Atti fiscali via PEC: iniziato il conto alla rovescia

Dal 1°luglio 2017 partono le nuove regole sulla notifica degli accertamenti fiscali

L’Agenzia delle Entrate dovrà infatti utilizzare la PEC. Le nuove regole interesseranno anche i controlli già in corso. La conseguenza di questa novità è che dalla ricezione nella casella di posta decorreranno i termini sia di adesione che di impugnazione. Inoltre gli studi professionali e l’Amministrazione dovranno tener conto delle nuove misure anche dal punto di vista organizzativo.

Sono due i tentativi a disposizione dell’Agenzia per la consegna della PEC. Se al primo inoltro la Pec del destinatario risulta satura, ne seguirà un altro dopo almeno sette giorni. Se anche il secondo invio risulta saturo la notifica va eseguita mediante deposito telematico dell’atto nell’area riservata del sito internet della società InfoCamere Scpa e va pubblicato il relativo avviso di deposito nello stesso sito per la durata di 15 giorni.

Ti interessa questo tema? Contattaci per avere maggiori informazioni!

 

Francesco Mani
manis@cnapisa.it
Tel. 349 2705445