cna-pisa-accesso-al-credito-imprese

Accesso al credito: tutte le opportunità di adesso

IL CREDITO CHE C’È, IL CREDITO CHE CI POTREBBE ESSERE

La CNA di Pisa ti aiuta a migliorare il tuo rapporto con le banche e ti informa su tutte le agevolazioni regionali e nazionali tramite FINART CNA, la società di mediazione creditizia regionale del sistema CNA.

Di seguito le offerte attive e i bandi agevolativi ad oggi operativi

Avvisiamo che è un articolo lungo e ti invitiamo a leggere fino in fondo per non perdere opportunità.

FINANZIAMENTI E CONSULENZA FINANZIARIA

Controllo estratto conto bancario

per controllare quali sono i costi effettivi legati ai conti correnti bancari e tenere sotto controllo le spese
Finart Cna ha attivato un servizio per il monitoraggio dell’estratto conto della tua azienda: far controllare gli estratti conto aziendali tramite un check up trimestrale o un monitoraggio annuale da personale esperto e qualificato che farà un’analisi sulle modalità di utilizzo, ti aiuterà a tenere sotto controllo i costi e le condizioni bancarie, a capire le esigenze finanziarie della tua azienda e a migliorare il rapporto con la tua banca.

ARTIGIANCASSA:
TASSI DI INTERESSE ANCORA PIÙ BASSI E TEMPI DI DELIBERA RAPIDI

Finanziamenti min. € 10.000 max. € 1.000.000 finalizzato a:

a) nuovi investimenti produttivi (macchinari, attrezzature, automezzi ecc)
b) liquidità (scorte, acquisto materiali e merci e altre spese di gestione, imposte…)
c) tredicesima o quattordicesima (finanziamento a breve termine)
Spread: da 1,70% a 3,30%
Scoperto di conto corrente min. € 1.000 max. € 25.000
Spread da 2,40% a 3,50

“ARTIGIANCASSA – ACT SPRINT”
Servizio creditizio veloce per le imprese socie

  • Importo max 30.000 euro, elevabile a 50.000 euro in presenza di garanzia Confidi assistita da una controgaranzia
  • Durata max 60 mesi
  • Garanzia ACT 50%, elevabile al 60% (80%) in presenza di controgaranzia
  • Tipologia Finanziamento: Investimento/Scorte/Circolante
  • Pricing dedicato 1,60% – 2,30%
  • Compensi Garanzia ridotti del 20% e standardizzati
  • Tempi di istruttoria Banca max 5 gg lavorativi
  • Tempi di istruttoria Confidi max 5 gg lavorativi (*)
    (*) per operazioni con garanzia non assistita da controgaranzia

ARTIGIANCREDITO TOSCANO e FIDI TOSCANA

La convenzione Artigiancredito Toscano (ACT) e Fidi Toscana, con i principali istituti bancari consente di offrire alle banche un’ulteriore garanzia primaria, quella dei consorzi fidi, e di ottenere i migliori tassi sul mercato, riuscendo ad aumentare la capacità di credito dell’impresa e a diminuire il costo del denaro.
I tassi e la tipologia di operazione saranno da valutare in base all’istituto di credito prescelto e al merito creditizio assegnato al cliente.

Novità: iniziativa “BCC RIPRESA FACILE”

Artigiancredito Toscano ha approvato il rilascio di garanzia all’80% (di norma con controgaranzia MCC) per tutti quei finanziamenti erogati dagli Istituti di Credito aderenti alla Federazione BCC Toscana. La garanzia sarà prevista per i finanziamenti liquidità e i finanziamenti destinati a investimenti in beni materiali, immateriali e finanziari strumentali effettuati a partire da 12 mesi antecedenti la data richiesta dell’operazione. Il finanziamento può aver durata dai 3 ai 7 anni con preammortamento da concordare di 12 mesi.

Novità: iniziative “Garanzia Costo Zero”

Artigiancredito Toscano ha approvato il rilascio della garanzia dell’80% per finanziamenti a m/l termine a costo zero per le aziende. Sono garantibili le PMI contro-garantibili dal Fondo di Garanzia ex L.662/96. Costo della garanzia a carico della banca. Il prodotto è attivo su: BCC Cambiano, Chianti Banca, BCC Castagneto Carducci, Banca Popolare di Lajatico, Banca di Pisa e Fornacette.
Fidi Toscana ha approvato il rilascio della garanzia a costo zero per le aziende. Sono garantibili tutte le PMI (anche il settore agricolo) contro-garantibili dal Fondo di Garanzia ex L.662/96 per chirografari dal 60% all’80% con durata dai 3 ai 7 anni finalizzati ad investimenti o al finanziamento del capitale circolante. Costo della garanzia a carico della banca. Il prodotto è attivo su: Federazione BCC Toscana (banche aderenti), BCC Cambiano, Chianti Banca, BCC Castagneto Carducci, Banca Tirrenica (ex Nuova Banca Etruria).

Finanziamento 13^ mensilità anno 2018
Cassa di Risparmio di Volterra

Finanziamenti per la corresponsione della 13^ mensilità, con le seguenti caratteristiche:
Importo massimo concedibile: 1.800 euro per ogni dipendente;
forma tecnica: prestito a rate mensili;
durata dell’operazione: 6 mesi, ultima scadenza 30/06/2019;
tasso: fisso minimo a partire dal 1,25%.

PRESTITO PERSONALE per PRIVATI FINDOMESTIC BANCA

Prestiti personali Findomestic ancora più vantaggiosi tramite la convenzione CNA PISA:
– importo da € 1.500 a € 60.000;
– TAEG FISSO -1% sulla migliore offerta delle agenzia Findomestic o preventivo Findomestic On line.
– zero spese accessorie (zero imposta di bollo, zero spese istruttoria pratica, zero spese incasso e gestione rata, zero costi aggiuntivi per estinzione anticipata).

Novità: FIDEIUSSIONI E CAUZIONI

Intermediazione di fideiussioni assicurative, finanziarie, consortili, bancarie;
* Legge 210/04 – Oneri di Urbanizzazione – Rate di saldo – Garanzia di contratto di locazione – Acconti per acquisto immobili – Svincolo ritenute di garanzia – Permute immobiliari – Autorizzazioni esercizio attività – Attestazione capacità finanziaria per Autotrasportatori, Agenzie di viaggio e Agenzie pratiche auto e moto, Centri di revisione autoveicoli – Obblighi derivanti dalle spedizioni – Obblighi derivanti dall’autorizzazione per trasporti eccezionali – Tabaccherie – Lotterie – Slot Machines – Bandi pubblici – Rateizzazioni

BANDI E CONTRIBUTI

CREAZIONE IMPRESA – MICROCREDITO

Destinatari MPI (Micro e Piccole Imprese) o ditte individuali con la caratteristica dell’imprenditoria giovanile, femminile, destinatari di ammortizzatori sociali. Le imprese devono esercitare nel territorio della Regione Toscana un’attività identificata come prevalente rientrante in uno specifico codice ISTAT ATECO 2007.
Caratteristiche del finanziamento
Il costo totale ammissibile del progetto presentato non deve essere inferiore a € 8.000,00 e superiore a € 35.000,00. L’agevolazione viene concessa nella forma del finanziamento agevolato a tasso zero, nella misura del 70% del costo totale ammissibile, ovvero di importo non superiore a € 24.500,00.
La durata del finanziamento è di 7 anni (84 mesi di cui 18 di preammortamento). È previsto inoltre un preammortamento tecnico massimo di 3 mesi.

CREAZIONE IMPRESA – SEZIONE INNOVAZIONE

Destinatari le Micro e Piccole Imprese Innovative, la cui costituzione è avvenuta nel corso dei tre anni precedenti alla data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione. Inoltre sono ammissibili anche gli Spin Off di organismi di ricerca e le micro e piccole imprese iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese e le persone fisiche che costituiranno l’impresa entro sei mesi dalla data di adozione del provvedimento di concessione dell’agevolazione.
Caratteristiche del finanziamento
L’agevolazione concessa è un finanziamento agevolato a tasso zero, non supportato da garanzie personali e patrimoniali, pari all’80% della spesa ritenuta ammissibile a seguito di valutazione. L’importo del finanziamento va da un minimo di 28.000 ad un massimo di 160.000 euro.
La durata del finanziamento è di 8 anni con un preammortamento di 24 mesi, oltre ad un eventuale periodo di preammortamento tecnico non superiore a sei mesi. Il rimborso avviene in rate semestrali posticipate costanti.

FURP / MICROCREDITO EVENTI CALAMITOSI

Beneficiari: MPMI e titolari di Partita IVA iscritti nel registro delle imprese, con sede legale nei comuni interessati agli eventi calamitosi la cui attività non risulta cessata al momento della presentazione della domanda.
Gli aiuti sono concessi nella forma di finanziamento a tasso zero con le seguenti caratteristiche:
– importo che va da un minimo di 5.000 € ad un massimo di 20.000 € per ogni singola domanda; ogni impresa o titolare di partita IVA può presentare una sola domanda in riferimento ad uno stesso evento calamitoso;
– durata da min 36 mesi a max 120 mesi + preammortamento di ulteriori 24 mesi e un pre ammortamento tecnico di massimo 30 giorni.

FONDO DI MICROCREDITO
SUB AZIONE A.2 “AIUTI AGLI INVESTIMENTI IN FORMA DI MICROCREDITO”

Microcredito a tasso zero per gli investimenti delle PMI artigiane, industriali manifatturiere, del settore turistico, commerciale, cultura e terziario con l’obiettivo di sostenere e incrementare gli investimenti nel territorio della Regione Toscana in macchinari, impianti e beni intangibili di accompagnamento nei processi di riorganizzazione e ristrutturazione in linea con la strategia della specializzazione intelligente per la Toscana (RIS 3).

Soggetti beneficiari
Possono presentare domanda le micro e piccole imprese, ivi comprese le società consortili nonché i liberi professionisti aventi sede legale o unità locale destinatarie dell’intervento, nel territorio regionale.
Le imprese e i professionisti devono essere costituiti da almeno 2 anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso al fondo, devono essere in possesso dei requisiti di ammissibilità previsti dal bando, e devono esercitare un’attività economica identificata come prevalente nell’unità locale che realizza il programma di investimento, rientrante nelle seguenti sezioni della Classificazione delle attività economiche ATECO ISTAT 2007.

Caratteristiche dell’agevolazione
Il valore totale del progetto di investimento ammesso non può essere inferiore a €10.000,00 e superiore a €40.000,00. I progetti di investimento superiori saranno comunque ammessi fino all’importo di € 40.000,00 fermo restando l’obbligo di rendicontare l’intero valore dell’investimento. L’agevolazione viene concessa nella forma di microcredito a tasso zero, non supportato da garanzie personali e patrimoniali, con le seguenti percentuali di copertura:

– 55% del costo totale ammissibile sugli investimenti in RIS3;
– 65% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni materiali strumentali nuovi così come individuati nell’allegato A;
– 70% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni materiali strumentali nuovi congiuntamente a beni strumentali immateriali così come individuati negli allegati A e B, qualora gli investimenti di cui all’allegato B si riferiscano ai beni materiali strumenti nuovi di cui all’allegato A;
– 65% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni strumentali immateriali qualora gli investimenti di cui all’allegato B si riferiscano a sistemi di produzione esistenti.

Il finanziamento relativo al costo delle opere murarie è comunque pari al 55%. Il limite massimo del finanziamento è comunque pari a € 25.000,00. La durata del finanziamento è di 7 anni (84 mesi di cui 18 di preammortamento). È previsto inoltre un preammortamento tecnico massimo di 3 mesi..

FONDO ROTATIVO PER PRESTITI
SUB AZIONE A.1 “AIUTI PER INVESTIMENTI PRODUTTIVI PER PROGETTI STRATEGICI”

Finanziamento a tasso zero per gli investimenti delle PMI artigiane, industriali manifatturiere, del settore turistico, commerciale, cultura e terziario con l’obiettivo di sostenere e incrementare gli investimenti nel territorio della Regione Toscana in macchinari, impianti e beni intangibili di accompagnamento nei processi di riorganizzazione e ristrutturazione in linea con la strategia della specializzazione intelligente per la Toscana (RIS 3).
Soggetti beneficiari
Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese, ivi comprese le società consortili. Sono ammissibili le imprese e/o i liberi professionisti in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti con personalità giuridica (Rete-Soggetto), reti senza personalità giuridica (Rete-Contratto) solo se costituite da almeno 3 imprese/liberi professionisti in possesso dei parametri di pmi.
Le imprese e i professionisti devono essere costituiti da almeno 2 anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso al fondo, devono essere in possesso dei requisiti richiesti dal bando.

Caratteristiche dell’agevolazione
Il valore totale del progetto di investimento ammesso non può essere inferiore a € 40.000,00 e non può essere superiore a € 200.000,00. I progetti di investimento superiori saranno comunque ammessi fino all’importo di € 200.000,00 fermo restando l’obbligo di rendicontare l’intero valore dell’investimento. L’agevolazione viene concessa nella forma del prestito a tasso zero, non supportato da garanzie personali e patrimoniali con le seguenti percentuali di copertura degli investimenti:

– 50% del costo totale ammissibile sugli investimenti in RIS3;
– 60% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni materiali strumentali nuovi così come individuati nell’allegato A;
– 70% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni materiali strumentali nuovi congiuntamente a beni strumentali immateriali così come individuati negli allegati A e B, qualora gli investimenti di cui all’allegato B si riferiscano ai beni materiali strumenti nuovi di cui all’allegato A;
– 60% del costo totale ammissibile sugli investimenti in beni strumentali immateriali qualora gli investimenti di cui all’allegato B si riferiscano a sistemi di produzione esistenti.

Il finanziamento relativo al costo delle opere murarie è comunque pari al 50%. La durata del finanziamento è di 7 anni (84 mesi di cui 18 di preammortamento). È previsto inoltre un preammortamento tecnico massimo di 3 mesi.

FONDO DI GARANZIA PER I GIOVANI PROFESSIONISTI E LE PROFESSIONI

Il Fondo prevede la prestazione di garanzie su finanziamenti bancari per i giovani professionisti e per gli Ordini e Collegi Professionali o associazioni professionali.
La garanzia sul finanziamento varia dal 60% al 80%.

Il costo della garanzia è GRATUITO

Durata: da 18 mesi a 60 mesi

Sono ammesse alla garanzia le operazioni finanziarie finalizzate all’avvio e sviluppo di studi professionali, all’acquisizione di beni strumentali innovativi e tecnologie, all’acquisizione di strumenti informatici, nonché operazioni finalizzate a garantire la sicurezza dei locali dove si esercita l’attività professionale.

SOSTEGNO ALLA LIQUIDITA’ DELLE PMI COLPITE DA CALAMITÀ NATURALI

Beneficiari
le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) regolarmente iscritte al registro delle imprese, in possesso dei seguenti dei seguenti requisiti:
1. sede o unità locale operativa nei Comuni interessati dagli eventi calamitosi che abbiano subito danni a beni di proprietà, ovvero di terzi, destinati all’attività d’impresa con sede o unità locale operativa in Toscana che al momento dell’evento calamitoso esercitassero la propria attività nei Comuni interessati e abbiano subito danni a beni di proprietà, ovvero di terzi, destinati all’attività d’impresa; la cui attività non risulti cessata al momento di presentazione della domanda e che esercitino un’attività economica identificata come prevalente, rientrante nella seguente classificazione delle attività economiche ATECO 2007.

Caratteristiche dell’agevolazione
Garanzia diretta, esplicita, incondizionata e irrevocabile ed escutibile a prima richiesta rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all’80% dell’importo di ciascun finanziamento. L’importo massimo garantito è pari a euro 640.000,00 per singola impresa ed euro 960.000,00 per gruppi di imprese, tenuto conto dell’esposizione residua alla data di presentazione della domanda di garanzia per i Settori “Industria, artigianato e cooperazione e altri settori

FONDO DI GARANZIA PER ANTICIPI CIGS E ANTICIPI STIPENDI

Beneficiari
lavoratori che hanno beneficiato di un’anticipazione concessa a titolo di “anticipo stipendi”.
Intervento finanziato: Nuove operazioni concesse dai soggetti finanziatori per la restituzione rateale dell’anticipazione concessa a titolo di anticipo stipendi, della durata massima di 36 mesi oltre ad eventuale preammortamento tecnico. La garanzia è rilasciata agli enti finanziatori per un importo pari al 100% (per capitale e interessi).

FONDO DI GARANZIA PER INVESTIMENTI IN ENERGIE RINNOVABILI

Beneficiari
le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), anche di nuova costituzione, regolarmente iscritte alla CCIAA e non in difficoltà ai sensi della Comunicazione Ue 2004/C 244/02, gli enti locali, le aziende sanitarie ed ospedaliere, le associazioni che svolgono attività assistenziali, culturali e ricreative senza fini di lucro con o senza personalità giuridica; le associazioni e società sportive dilettantistiche costituite nelle forme stabilite, all’art. 90, comma 17, della legge 27 dicembre 2002, n.289 e le persone fisiche.

Caratteristiche dell’agevolazione
La garanzia è rilasciata a favore dei soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all’80% di ciascuna operazione finanziaria.
L’importo massimo garantito per beneficiario è pari a euro 100 mila per le persone fisiche, euro 250 mila per gli altri soggetti beneficiari ed euro 375 mila per gruppi di imprese. La garanzia può essere concessa su operazioni finanziarie di durata compresa tra un minimo di 5 e un massimo di 10 anni per tutti i soggetti beneficiari tranne che per gli enti locali la cui durata massima è fissata in 25 anni.
La garanzia deve essere richiesta per operazioni non ancora deliberate dai soggetti finanziatori ed è rilasciata senza oneri e spese a carico dei beneficiari. Sulle operazioni garantite dal presente fondo non possono essere richieste garanzie reali, bancarie o assicurative.

FONDO DI GARANZIA PER I LAVORATORI NON A TEMPO INDETERMINATO

Beneficiari
Possono beneficiare della garanzia del Fondo i lavoratori residenti in Toscana titolari di un rapporto di lavoro non a tempo indeterminato in condizioni di vigenza o che nei 6 mesi antecedenti la richiesta abbiano avuto in corso un contratto di tale tipologia.
Caratteristiche dell’agevolazione
La garanzia è rilasciata a favore dei soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all’80% dell’importo di ciascun finanziamento.
Il Fondo garantisce finanziamenti per un importo massimo complessivo di 15.000 Euro per lavoratore, al netto del capitale rimborsato. I finanziamenti devono avere una durata non inferiore a 18 mesi e non superiore a 60 mesi. La garanzia può essere richiesta per operazioni non ancora deliberate dai soggetti finanziatori e per operazioni già deliberate ma non ancora erogate (purché le richieste arrivino al Soggetto Gestore entro due mesi dalla data della delibera dei soggetti finanziatori). Le operazioni non possono essere assistite da altre garanzie reali, bancarie o assicurative e personali.

CONTRIBUTO AUTOTRASPORTATORI 2018

Sulla G.U. del 16/07/2018 sono stati pubblicati i Decreti nr. 78 del 5 Luglio 2018 e nr. 221 del 20 Aprile 2018 recanti modalità e disposizioni attuative per usufruire delle risorse per gli investimenti a favore delle imprese di autotrasporto per l’annualità 2018.
A tal proposito si informa che dal 30 Luglio 2018 è possibile presentare le domande di finanziamento da parte delle imprese di autotrasporto.
Si tratta di contributi a fondo perduto per l’acquisto di veicoli ecologici e veicoli per trasporto combinato strada-mare e strada-ferro.
Si fa altresì presente che il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 15 aprile 2019. 

Gli investimenti incentivabili sono quelli effettuati dopo il 20 luglio 2018 (data di entrata in vigore dei relativi provvedimenti normativi).

CONTRIBUTI EBRET

Contributi a f.do perduto per:

  • per acquisto di testi scolastici (con contributo massimo elevato a €170),
  • innovazione aziendale (contributo max € 2600) per:
  • innovazione tecnologica, mediante l’acquisto di macchinari, strumenti, tecnologia, brevetti;
  • ottenimento della certificazione di qualità o di altre certificazioni simili internazionalmente riconosciute;
  • acquisto di consulenze e/o asseverazioni relative al piano nazionale “Industria 4.0”,
  • interventi di internazionalizzazione e/o promozione. (spazi espositivi in fiere, le consulenze nella gestione di contratti internazionali, i costi sostenuti per l’ideazione dell’intervento di promozione, la realizzazione o il restyling di siti internet).
  • ripristino del ciclo produttivo a seguito di calamità naturali,
  • astensione per maternità (con contributo massimo elevato a € 1.600)

Novità: BANDO INNOVAZIONE

Voucher per agevolare la realizzazione di progetti di investimento per l’innovazione delle MPMI attraverso l’acquisizione di servizi avanzati e qualificati così come definiti nel “Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane – sezioni A e B”

Il Bando aprirà dal 17/12/2018 esclusivamente online e fino ad esaurimento fondi con procedura automatica a sportello

Possono presentare domanda: micro, piccole e medie Imprese, compresi i liberi professionisti, in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi esercenti un’attività economica rientrante in uno dei Codici ATECO ISTAT 2007 individuati nella deliberazione Giunta regionale 643 del 28/07/2014 e dalla stessa distinti nelle sezioni di raggruppamento del Manifatturiero (che comprende Industria, Artigianato, Cooperazione e altri settori) e del Turismo, commercio ed attività terziarie.

L’importo dell’investimento e l’intensità di contributo variano in funzione alla dimensione dell’impresa e alla tipologie di servizio.

Investimento minimo € 15.000 e Investimento massimo € 100.000
Contributi variano da un 30% al 75%
I progetti devono essere realizzati in 6 o 9 mesi in funzione della tipologia di servizio

VOUCHER ALLE IMPRESE PER SERVIZI DI FORMAZIONE E CONSULENZA
SUL DIGITALE – 2018

Nell’ambito del “Piano Nazionale Impresa 4.0” avviato dal Ministero dello Sviluppo Economico la Camera di Commercio di Pisa ha stanziato 120mila euro da dedicare alla concessione di voucher alle imprese per favorire l’impiego di servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione di nuove tecnologie digitali.
Le agevolazioni saranno concesse a fondo perduto, in conto esercizio, nella misura del 70% delle spese riconosciute come ammissibili e fino ad un massimo di 7.000 euro.
Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo per attività di formazione e consulenza, avviate dal 1 gennaio 2018, che prevedano una spesa minima superiore a 3.000 euro.
Le richieste trasmesse tramite PEC dovranno pervenire esclusivamente alla casella di Posta Elettronica Certificata della Fondazione ISI, utilizzando la modulistica allegata, a partire dal 1 agosto 2018 fino al 30 novembre 2018 salvo chiusura anticipata per esaurimento dei fondi disponibili.

VOUCHER ALLE IMPRESE CHE OSPITANO
PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO – 2018

La Camera di Commercio di Pisa per facilitare l’incontro tra domanda-offerta di formazione e lavoro, ha previsto la concessione di voucher alle imprese che intendono ospitare percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro.
Alle imprese sarà concesso un voucher di 600 euro per ogni studente, della scuola secondaria di secondo grado e dei Centri di Formazione Professionale, ospitato in azienda per un percorso di almeno 40 ore.
ATTENZIONE: è consentita una sola domanda di contributo per un numero massimo di 3 stage (3 studenti) ospitati a partire dal 1 gennaio 2018 e conclusi al momento in cui verrà presentata la richiesta. Ciascuna impresa potrà quindi ricevere un contributo massimo di 1.800 euro.
Il contributo sarà erogato solo a fronte di percorsi di alternanza scuola-lavoro effettivamente svolti e documentati. Potranno beneficiare dell’intervento solamente i soggetti, imprese e soggetti REA, in linea con i requisiti indicati nell’art. 3 del bando.
Le richieste dovranno pervenire alla casella di Posta Elettronica Certificata della Fondazione ISI, utilizzando la modulistica allegata, a partire dal 01 giugno 2018 e fino al 30 novembre 2018, salvo chiusura anticipata per esaurimento dei fondi disponibili.

CAMERA DI COMMERCIO DI PISA
MOSTRE E FIERE IN ITALIA E ALL’ESTERO

I contributi di cui al presente bando sono concessi per la partecipazione autonoma a Fiere Internazionali in Italia e all’estero, che non godano già di abbattimenti di costi da parte della Regione Toscana (anche attraverso Toscana Promozione Turistica) o di altri Enti Pubblici/Ministeri o ICE Agenzia.
Saranno finanziate: le spese relative all’acquisizione dello spazio espositivo, al suo allestimento, agli eventi di business organizzati all’interno, alle iniziative promozionali.
L’importo dei voucher concessi varia a seconda della localizzazione delle fiere:
– MANIFESTAZIONI FIERISTICHE IN ITALIA E UNIONE EUROPEA (U.E.)
I contributi sono concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili e regolarmente documentate, fino ad un massimo di € 2.000,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per manifestazioni svolte in Italia ed in paesi esteri appartenenti all’Unione Europea, ivi compresi Svizzera, Principato di Monaco, Liechtenstein, Andorra, San Marino.
– MANIFESTAZIONI FIERISTICHE EXTRA UNIONE EUROPEA (U.E.)
I contributi di cui al presente Bando sono concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili e regolarmente documentate, fino ad un massimo di € 2.500,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per manifestazioni svolte in paesi esteri NON appartenenti all’Unione Europea. Per la partecipazione collettiva a fiere tramite Consorzi e reti d’impresa verrà riconosciuto un contributo commisurato al numero delle imprese partecipanti e comunque rispondenti ai requisiti di cui all’Articolo 2 presenti in fiera nello stand collettivo, con un massimale di € 2.000,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) ad impresa per fiere in ambito italiano e dell’Unione Europea e di € 2.500,00= (al lordo della ritenuta d’acconto del 4%) per fiere extra U.E. sino ad un massimo di dieci imprese e, comunque, fino ad un massimale del 50% dei costi complessivamente sostenuti.
Le date di scadenza per la presentazione delle domande di contributo variano in base alla data di inizio della fiera o mostra per la cui partecipazione l’impresa richiede il contributo, nel modo di seguito specificato:
ï 1° periodo (già scaduto): Mostre e Fiere che hanno avuto inizio nei mesi gennaio / giugno 2018: data di scadenza 31 agosto 2018;
ï 2° periodo: Mostre e Fiere che hanno avuto inizio nei mesi luglio / novembre 2018: data di scadenza 15 dicembre 2018.

Per maggiori informazioni ed una consulenza personalizzata:

Dr.ssa Serena Deales 050/876551 sdeales@finartcna.it
Dr.Francesco Mini 0587/398800fmini@finartcna.it
Dr.ssa Marlene Sotomayor Gonzalez 050/876594 msotomayor@finartcna.it