Canone speciale RAI: cosa fare per la propria attività

In linea generale, in caso di possesso di apparecchi radio o TV nei locali della propria attività, qualsiasi tipo di attività (con la sola esclusione degli istituti religiosi, case di riposo, ecc.), con o senza accesso del pubblico, il canone speciale è da corrispondere in base alle tariffe di appartenenza fissate ogni anno.

In altre parole, la detenzione di un apparecchio televisivo fuori dall’ambito familiare (esercizi pubblici, locali aperti al pubblico, uffici, imprese, e comunque ogni detenzione al di fuori dell’ambito familiare) comporta l’obbligo di stipulare un canone speciale con la RAI.

Per l’anno 2017 i canoni di abbonamento speciale:

– per la detenzione fuori dell’ambito familiare di apparecchi radioriceventi o televisivi,

– per la detenzione di apparecchi radiofonici o televisivi nei cinema, teatri e in locali a questi assimilabili, rimangono fissati secondo le misure stabilite. Per dettagli sugli importi 2017:

www.abbonamenti.rai.it/speciali/categorie.aspx