erano tutte le multinazionali del distillato Italiano e veniva fatto a casa loro. Vincere è molto importante, ma confermarsi lo è ancora di più”.

(FONTE: Ufficio Stampa CNA Pisa)

BANCHI DI GUSTO 2017 – L’ECCELLENZA È SERVITA

Sabato 28 e domenica 29 ottobre torna Banchi di Gusto in Logge di Banchi a Pisa 

Prodotti locali, sapori della tradizione e innovativi, cucina ed eventi per un fine settimana dedicato alla qualità ed alle eccellenze alimentari del territorio pisano.

Il 28 e 29 Ottobre torna a Pisa Banchi di Gusto, l’evento organizzato dal Consorzio Toscana Sapori della CNA durante il quale sarà possibile conoscere le aziende del Consorzio, parlare con i produttori e soprattutto degustare  ed acquistare alcuni dei migliori prodotti della provincia di Pisa e non solo. Insieme ai produttori, ed è questo il valore aggiunto di Banchi di Gusto, ci saranno anche dei ristoranti selezionati che attraverso il loro chef proporranno piatti a tema elaborati partendo proprio dalle materie prime, dagli ingredienti delle imprese del Consorzio Toscana Sapori. Il programma propone eventi come i cooking show alternati a degustazioni guidate e momenti di approfondimento culturale.  

La prima parte delle giornate sarà dedicata alle degustazioni di vari prodotti del territorio, offerti dalle aziende partecipanti. Nel pomeriggio invece sarà possibile assistere agli show cooking con chef del nostro territorio che valorizzeranno il prodotto a loro affidato. Queste le aziende presenti:

·                    Arcenni Tuscany (lumache)

·                    Az. Agricola Valle di Pinino (miele)

·                    Az. Agricola La Ghiraia (pasta)

·                    Armando Porto Azzurro (Is.d’Elba) (confetture)

·                    Az. agricola L’Avvenire (formaggi)

·                    Az. agricola La Gora (pasta, olio e ortaggi sott’olio)

·                    Birrificio di Buti (birra)

·                    Pani e Tulipani (vetrina consorzio)

·                    Tartufi di Teo (tartufi)

·                    Vapori di Birra (birra)

·                    Velez Caffè (caffè)

·                    Az, Agricola Balatresi (ortaggi)

·                    Az. Agricola Bellagotti (vino)

·                    Ceccanti Verusca (vino)

·                    Az. Agricola la Carbonaia (salumi)

·                    Stile di Vino (vino)

·                    Morelli Liquori (liquori)

·                    Trinci Caffè (caffè)

·                    Pachineat (salse di pomodoro)

·                    La sfoglia matta (pasta fresca)

·                    Olio Real (olio)

·                    Acqua Tesorino

Ti interessa? Scopri subito il programma CLICCANDO QUI

Per ulteriori informazioni: 

 

Sabrina Perondi

perondi@cnapisa.it

Corso SAB – Ex Rec – Rivolto a te che vuoi avviare un’attività di somministrazione

Il corso inizierà il 10 ottobre. Corri!

Di cosa si tratta?

La CNA, in collaborazione con la propria Agenzia formativa Copernico, sta organizzando un corso SAB ex REC (Dlgs 59/2010) che consente di acquisire la licenza necessaria per aprire attività relative alla somministrazione di alimenti e bevande.

Cosa si ottiene con il corso?

Con il corso si ottiene dunque la possibilità di aprire bar, ristoranti, paninoteche, tavole calde o attività e-commerce di tipo alimentare.

Programma del corso

Il corso ha una durata di 90 ore

Affronterà i seguenti temi 

  • Igiene e sicurezza degli alimenti
  • La valutazione del rischio in campo alimentare
  • Autocontrollo nelle produzioni alimentari
  • Il sistema HACCP
  • Organizzazione e gestione operativa dell’esercizio commerciale
  • Merceologia ed etichettatura degli alimenti
  • Organizzazione del lavoro, sicurezza e qualità

Inoltre

Siamo a disposizione con uno sportello gratuito per darti tutte le informazioni relative al settore alimentare: è sufficiente compilare il documento allegato (alimentare_ consulenza) per prenotare una consulenza gratuita

 

Qui l’allegato con tutte le informazioni sul corsoSAAB 90 ore

 

Per ulteriori informazioni: 

 

Barbara Carli 

carli@cnapisa.it

CNA TOSCANA SAPORI – “Un trampolino per l’Export”

Progetti e programmi del Consorzio Toscana Sapori

Tartufi, pasta, pane (Toscano DOP), formaggi, salumi, ma anche lumache, poi cioccolato, caffè liquori, birra, confetture,  e naturalmente i signori delle terre toscane; vino e olio. Tutti prodotti del Consorzio Toscana Sapori, una rete di aziende, sostenuta dalla CNA che, facendo rete, nasce con l’obiettivo di promuovere le eccellenze toscane, sia in ambito enogastronomico che del turismo esperienziale e della ricettività.

Conferenza stampa di presentazione delle attività del 2017/2018

“La nostra missione è essere portatori della qualità, far uscire le nostre imprese dai mercati locali, affermarle fuori dei nostri confini, portarle nel mondo. Dobbiamo essere un trampolino per l’estero- ha illustrato il presidente di Toscana Sapori Edo Volpi – Per farlo è indispensabile fare rete e mantenere la nostra dimensione di radicamento territoriale. Fare rete per noi significa rafforzare l’identità comune del territorio toscano, rappresentata dalle aziende consorziate in tutta la loro varietà. Il Consorzio, per sua natura, difende e valorizza le diverse identità delle aziende aderenti. E intende dare risposta alle esigenze imprescindibili dei singoli produttori, come la possibilità di avere un più facile accesso alle fonti di finanziamento ed alle agevolazioni, avere assistenza legale, sviluppare idee commerciali, individuare una rete di agenti sul territorio nazionale e internazionale”.

I prodotti delle aziende del Consorzio Toscana Sapori in degustazione dopo la conferenza stampa

Le aziende rappresentano con i loro prodotti e le loro filosofie aziendali il made in Tuscany, “anzi il fatto in Toscana” fa notare  sempre Edo Volpi – cercando sbocchi commerciali sia nazionali che internazionali. Fare rete assume un significato chiave per l’affermazione della nostra identità  in un mercato sempre più globale e competitivo. Solo attraverso la sinergia di forze che così si crea, il made in Tuscany può rafforzare la sua immagine sui mercati di riferimento. 

Questo vale per le aziende piccole come per quelle più strutturate. Grazie al Consorzio, ognuna di loro entra a fare parte della rete e ne diventa anello fondamentale. La filosofia perseguita dal Consorzio, si propone di educare a una corretta alimentazione, alla storicità delle produzioni locali, alla genuinità di quello che creiamo con grande amore verso la nostra bellissima Toscana.

Sono intervenuti alla presentazione anche il presidente della Camera di Commercio Valter Tamburini e l’assessore alle Attività Produttive del comune di Pisa Andrea Ferrante che hanno sottolineato come Toscana Sapori e Cna abbiano saputo interpretare con efficacia un nuovo trend che coniuga la  qualità con la tradizione e con l’immagine complessiva del territorio.

“La qualità sta al centro delle varie produzioni aziendali – sottolinea il presidente CNA Matteo Giusti –  Si tratta di identità diverse tra loro, ma che si distinguono per l’eccellenza dei loro prodotti, come pasta, olio, vini, formaggi, liquori, tartufi, funghi, salumi o caffè. A noi sta a cuore il cercare di essere un veicolo per aiutare le nuove generazioni a fare tesoro delle migliori tradizioni del passato, e le generazioni precedenti a sapersi rinnovare, traendo i corretti stimoli dal nostro presente Radicamento territoriale, identità  mixate al coraggio imprenditoriale per la promozione oltre confine, sono le leve per competere sui mercati di oggi ”.

“Fare rete oggi significa per le aziende avere anche una visibilità a 360 gradi – afferma Sabrina Perondi coordinatrice del Consorzio – Per questo abbiamo ripensato la nostra comunicazione, iniziando anzitutto dal nostro nuovo sito web, su cui trovate in dettaglio tutte le nostre aziende, tutti gli eventi a cui parteciperemo e organizzeremo e altro ancora. Un altro passo nell’era dell’e-commerce – prosegue Perondi – è stato offrire alle nostre aziende la possibilità di vendere online i loro prodotti attraverso un sito di e-commerce di grande impatto con una filosofia molto simile alla nostra. Per questo abbiamo scelto Bottegheria come nostro partner digitale, un sito in cui entra a fare parte solo l’alta qualità di prodotti artigianali e che per questo il partner ideale per Toscana Sapori”.

Promozione per l’estero

Il Consorzio Toscana Sapori sarà presente dal 2 al 10 dicembre con 5 produttori alla fiera internazionale di Milano (L’Artigiano in Fiera).

Eventi locali

Alcuni degli appuntamenti a cui parteciperà il Consorzio, rappresentato ogni volta da alcune delle aziende consorziate. Si tratta sia di grandi fiere che di eventi sul nostro territorio.

Tra poche settimane, il 22 ottobre, all’interno del Pisa Food and Wine Festival saremo al laboratorio “Pane Toscano DOP incontra il Pisa Food Wine Festival”, prodotti da degustare della nostra Casa del Pane di Francesco Gori presso lo spazio esterno della Stazione Leopolda.

A fine ottobre sabato 28 e domenica 29, torna “Banchi e Cucina di Gusto”, due giorni all’insegna del mangiare bene e di qualità con stands di vendita diretta e   spazi per show cooking ed eventi culinari che puntano a abbinamenti gourmet fra i prodotti del territorio.

26 gennaio 2018 “Bocca d’Arno a Marina di Pisa, Il Regno delle cee” presso Porto di Pisa, show cooking presso il Ristorante del Porto, presentazione del libro di Giorgio Dracopulos.

Il prossimo anno il 25 febbraio 2018 CIBO e SALUTE si incontreranno in un percorso sensoriale e salutare negli  “Itinerari del Benessere”, evento in collaborazione con CNA Benessere e Sanità presso la Borsa Merci della Camera di Commercio di Pisa.

 21 e 22 aprile 2018 “ArTour con Gusto”, l’arte sposa il cibo di qualità in una location, suggestiva quale il Porto di Pisa per due giornate all’insegna delle eccellenze artigianali!

25, 26 e 27 maggio 2018

PISANI STORICI …..DI GUSTO! Tre giorni (venerdì, sabato e domenica) presso il GIARDINO SCOTTO non solo di FOOD ma anche di musica, arte moda, fotografia con la presenza di chef stellati ma anche dei nostri imprenditori  artigiani che hanno qualcosa da raccontare.

Sul nuovo sito il calendario degli eventi, schede e prodotti delle imprese aderenti:

www.consorziotoscanasapori.it

 

Consorzio Toscana Sapori di CNA Pisa: “Un trampolino per l’export al servizio delle eccellenze enogastronomiche del territorio”

Conferenza stampa mercoledì 4 ottobre per presentare le attività dei prossimi mesi del Consorzio

Mercoledì 4 ottobre alle ore 11,00 preso la sede CNA Pisa de La Fontina (via Carducci, 39 – S.Giuliano Terme) si terrà la presentazione dei progetti e dei programmi del Consorzio Toscana Sapori per i prossimi mesi.

Eventi, iniziative per l’export, seminari, fiere, collaborazioni
tutte azioni che saranno illustrate nel corso delle conferenza stampa e che si propongono di consolidare sul mercato locale e avviare ai mercati esteri le imprese produttrici di eccellenze enogastronomiche ed alimentari del territorio locale.

Alla conferenza stampa parteciperanno, il presidente di Toscana Sapori Edo Volpi, i titolari delle imprese aderenti che esporranno anche una selezione dei loro prodotti, ed il Presidente di CNA Pisa, Matteo Giusti.

Al termine della Conferenza Stampa seguirà una degustazione-aperitivo con prodotti del Consorzio Toscana Sapori.

Per ulteriori informazioni: 

 

Sabrina Perondi 
Direttore Consorzio Toscana Sapori 

Tel. 050878300

Love To Italy incontra Consorzio Tocana Sapori

Si è svolto nei giorni scorsi l’incontro tanto atteso tra aziende pisane del settore agroalimentare e l’agenzia di importazione verso il mercato USA “Love To Italy – Italian Food Experience”
L’incontro è stato molto partecipato dalle aziende del Consorzio Toscana Sapori di CNA Pisa, e non solo, aziende incuriosite dall’opportunità di esportare i propri prodotti di eccellenza marchiati “Made in Italy” nel mercato statunitense.

Sono arrivate aziende da tutto il territorio pisano. Svariati i settori merceologici rappresentati. Tutte le aziende intenzionate a capire cosa il mercato statunitense offre loro.

Cosa offre? Il mercato statunitense presenta in questo momento incredibili opportunità per l’export e la vendita di prodotti alimentari italiani. I dati lo dimostrano in modo molto evidente.

La vendita di prodotti alimentari italiani negli Stati Uniti ha sfiorato i 6 miliardi di dollari nel 2016

Tuttavia, al di là del dato in sé, quello che è importante notare è il mutamento del modello di consumo di prodotti alimentari da parte dei consumatori americani.

Negli ultimi 10 anni c’è stato un forte orientamento verso cibi meno manipolati, più naturali, biologici, meno “industrializzati”

Questa tendenza ha favorito e continua a favorire la vendita di prodotti alimentari italiani di qualità: dal vino all’olio, alla pasta, alle conserve, sughi, marmellate e miele… Il consumatore americano si è accorto che il cibo Made in Italy è “buono”. Di tutto questo ne abbiamo parlato durante l’incontro con Il Presidente e Fondatore di Love to Italy – Italian Food Experience, Alessandro Sofroni.

Adesso non resta che volare verso la tanto attesa America

Per ulteriori informazioni: 

Sabrina Perondi 
Tel. 050878300