Ancora un pisano ai vertici CNA, Luca Tavani portavoce Informatica

 “Professione, contaminazione e internazionalizzazione le nostre priorità”

Ancora un successo per la CNA di Pisa che, dopo Ricardo Bolelli eletto portavoce nazionale Bus, incassa un’altra posizione di rilievo negli organigrammi di CNA nazionale.

Luca Tavani è stato eletto portavoce nazionale dell’informatica e del terziario avanzato. Tre i focus su cui si concentrerà l’azione della Unione Comunicazione e Terziario avanzato: professione, contaminazione e internazionalizzazione.

“Parliamo prima di tutto di professione – spiega Luca Tavani – oggi c’è un gran bisogno di una connotazione a livello di rappresentanza, visto che ogni giorno nascono nuove professionalità legate anche alle tecnologie. Molto importante è anche la contaminazione, tra imprese del mondo della comunicazione e imprese di tutti gli altri settori. Infine l’internazionalizzazione, un tema chiave anche per il nostro settore”

“Mapperemo – ha detto ancora Tavani – tutto il territorio per capire quali sono i nuovi mestieri e ragionare sulle azioni da fare per la categoria. Crediamo fortemente nella lobby artigiana per reimmettere risorse nel settore. Sarà un lavoro intenso, ma con la presidenza nazionale eletta oggi porteremo a casa un bel risultato”.

Luca Tavani entra anche di diritto a fare parte della presidenza di CNA Comunicazione e Terziario avanzato.

Riccardo Bolelli eletto portavoce nazionale BUS CNA

Per CNA Pisa una grande soddisfazione

Una settimana ricca di soddisfazione per la CNA di Pisa perchè fra le fila dei suoi dirigenti che riscuotono consensi oltre le rive dell’Arno, c’è da aggiungere Riccardo Bolelli portavoce Ncc Bus per il territorio pisano e anche portavoce regionale che ora è stato eletto dai suoi colleghi Portavoce a livello nazionale del mestiere BUS all’interno della Unione Trasporto FITA CNA, per la quale è entrato a far parte della Presidenza Nazionale .

Riccado Bolelli CNA Pisa

“Il trasporto persone ed in particolare il mestiere che rappresento a livello territoriale, regionale ed ora nazionale, l’NCC BUS, ha un bisogno grandissimo di essere rappresentato per quello che esprime – esordisce Riccardo Bolelli nel presentare la sue idee per i prossimi anni- Importanti potenzialità, in termini organizzativi e progettuali che tutti i giorni in diversi ambiti di mercato contribuiscono insieme agli altri settori ad una migliore mobilità; nel nostro caso, alla mobilità delle persone. Lo facciamo nell’ambito del turismo, dei servizi scuolabus , del Trasporto Pubblico Locale, con una dinamicità e professionalità apprezzabile che non sempre, nostro malgrado, viene riconosciuta da chi ha il compito di legiferare in tema di mobilità”.

(Fonte: Ufficio Stampa CNA Pisa)